Oggi lunedì 12 febbraio nuovo sciopero dei treni, che coinvolgerà i lavoratori di tutte le aziende ferroviarie. Ecco i dettagli su orari della mobilitazione e fasce garantite.

Lo sciopero previsto per oggi lunedì 12 febbraio è stato effettivamente confermato e toccherà gli operatori Trenitalia, Italo e Trenord. Quanto succederà nelle prossime ore è parte di una serie di proteste organizzate da vari sindacati del trasporto ferroviario in tutta Italia. Ecco maggiori dettagli.

Sciopero treni 12 febbraio: gli orari della mobilitazione

La mobilitazione interesserà l’intero territorio italiano dalle 9:00 alle 17:00, ma vedrà la regolare circolazione dei treni Frecce e Intercity nonostante l’interruzione del servizio della durata di 8 ore. Viene promossa dai sindacati di Base Cub e Usb e coinvolgerà i lavoratori di tutte le aziende ferroviarie, inclusi quelli del trasporto merci su rotaia e i tecnici dell’infrastruttura ferroviaria di RFI.

Ad essere interessati saranno sia i treni ad alta velocità che quelli regionali e a lunga percorrenza. Nonostante lo sciopero, verranno garantiti i servizi minimi di trasporto, con un’elenco di treni assicurati disponibile sia per le tratte a lunga percorrenza che regionali.

Le motivazioni dietro la protesta di oggi sono legate alla mancata risposta della dirigenza RFI sul rinnovo contrattuale per i ferrovieri, come indicato dai sindacati Cub trasporti/sgb, Usb lavoro privato e Assemblea Nazionale PdM/PdB. I lavoratori contestano in particolare l’accordo di settore firmato il 10 gennaio da altre organizzazioni, che avrebbe ridotto le tutele contrattuali in termini di salario, salute e sicurezza sul lavoro.

Trenitalia e Italo: i treni garantiti

Trenitalia ha comunicato che, nonostante lo sciopero, non sono previste modifiche per i treni a lunga percorrenza, ma avvisa che potrebbero verificarsi cambiamenti nel servizio. Durante lo sciopero, l’azienda garantirà i servizi minimi con un elenco di treni nazionali assicurati, mentre per i treni regionali sarà possibile consultare gli elenchi dei servizi garantiti regione per regione tramite l’app Trenitalia e il sito web nella sezione Infomobilità.

Anche Italo sarà influenzato dallo sciopero, a causa dell’astensione dal lavoro del personale RFI impiegato nella manutenzione e nell’infrastruttura. Come Trenitala, ha predisposto una lista di treni garantiti per ridurre i disagi ai viaggiatori.

Trenord, partecipando allo sciopero, prevede possibili disagi per i servizi ferroviari in Lombardia, con variazioni e cancellazioni possibili per i treni Regionali, Suburbani, a Lunga Percorrenza e per il servizio Aeroportuale. Tuttavia, verranno garantite fasce orarie protette per i pendolari, con i treni che partiranno entro le 9:00 e arriveranno a destinazione finale entro le 10:00.

Febbraio sarà un mese “caldo” per le agitazioni sindacali

In Lombardia le proteste potrebbero estendersi a diversi giorni di febbraio, e non è detto che non si estendano a livello nazionale. Nonostante le fasce garantite, sono comunque previsti maggiori ritardi e attese. Vi consigliamo, pertanto, di acquistare anticipatamente il vostro biglietto per i mezzi pubblici tramite app. O, in alternativa, di ricorrere a soluzioni di micromobilità elettrica e bike sharing.

In ogni caso, per i viaggiatori che subiranno ritardi o cancellazioni, è previsto il rimborso del biglietto in base alle Condizioni Generali di Trasporto di ciascun operatore. I dettagli sono consultabili sui siti delle singole aziende ferroviarie.