In questo articolo vi diamo tutte le informazioni sullo sciopero dei mezzi del 7 dicembre 2023, previsto in varie città. Ecco orari e fasce garantite.

Dopo lo sciopero dei mezzi del 30 novembre scorso (indetto a causa del disastro ferroviario in Calabria), un’altra mobilitazione sindacale colpisce alcune regioni e città italiane. Dunque, prosegue l’autunno caldo del trasporto pubblico. Andiamo a scoprire nel dettaglio orari e fasce garantite dello sciopero di domani.

Sciopero mezzi 7 dicembre 2023: la situazione a Roma e Napoli

Tra le zone maggiormente interessate dallo sciopero del trasporto pubblico locale, c’è il Lazio e la città di Roma. Ad averlo indetto è l’organizzazione sindacale Faisa-Cisal. Avrà una durata di 4 ore, ovvero dalle 9:00 alle 13:00, e interessa il personale di Roma TPL, Atac, Astral e Cotral. Ecco gli orari e le fasce di garanzia, confermate dal sito ufficiale di Atac:

  • Da inizio servizio alle 9:00 servizio regolare;
  • Dalle 9:01 alle 13:00: sciopero con possibili soppressioni e disagi;
  • Dalle 13:01 a fine servizio: servizio di nuovo regolare.

Comunque, a Roma è possibile muoversi senza mezzi pubblici: le soluzioni non mancano, dai monopattini elettrici al bike sharing.

Passiamo invece ai disagi presenti a Napoli e in Campania: il personale viaggiante EAV ha aderito allo sciopero, proclamato da Faisa-Confail e Orsa Autoferro. Coinvolte le linee Vesuviane, Flegree, Suburbane, la metropolitana Piscinola – Aversa, la funivia del Faito e il servizio Autolinee. Stessi orari di quelli romani: dalle ore 9:00 alle ore 13.00.

Ritardi e soppressioni anche in Veneto e Friuli Venezia Giulia

A Verona la società ATV, che gestisce il servizio urbano nel capoluogo e a Legnago, il servizio extraurbano in provincia e il servizio extraportuale, si ferma per 4 ore. Ha aderito così allo sciopero indetto da Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uilt-Uil, Ugl-Fna, Faisa Cisal e Fast-Confsal. Precisamente, i mezzi di trasporto non saranno garantiti dalle 5:00 alle 6:00 e dalle 9:00 alle 12:00.

La mobilitazione tocca anche Udine e il personale Arriva Udine, che ha dato il suo ok allo sciopero della sigla Asi-Au. La protesta, nel rispetto delle fasce orarie di garanzia, interessa il personale viaggiante e il personale tecnico e amministrativo secondo le seguenti modalità: servizi Urbano ed Extraurbano dell’area udinese nella fascia oraria 17:15 – 21:15.

Sempre in Friuli, le proteste arriveranno a Trieste, dove sciopera il personale di manutenzione della Direzione Operativa Infrastrutture Territoriali RFI di Trieste. Lo stop, indetto da Ugl Ferrovieri, è per 8 ore dalle 9:01 alle 17:00.

Le altre città colpite dallo sciopero

Sasa, la società concessionaria per il trasporto pubblico su strada nelle linee urbane, extraurbane e suburbane delle città di Bolzano, Merano e Laives e tra Merano e Lana, potrebbe non garantire le suo corse per l’intera giornata del 7 dicembre 2023 (fatte salve le fasce di garanzia) a causa dello sciopero di 24 ore proclamato da Rsu.

Scendendo invece verso il centro Italia, un’altra città che dovrà fare i conti con ritardi e cancellazione è Macerata. Le segreterie regionali delle Marche e Provincia di Macerata di Filt-Cgil, Fit-Cisl e Ugl-Fna hanno proclamato uno sciopero di 8 ore dei lavoratori della società S.A.S.A. 2. Le fasce di garanzia sono previste dalle 5:30 alle 8:30 e dalle 17:30 alle 20:30.

Ricordiamo che la S.A.S.A. 2 gestisce le linee San Severino Marche–Apiro-Jesi, Apiro-San Severino Marche-Macerata, Apiro-Poggio San Vicino-Serra S.Quirico F.S.-Jesi, Apiro-Cupramontana-Moie-Serra S.Quirico F.S. (dir. Apiro-Cingoli), Apiro-Macine-Serra S.Quirico F.S.-Fabriano (dir. Collamato-Esanatoglia) e Apiro-S.Giovanni-Castelletta-Fabriano.

Infine, disagi anche a Messina, dove i lavoratori di AST Messina aderiscono allo sciopero proclamato dall’organizzazione sindacale Faisa-Cisa. Si fermano per 4 ore, dalle 5:30 alle 6:30 e dalle ore 9:30 alle 12:30.