Dal 16 al 21 aprile si terrà la 62esima edizione del Salone del Mobile 2024, esposizione dedicata ad aziende del settore e appassionati di arredo e design. Ad arricchire il calendario della città meneghina ci pensano anche la Milano Design Week e il Fuorisalone, che dal 15 al 21 aprile porteranno oltre 1.300 eventi dentro e fuori il capoluogo lombardo. Scopriamo gli appuntamenti più interessanti.

Aprile si conferma un periodo ricchissimo di eventi a Milano anche grazie alla Design Week, settimana interamente dedicata al mondo del design e non solo. Dal 15 al 21 aprile la città si anima con una serie di appuntamenti che spaziano dall’arte alla fotografia, dalla moda alla natura, attirando quindi sia gli appassionati di design che un pubblico più ampio. Parallelamente si svolgono infatti anche gli appuntamenti del Fuorisalone, che accompagna l’importante Salone del Mobile di Rho-Fieramilano, dal 16 al 21 aprile.

Per l’occasione sono attesi turisti e visitatori da oltre 130 Paesi in tutto il mondo, con un indotto di 261 milioni di euro stando alle stime previste di Confcommercio. Si prospetta quindi un’edizione assolutamente da record.

Salone del Mobile 2024: gli eventi imperdibili della settimana

La Design Week milanese, che parte oggi e si concluderà il 21 aprile, offre più di 1.300 eventi sparsi per la città- tra design, moda, arte e natura- da aggiungere al Salone del Mobile a Rho-Fieramilano.

Vista l’altissima affluenza prevista, invitiamo ad informarsi il prima possibile su dove parcheggiare a Milano e sul funzionamento della ZTL. Consigliamo anche di controllare gli orari della metropolitanaacquistando in app il biglietto per evitare code – e come funzionano i servizi di sharing per spostarsi più facilmente in città.

Ecco quali sono gli appuntamenti da non perdere.

La moda di Gucci con Design Ancora

Per gli appassionati di moda e stile, Gucci presenta Design Ancora, una mostra immersiva nel flagship store di via Montenapoleone a Brera, a due passi dal Duomo di Milano. Ideata dall’architetto spagnolo Guillermo Santomà e curata da Sabato De Sarno, l’esposizione ripercorre le icone del design milanese e italiano.

Cinque oggetti storici esemplificano l’artigianalità e la produzione seriale Made in Italy. Il nome dell’esposizione si ispira al Rosso Ancora, colore distintivo di Gucci fin dalla prima sfilata di De Sarno.

L’installazione di Emiliano Ponzi

Per l’edizione 2024 presenta una nuova tappa del suo progetto itinerante glo for art con un’installazione immersiva di Emiliano Ponzi, illustratore di fama internazionale. Questo percorso interattivo site-specific, creato e allestito dall’artista all’Hub Gattinoni in via Statuto a Brera, porta i visitatori in un tunnel ricco di forme e colori, che culmina in un’opera dal grande impatto visivo.

Mostra fotografica di Veuve Clicquot

Veuve Clicquot presenta Emotions of the sun, una mostra fotografica esclusiva in collaborazione con Magnum Photos. Curata nello spazio elegante progettato da Constance Guisset, la mostra esplora i 250 anni di storia della maison di champagne attraverso 40 scatti di otto fotografi contemporanei.

Accanto alla mostra, è disponibile il Clicquot Café, dove si possono assaporare le Cuvée iconiche della maison, accompagnate da un menu creato da chef stellati.

Born in Oasi ZEGNA

Per chi ama la natura, Born in Oasi ZEGNA è un’installazione immersiva presso l’HQ di Zegna in via Savona, che ricrea una passeggiata nella foresta ispirata all’Oasi Zegna e alla pratica del forest bathing. Questo territorio di 100 chilometri quadrati nelle Alpi Biellesi in Piemonte – concepito da Ermenegildo Zegna all’inizio del Novecento – è un esempio di consapevolezza sociale e ambientale.

Intelligenza artificiale con Dotdotdot

Dotdotdot presenta Data Bugs. AI is a mirror, un progetto che esplora l’intelligenza artificiale e le sue potenzialità attraverso un’installazione interattiva. Questa mostra il potere generativo dell’IA e riflette sulle implicazioni sociali legate alla rappresentazione dei dati. L’intelligenza artificiale, come potente strumento matematico, elabora enormi quantità di dati per creare immagini, prendere decisioni, fornire indicazioni e proporre soluzioni.

Fuorisalone 2024: qual è il programma?

Quest’anno il Fuorisalone si espande fuori Milano, con Alcova che porta design sperimentale a Varedo, in Brianza, nei palazzi storici di Villa Borsani e Villa Bagatti Valsecchi.

Tornando a Milano, l‘Ex Macello diventa il palcoscenico del Fuorisalone Festival, con artisti internazionali e talenti emergenti in una cornice di architettura industriale.

Sempre in città 18 quartieri parteciperanno all’evento, aprendo luoghi normalmente chiusi come la ex Casa dell’acqua nel parco Trotter che ospiterà un’installazione sull’acqua. Mentre gli spazi commerciali dismessi nelle periferie saranno rigenerati per poter ospitare designer emergenti.