La Festa della Donna durante questo 2024 avrà un sapore molto diverso dal solito. Lo sciopero generale indetto da diverse sigle sindacali infatti porterà disservizi in tutta la città, causando possibili disagi a cittadini, pendolari e lavoratori.

In occasione dell’8 marzo, molti lavoratori e lavoratrici si mobiliteranno per circa 24 ore al fine di bloccare la produzione e il trasporto pubblico. L’iniziativa nasce per contrastare la disparità di genere, celebrando la donna, ricordando le conquiste femminili e ribadendo l’importanza di un’uguaglianza di genere che, ancora oggi, spesso viene a mancare in diversi aspetti della vita.

Sciopero 8 marzo a Roma: possibili disagi al trasporto pubblico

Tra i settori coinvolti nello sciopero figura quello dei trasporti, includendo principalmente la linea ferroviaria. In particolare potrebbero subire variazioni e cancellazioni sia i treni ad alta velocità che i regionali, causando problemi soprattutto a chi ha necessità di spostarsi per medie e lunghe tratte.

La situazione migliora quando si parla di trasporto pubblico locale, infatti è stata confermata la regolare circolazione in città non solo degli autobus, ma anche delle metro, dei tram, della Roma-Lido e della Roma-Viterbo.

Sciopero 8 marzo a Roma: gli orari

Lo sciopero causerà contrattempi e cancellazioni delle principali tratte nazionali per tutta la giornata, più precisamente dalla mezzanotte alle ore 21 di venerdì 8 marzo. L’avviso è stato pubblicato direttamente da Ferrovie dello Stato, che ha annunciato la proclamazione di uno sciopero generale del personale Gruppo Fs Italiane da parte di una sigla sindacale autonoma.

Per quanto riguarda le corse garantite, si può fare riferimento al sito ufficiale di Trenitalia in cui viene spiegato nel dettaglio il programma della giornata e la lista dei treni nazionali garantiti. La stessa pagina potrà essere consultata durante tutti gli scioperi indetti per il mese di marzo.

Come muoversi a Roma durante lo sciopero dell’8 marzo?

Come confermato in precedenza, chi vive, lavora e si sposta all’interno della capitale non troverà particolari disservizi al trasporto pubblico locale. Sarà quindi sufficiente acquistare i biglietti tramite app in anticipo, in modo da essere sempre pronti ad eventuali cambi di programma. Nel caso in cui non ci si voglia affidare ai mezzi, è sempre possibile approfittare dei servizi di bike sharing e monopattini a noleggio presente sul territorio della Capitale. Per maggiori informazioni è possibile anche leggere la nostra guida su come spostarsi a Roma in caso di sciopero.

Nonostante lo sciopero coinvolga anche il personale delle Autostrade, non dovrebbero esserci problematiche relative alla viabilità, perciò strade e autostrade saranno percorribili come sempre, ad eccezione di possibili manifestazioni che potrebbero bloccare alcune vie cittadine.

Quali altri settori sono coinvolti?

Oltre ai mezzi di trasporto, lo sciopero nazionale influenzerà lo svolgimento delle attività nelle scuole dell’infanzia e gli asili nido, che non saranno garantite. Inoltre, si mobiliteranno anche i lavoratori e le lavoratrici dell’ambiente sanitario. Ciò comporterà dei possibili ritardi con le prestazioni ambulatoriali, tuttavia il servizio minimo rimane sempre garantito.

Parteciperanno allo sciopero dell’8 marzo a Roma anche i dipendenti Lufthansa, gli addetti alle Autostrade, i Vigili del Fuoco e, in generale, i lavoratori che aderiscono alle seguenti sigle sindacali: Usb, Cub, Adl Cobas, Usi, Cgil (e altre sigle minori). L’invito allo stop produttivo è stato esteso anche a uffici, supermercati e fabbriche, senza distinzioni, perciò si potranno riscontrare diversi disagi in tutta la città.