Lo sciopero dei controllori di volo Enav potrebbe causare diversi disagi a chi ha prenotato un volo per mercoledì 24 gennaio 2024. Sono previsti ritardi e cancellazioni per quattro ore in alcuni aeroporti italiani.

Oggi, 24 gennaio 2024, non è solo una giornata di sciopero per il trasporto pubblico. Anche le sigle sindacali FILT-CGIL e UILT-UIL hanno indetto uno sciopero che riguarda i controllori di volo Enav, la società italiana per l’assistenza e il controllo del traffico aereo.

Saranno dunque previsti ritardi e cancellazioni per tutti i voli non garantiti.

In questo articolo vediamo quali aeroporti toccherà lo sciopero, in quali ore e le fasce orarie di tutela.


Sciopero ENAV: gli aeroporti coinvolti

Lo sciopero durerà quattro ore, dalle 13:00 alle 17:00 e coinvolgerà tre aeroporti italiani:

  • Aeroporto Valerio Catullo, Verona Villafranca;
  • Aeroporto G. Marconi, Bologna;
  • Aeroporto del Salento, Brindisi.

Consigliamo a chi deve prendere un volo in questa fascia oraria di controllare la situazione del proprio volo e di contattare l’assistenza del proprio operatore in caso di ritardo o cancellazione.

Le fasce orarie di tutela

Durante gli scioperi in settori come quello del trasporto aereo sono sempre garantite delle fasce orarie di tutela, nelle quali è obbligatorio garantire il servizio e quindi effettuare i voli.

In questo caso, sono state stabilite due fasce orarie di tutela:

  • dalle 7:00 alle 10:00;
  • dalle 18:00 alle 21:00.

Al momento, l’ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione) non ha ancora diffuso l’elenco dei voli garantiti.