Narrow house è un’opera d’arte, un’attrazione turistica, ma è soprattutto qualcosa che non si vede tutti i giorni. È la casa più stretta al mondo, si trova in Normandia- in Francia– e non aspetta altro che essere visitata.

Di case piccole e strette ce ne sono tante, dalla “Casa tappa buchi” di Milano alla “Casa du currivu” (casa del dispetto) costruita a Petralia Sottana, in Sicilia, passando per la “Great Cumbrae” in Scozia.

Nessuna di queste, però, può vantare le misure ridotte della Narrow house, un’installazione permanente firmata Erwin Wurm. Questa non è solo la casa più stretta al mondo, ma è anche un’abitazione dove ogni oggetto è stato “stirato” per adattarsi alle dimensioni insolite dell’edificio.

Questo piccolo gioiello architettonico non è abitabile. Ma la sua porta è aperta al grande pubblico, al punto che è diventata l’attrazione turistica per eccellenza di Le Havre, la cittadina che la ospita.

In questo articolo ti accompagniamo in un viaggio virtuale alla scoperta della casa più stretta del mondo, certi che finirà dritta nella tua lista di luoghi da visitare almeno una volta nella vita.

Narrow house: un viaggio nella casa più stretta al mondo

Ci troviamo in Francia e più precisamente nella Square Claude-Érignac, a Le Havre, una città nella regione della Normandia. Al centro di questa piazza spicca la casa che sfida le normali dimensioni architettoniche, con i suoi 7 metri di lunghezza, 1,3 metri di larghezza e 16 metri di altezza.

Narrow house è un’opera dell’austriaco Erwin Wurm, un artista che ha giocato molto con gli spazi, restringendoli e allargandoli. È infatti sua anche la Fat house, una casa “grassa” che, insieme alle altre “Fat sculptures”, lancia un messaggio irriverente sull’odierna società dei consumi.

Diversamente dalle altre sculture, però, la Narrow house è un museo in miniatura. Come nella Fat house ci si può entrare, ma a differenza di questa, la casa più stretta del mondo dispone anche degli oggetti più stretti del mondo.

All’interno della Narrow house, l’arredamento devia completamente dagli standard convenzionali. Qui, non troverai gli arredi che caratterizzano le case tradizionali: lo scultore ha adattato ogni pezzo di mobilia alle dimensioni della casa. Sedie, tavoli, lavabi, vasca da bagno, letto: tutto è stato ridotto dallo scultore alle proporzioni minime.

Lo stesso è accaduto agli oggetti di uso quotidiano, che in questa casa hanno preso una dimensione  fuori dall’ordinario. Le ciabatte, ad esempio, sono state ridotte a una strana forma che sembra adattarsi ai piedi strettissimi e lunghissimi di chissà quale creatura mitologica.

Erwin Wurm ha prodotto negli anni svariati modelli di questa casa, tutti ispirati a quella in cui viveva da bambino, ovviamente riadattandoli in un modo, come abbiamo visto, piuttosto surreale.

Uno di questi modelli è stato portato anche in Italia in occasione della Biennale del 2011 di Venezia, ma la casa più stretta del mondo può essere visitata (gratuitamente) solo in Francia, dove è stata installata in modo permanente.

Come raggiungere la casa più stretta del mondo

Per arrivare a Le Havre si può prenotare un volo per Parigi, la smart city francese. La città della Normandia, situata nel dipartimento della Senna Marittima, dista circa 200 chilometri dai due aeroporti parigini quello di Roissy-Charles De Gaulle e quello di Orly. 

Una volta a terra, si può:

  • Noleggiare un’auto direttamente dall’aeroporto e con quella imboccare le autostrade A13 e successivamente la A131;
  • Optare per una soluzione più sostenibile, viaggiando sul treno diretto, che parte da Paris St Lazare.

Raggiunta Le Havre, ci si può muovere verso la Narrow house con il servizio di trasporto pubblico LiA. Oppure usufruendo dei servizi di bike sharing.