Uno sciopero nazionale dei trasporti è previsto per giovedì 11 aprile. La mobilitazione potrebbe recare disagi durante il servizio dei treni e del trasporto pubblico locale.

Per giovedì 11 aprile è in programma uno sciopero generale nazionale indetto dai sindacati Cgil e Uil, che coinvolgerà tutti i settori privati, compresi quelli in appalto e strumentali. I trasporti pubblici, in particolare, saranno i più colpiti da questa azione, con possibili interruzioni nei servizi.

Ecco i dettagli di quello che succederà, così da non farsi trovare impreparati se dovessero verificarsi disservizi.

Sciopero mezzi 11 aprile: cosa sappiamo

Il calendario del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti indica che il settore ferroviario potrebbe subire interruzioni dalle 9:01 alle 13:00. Il trasporto pubblico locale osserverà uno stop di 4 ore, con variazioni specifiche per ogni città.

La mobilitazione punta a sollevare questioni legate alla salute e sicurezza sul lavoro, nonché a richiedere modifiche alla delega fiscale del Governo, per promuovere una riforma fiscale più giusta ed equa.  La protesta in programma potrebbe portare a disagi nel trasporto pubblico, includendo metropolitane, autobus e tram. Vediamo cosa accadrà nelle principali città italiane.

La situazione a Milano e Roma, in attesa delle adesioni

Dopo lo sciopero generale dei mezzi del 22 marzo scorso, seguito dallo sciopero dei treni del giorno successivo, i servizi di trasporto pubblico a Milano, incluso il sistema di metropolitane, autobus e tram gestito da ATM, nonché i treni regionali di Trenord, potrebbero affrontare nuovamente ritardi o cancellazioni giovedì 11 aprile.

Dal sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, si apprende che il personale ferroviario ha la possibilità di partecipare allo sciopero dalle 9:01 alle 13:00. Parallelamente, i lavoratori del trasporto pubblico locale hanno l’opzione di aderire allo sciopero per quattro ore, con orario che dovrebbe essere dalle 17:00 alle 21:00 (ma gli orari sono in attesa di conferma).

Stesso discorso anche per Roma. Al momento l’unica cosa certa è l’orario dello sciopero ferroviario, ovvero dalle 9.01 alle 13:00. Per quanto riguarda il TPL, si attendono comunicazioni ufficiali da parte di ATAC. In alternativa all’utilizzo dei mezzi pubblici, è possibile sfruttare i servizi di bike sharing e noleggio di monopattini disponibili nell’area di Roma. Per maggiori informazioni è possibile anche leggere la nostra guida su come spostarsi a Roma in caso di sciopero.

Le motivazioni dello sciopero

In una nota stampa i sindacati spiegano che «la salute e la sicurezza sul lavoro devono diventare un vincolo per poter esercitare l’attività d’impresa.»

Le richieste sono di «cancellare le leggi che negli anni hanno reso il lavoro precario e frammentato,» di «superare il subappalto a cascata e ripristinare la parità di trattamento economico e normativo per le lavoratrici e i lavoratori di tutti gli appalti pubblici e privati» e di «rafforzare le attività di vigilanza e prevenzione incrementando le assunzioni nell’Ispettorato del Lavoro e nelle Aziende Sanitarie Locali