Un marzo denso di scioperi annuncia giornate di mobilitazione in tutta Italia. L’8 marzo sarà la data in cui si convoglieranno più mobilitazioni.

Dopo un febbraio ricco di scioperi, anche marzo si preannuncia come un mese di intensa mobilitazione sindacale in Italia, con una serie di proteste che interessano diversi settori, dal trasporto pubblico locale alla scuola.

Scioperi 8 marzo: la data principale

Il fulcro delle mobilitazioni di marzo sarà senza dubbio l’8 marzo. Questa data vedrà uno sciopero generale di 24 ore del settore mobilità e non solo, indetto da una coalizione di sindacati tra cui Adl Cobas, Cobas Sanità Università e Ricerca, Cub, Slai Cobas per il sindacato di classe, Usb e Usi. L’astensione dal lavoro riguarderà lavoratrici e lavoratori di tutti i settori: pubblici, privati e cooperativi.

Settori interessati e modalità degli scioperi

La programmazione degli scioperi mostra una diversificazione sia nei settori coinvolti sia nelle modalità con cui si svolgeranno. Per esempio, il personale addetto alla circolazione e all’attività ferroviaria sciopererà dalla mezzanotte alle 21 dell’8 marzo, i Vigili del Fuoco dalle 8 alle 14 e il personale della Sanità dall’inizio del primo turno alla fine dell’ultimo turno. Anche il settore autostradale è coinvolto, con uno sciopero che inizia alle 22 del 7 marzo e si conclude 24 ore dopo.

Ancora in attesa di annuncio ufficiale le fasce di garanzia, che dovrebbero assicurare un minimo servizio nei momenti critici della giornata.

Scioperi di marzo: le altre date chiave

Dopo l’8 marzo, il calendario degli scioperi in Italia prosegue con altre significative mobilitazioni che interessano vari settori, soprattutto quello dei trasporti.

Scioperi nel settore ferroviario e dei trasporti

Cobas Lavoro Privato e Usb Lavoro Privato hanno indetto per il 13 marzo uno sciopero nazionale per il personale di Rete Ferroviaria Italiana (RFI) addetto agli impianti di manutenzione e alle infrastrutture. Questa mobilitazione, di carattere nazionale, coprirà l’intero turno di lavoro dei dipendenti, durando 8 ore.

Mobilitazioni nel trasporto locale

Una serie di scioperi colpirà il trasporto locale il 18 marzo in varie parti d’Italia. Le mobilitazioni includono:

  • Sicilia: il personale di Segesta Autolinee, Sicilbus, Etna Trasporti e Interbus Regione Sicilia sciopererà per 4 ore, dalle 9.30 alle 13.30;
  • Parma: i lavoratori di TEP – Trasporti pubblici Parma sciopereranno per l’intera giornata;
  • Frosinone: il personale di Cialone Tour incrocerà le braccia per 24 ore;
  • Sicilia (Trasporto pubblico locale): ulteriori scioperi sono previsti in tutta la regione, con modalità e durate variabili.

Il 19 marzo, a Bolzano, il personale Sasa terrà uno sciopero di 24 ore.

Ulteriori scioperi nei trasporti pubblici e ferroviari

AL-Cobas ha indetto per il 22 marzo uno sciopero del personale ATM di Milano, che durerà 24 ore. Inoltre, a Bari, sia il personale delle Ferrovie Sud Est sia quello di Amtab parteciperanno a scioperi, rispettivamente per l’intera giornata e per 4 ore, dalle 8.30 alle 12.30.

L’Assemblea Nazionale PDM/PDB ha proclamato uno sciopero che coinvolgerà il personale di macchina e di bordo delle Ferrovie dello Stato Italiane. Questo sciopero durerà 24 ore, dalle 21 del 23 marzo alle 21 del 24 marzo.

Data la vastità e la varietà degli scioperi annunciati, chi necessita di utilizzare i servizi di trasporto pubblico in questo periodo dovrebbe pianificare con attenzione i propri spostamenti, verificando sempre lo stato del servizio attraverso i canali di comunicazione ufficiali delle varie compagnie e enti coinvolti.