La Giornata Internazionale delle Foreste, il 21 marzo, evidenzia l’importanza delle foreste per l’ecosistema e l’umanità, affrontando la sfida della deforestazione con la gestione sostenibile e l’innovazione.

La Giornata Internazionale delle Foreste mette in luce il ruolo fondamentale delle foreste per la vita sulla Terra. Questa occasione enfatizza la necessità di combattere la deforestazione attraverso pratiche sostenibili e l’adozione di tecnologie innovative. Rappresenta un appello globale per la conservazione degli ecosistemi forestali, essenziali per il benessere ambientale e umano, urgendo azioni per garantire il loro futuro.

La storia della Giornata Internazionale delle Foreste

La Giornata Internazionale delle Foreste, celebrata ogni anno il 21 marzo, rappresenta un momento cruciale per riflettere sull’importanza vitale delle foreste per la Terra e per l’umanità. Questa giornata, istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 2012, sottolinea il ruolo fondamentale che le foreste giocano nella conservazione della biodiversità, nella regolazione del clima e come fonte di mezzi di sussistenza per circa 1,6 miliardi di persone, inclusi oltre 2000 gruppi culturali indigeni. Le foreste, che coprono un terzo della superficie terrestre, sono gli ecosistemi più diversi biologicamente, ospitando oltre l’80% delle specie terrestri.

Nonostante i loro innumerevoli benefici ecologici, economici, sociali e per la salute, le foreste stanno affrontando una deforestazione allarmante, con circa 12 milioni di ettari distrutti annualmente. Questa perdita massiccia rappresenta il 12-20% delle emissioni globali di gas serra, aggravando il cambiamento climatico con circa 4,5 miliardi di tonnellate di anidride carbonica rilasciate nell’atmosfera. Il fenomeno minaccia la sopravvivenza delle popolazioni indigene e la stabilità climatica, dato che le foreste assorbono circa un terzo delle emissioni antropiche di CO2.

La risposta alla crisi: conservazione e innovazione

La risposta globale a questa crisi ambientale si articola attraverso la promozione di una gestione sostenibile delle foreste e l’innovazione tecnologica. Il tema della Giornata Internazionale delle Foreste 2024, “Forests and Innovation“, enfatizza l’importanza dell’avanzamento tecnologico nel proteggere questi ecosistemi. L’innovazione nel settore forestale può introdurre metodi di conservazione più efficienti, riducendo l’impatto ambientale e migliorando la tracciabilità delle risorse forestali:

  • Un esempio notevole è la messa a dimora di boschi nettariferi che forniscono nutrimento agli insetti impollinatori, dimostrando come le soluzioni innovative possono supportare la biodiversità;
  • Un altro esempio significativo è il programma Wood Innovations del Servizio Forestale degli Stati Uniti, che mira a espandere e creare mercati per i prodotti e l’energia derivati dal legno, supportando così una gestione forestale sostenibile a lungo termine. Il programma si concentra sull’innovazione nei prodotti del legno, come il legno massiccio e l’energia rinnovabile da legno, oltre allo sviluppo tecnologico che supporta la riduzione dei combustibili pericolosi e la gestione sostenibile delle foreste;
  • In Europa, l’iniziativa ROSEWOOD4.0 sta sfruttando la rivoluzione digitale per trasformare il settore forestale e le industrie basate sul legno verso una maggiore sostenibilità e resilienza forestale. Queste innovazioni includono foreste virtuali, macchine da raccolta intelligenti, piattaforme di e-commerce, app e strumenti educativi, dimostrando come la trasformazione digitale nel settore forestale possa migliorare la gestione sostenibile delle foreste e la resilienza degli ecosistemi.​

L’importanza della sensibilizzazione

Le foreste agiscono come polmoni verdi del pianeta, essendo vasti serbatoi di carbonio e alleati cruciali nella battaglia contro il cambiamento climatico. Tuttavia, le attività antropiche, inclusa l’espansione dell’agricoltura, che rappresenta quasi il 90% della deforestazione globale, minacciano la loro esistenza. La Giornata Internazionale delle Foreste serve come un promemoria dell’importanza di proteggere e valorizzare le foreste. Attraverso iniziative come l’Earth Hour, fissata per il 23 marzo, che invita a spegnere le luci dalle 20.30 alle 21.30, si vuole promuovere un futuro più sicuro e sostenibile. È bene, infatti, sottolineare l’importanza di azioni concrete contro il cambiamento climatico e per la tutela dell’ambiente.

Questa giornata invita tutti a riflettere sul proprio impatto ambientale e la conseguente impronta ecologica, e perciò a considerare azioni che possano contribuire alla conservazione delle foreste. Queste ultime sono, infatti, essenziali per la salute del nostro pianeta e il benessere delle future generazioni.

Le foreste in Italia

Le foreste italiane affrontano gravi rischi dovuti a incendi e eventi climatici estremi, fenomeni aggravati dal cambiamento climatico che ne aumenta frequenza e intensità. Aree come Sardegna, Salento, Sicilia e Lazio sono particolarmente vulnerabili. Questi eventi non solo mettono in pericolo gli ecosistemi forestali, ma hanno anche un impatto significativo sulla collettività e sull’ambiente. A livello generale, però, le foreste italiane rappresentano più di un terzo del territorio nazionale e stanno mostrando segni di crescita e imboschimento. Questi anche perchè il tema della riforestazione urbana ed extraurbana in Italia è sostenuto economicamente dal Piano di Forestazione Urbana ed Extraurbana, finanziato con 330 milioni di euro dal PNRR. Un programma, in linea con la Strategia Forestale Europea, che mira a combattere l’inquinamento atmosferico, mitigare il caldo, ridurre la CO2 e proteggere la biodiversità. Tali strategie sono cruciali anche perchè offrono risorse vitali per molte comunità.

Le foreste italiane, infatti, svolgono un ruolo importante nel sequestro del carbonio, nella protezione del suolo e delle risorse idriche e nell’offrire habitat a numerose specie animali e vegetali. l’Italia si impegna a difendere e valorizzare le sue foreste, con diverse iniziative. Tra queste, è degna di nota il progetto “OFF” (Out Forest Fires) del WWF Italia, che mira a prevenire gli incendi boschivi attraverso la formazione e la sensibilizzazione delle comunità locali.