Immaginate un pittoresco borgo affacciato sul Lago di Garda, dove bellezza naturale e un ricco patrimonio storico si incontrano per dare vita a un luogo perfetto per un weekend fuori porta o una vacanza all’insegna del relax. Questo è Toscolano Maderno.

Conosciuto per la sua bellezza e le numerose attrazioni turistiche, Toscolano Maderno si trova sulla sponda occidentale del Lago di Garda, in provincia di Brescia, ed è uno dei borghi della Lombardia più incantevoli da visitare.

Toscolano Maderno, dall’antichità a oggi

La storia di Toscolano Maderno inizia in epoca romana, come dimostrano i resti di antiche ville e manufatti ritrovati nella zona.

Durante il Medioevo, Toscolano e Maderno erano due villaggi separati, ciascuno con la propria identità e caratteristiche: Toscolano era noto per la sua produzione di carta, grazie ai numerosi mulini lungo il fiume Toscolano, mentre Maderno era un importante centro commerciale.

Solo nel 1928 i due villaggi si unirono per formare l’attuale comune di Toscolano Maderno, creando una comunità il cui patrimonio patrimonio culturale è tra i fattori che più attraggono visitatori. Vanno aggiunti poi i bellissimi panorami sul Lago e le tante attività all’aperto che lo stesso offre: dal trekking all’arrampicata, dagli sport acquatici al cicloturismo.

Cosa vedere a Toscolano Maderno

Che sia per una gita fuori porta da Milano (da cui dista poco meno di 150km) o da Verona (70km), per una deviazione lungo la ciclovia Bergamo-Brescia, o, ancora, per un tour del Lago di Garda, una sosta a Toscolano Maderno è sempre un’ottima scelta. Vediamo quali sono le cose assolutamente da vedere una volta giunti nel borgo.

Il lungolago di Toscolano Maderno

Il lungolago di Toscolano Maderno è perfetto per passeggiate romantiche o rilassanti. Con una vista d’eccezione sul Lago di Garda e una varietà di caffè e ristoranti , è un luogo ideale per godersi il paesaggio e assaporare la cucina locale.

La Basilica di Sant’Andrea

La Basilica di Sant’Andrea è un’imponente costruzione situata a Maderno. Si ritiene che questa chiesa, costruita nel XII secolo, fosse in origine un tempio pagano, poi convertito in luogo di culto cristiano a seguito dei Decreti di Onorio Imperatore, che imponevano l’eliminazione dei tempi pagani.

L’edificio è un esempio straordinario di architettura romanica. All’interno, i visitatori possono ammirare affreschi e opere d’arte che risalgono al periodo medievale.

La Chiesa si Sant’Ercolano

Questa chiesa, che si trova a pochi passi dal Lago, è stata costruita nel 1825 sui resti di un antico castello. Al suo interno si possono ammirare dipinti di Paolo Veronese, Andrea Celesti e del Bertanza. In più, custodisce le reliquie di Sant’Ercolano.

A tal proposito, intorno a questa chiesa ruota un’affascinante leggenda. Quando, nel 1282, vennero scoperte le spoglie di San Ercolano (Vescovo di Brescia nel VI secolo, morto a Campione dove si era ritirato in solitudine), tra i paesi della Riviera scoppiò una competizione per aggiudicarsele. Così, per dirimere la questione, si decise di porle su una barca e lasciare alle onde del Lago decidere quale sarebbe stata la loro “casa”. Le spoglie giunsero proprio nel golfo di Maderno, e fu così che Sant’Ercolano divenne il Patrono non solo del paese ma di tutta la Riviera.

L’Orto Botanico “G.E. Ghirardi”

L’Orto Botanico “G.E. Ghirardi” è un giardino botanico che ospita una vasta gamma di piante provenienti da diverse parti del mondo.

È un luogo ideale per gli amanti delle fioriture, della natura e per chi desidera trascorrere qualche ora in un ambiente tranquillo e rilassante. Il giardino offre anche una vista spettacolare sul Lago di Garda.

Il Monumento Bella Italia di Toscolano Maderno

In Piazza Maderno si trova una statua che raffigura una donna con lo sguardo rivolto a lato. Opera dello scultore Leonardo Bistolfi, fu inaugurata nel 1909 in memoria dello statista e Presidente del Consiglio Giuseppe Zanardelli, che per anni visse nella frazione di Bornico.

L’artista scolpì il volto della donna – che rappresenta la patria- rivolto verso est, o meglio, verso Trieste, che all’epoca era ancora sotto il dominio austriaco. Una sorta di auspicio che la città del caffè divenisse presto parte d’Italia.

Il basamento riporta ancora un’iscrizione a memoria di Zanardelli.

Palazzo Gonzaga

Correvano i primi anni del Seicento, quando i Gonzaga, signori di Mantova, commissionarono la costruzione della loro residenza estiva sul Lago di Garda. L’incarico fu affidato all’architetto Antonio Maria Viani e il risultato si può ammirare ancora oggi.

Palazzo Gonzaga a Toscolano Moderno si sviluppa su due piani e un tempo era collegato tramite una galleria sotterranea alla “Villa del Serraglio“, un parco di circa 20.000 m² coltivato ad alberi da frutta.

Nel corso del tempo il palazzo è passato prima nelle mani di Leopoldo di Lorena, poi ad alcuni nobili bresciani e , infine nel 1933, alla famiglia Gaoso. Dopo il terremoto del 2004, che colpì la zona di Salò, l’edificio ha subito un importante restauro.

Palazzo Bulgheroni

Palazzo Bulgheroni un tempo apparteneva al Convento dei Padri Serviti di San Pietro Martire e aveva un parco che comunicava direttamente con il convento. Acquistato poi dai Gonzaga a metà del Seicento, nel 1712 passò alla Casa regnante Austriaca. Successivamente fu acquistato prima da un commerciante di immobili, e poi dal Conte Rizzardi.

Al momento è una proprietà privata, ma dai cancelli è possibile ammirare i magnifici giardini, la limonaia (dove il comune occasionalmente organizza visite guidate) e le decorazioni di una cornice affrescata con scene mitologiche e putti alati, che in origine riempivano anche i medaglioni dei cassettoni lignei del sottotetto.

La Villa Romana dei Nonii Arrii

I resti di questa villa rappresentano un importante sito archeologico che offre uno sguardo affascinante sulla vita durante l’epoca romana. I resti includono mosaici ben conservati e strutture architettoniche che testimoniano l’eleganza e il lusso dell’epoca.

La Valle delle Cartiere

La Valle delle Cartiere è una delle attrazioni più affascinanti di Toscolano Maderno.

Questa valle è stata il centro della produzione di carta per secoli, e oggi ospita un museo che racconta la storia di questa industria.
I visitatori possono esplorare le rovine dei vecchi mulini e scoprire come veniva prodotta la carta in passato.

La valle è anche un luogo perfetto per escursioni e passeggiate nella natura.

Come arrivare a Toscolano Maderno

Raggiungere Toscolano Maderno non è difficile e si possono scegliere diverse modalità:

  • In Auto: per raggiungere il borgo si può prendere l’autostrada A4 e uscire a Desenzano del Garda. Da qui, basta seguire le indicazioni per Salò e poi proseguire lungo la strada statale 45 bis fino a Toscolano Maderno.
  • In Treno: chi preferisce viaggiare in treno deve considerare che la stazione ferroviaria più vicina è quella di Desenzano del Garda, lungo la linea ferroviaria Milano-Venezia. Dalla stazione di Desenzano del Garda, è possibile prendere un autobus o un taxi per raggiungere Toscolano Maderno.
  • In Aereo: chi arriva da più lontano può acquistare un biglietto aereo via app e atterrare all’aeroporto più vicino, ovvero l’Aeroporto di Verona-Villafranca (Valerio Catullo), a circa 65 chilometri di distanza. Dall’aeroporto, è possibile noleggiare un’auto o prendere un autobus per la stazione ferroviaria di Verona Porta Nuova da cui si può prendere un treno per Desenzano del Garda e poi proseguire in autobus o taxi fino a Toscolano Maderno.
    Un’altra opzione è l’Aeroporto di Milano-Bergamo (Orio al Serio), situato però a circa 90 chilometri di distanza.