Tutti hanno sentito parlare almeno una volta dello Shinkansen, il “treno proiettile” che viaggia a 320 Km/h e che ha fatto guadagnare al Giappone il titolo di paese tecnologico e innovativo.

Negli ultimi anni i treni sono diventati i protagonisti della mobilità sostenibile.

Dall’alta velocità ai treni a idrogeno, sono diversi gli stati europei che stanno promuovendo delle iniziative per sfruttare maggiormente questi mezzi di trasporto. Ad esempio, la Francia vuole sostituire i treni agli aerei sulle tratte brevi.

In questo campo, il Giappone è avanti anni luce rispetto a molti altri luoghi. Lo dimostra l’efficace rete Shinkansen, che ha reso il Paese del Sol Levante una delle mete più sicure, confortevoli e veloci nel campo degli spostamenti.

Qual è la storia dello Shinkansen, il treno più veloce al mondo?

Ancora oggi lo Shinkansen è considerato uno dei mezzi di trasporto più innovativi al mondo. Eppure il treno proiettile non è così recente e ha già compiuto più di 50 anni.

La progettazione ferroviaria venne avviata infatti al termine degli anni ’30, con la produzione di disegni e idee. Il passo ufficiale, però, venne fatto nel 1959, quando si inaugurarono i primi lavori in quella che oggi è la stazione di Mishima.

Il 1° ottobre 1964, invece, alle 6 del mattino, due treni proiettile fecero la loro corsa inaugurale. Per comprendere meglio la qualità e l’efficacia di questi mezzi, basti sapere che il primo modello della serie “zero-kei” venne usato fino al 1999.

Negli anni sono state introdotte nuove serie di treni, ognuna capace di collegare capillarmente le grandi città e i luoghi meno conosciuti del Giappone, garantendo ai giapponesi e ai turisti un servizio di mobilità efficiente e veloce.

Quali sono i treni e le linee dello Shinkansen

La rete ferroviaria giapponese si avvale di 3 tipologie di Shinkansen, ovvero:

  • Treni rapidi, che si fermano presso le stazioni principali;
  • Treni semi-rapidi;
  • Treni locali, che fanno tappa presso tutte le stazioni.

Le 9 linee (7 Shinkansen e 2 mini-Shinkansen) consentono ai locali e ai visitatori di recarsi da un punto all’altro del paese in maniera confortevole e veloce.

Gestite dal Gruppo JR, esse sono:

  • Tokaido Shinkansen: la linea più famosa, unisce Tokyo – Yokohama – Nagoya – Osaka. Inaugurata nel 1964 per i Giochi Olimpici del Giappone, presenta 3 treni, ovvero Nozomi, Hikari e Kodama;
  • Sanyo Shinkansen: risalente al 1975, è la seconda linea Shinkansen più vecchia del paese. Collega Osaka, città del divertimento e del teatro Noh, a Fukuoka;
  • Tohoku Shinkansen: unisce Tokyo – Ueno – Omiya – Sendai – Morioka – Aomori, e accoglie 6 categorie di treni, ovvero Hayabusa, Komachi, Hayate, Yamabiko, Nasuno, Tsubasa;
  • Akita Shinkansen: questa linea di diramazione collega Tokyo – Ueno – Omiya – Sendai – Morioka – Tazawako – Kakunodate – Omagari – Akita;
  • Yamagata Shinkansen: unisce Tokyo – Ueno – Omiya – Utsunomiya – Koriyama – Fukushima – Yonezawa – Akayu – Kaminoyama Onsen – Yamagata – Tendo – Sakurambo Higashine – Murayama – Oishida – Shinjo;
  • Joetsu Shinkansen: risalente al 1985, questa linea è molto utilizzata dai turisti primaverili desiderosi di scoprire le località turistiche in fiore. Collega Tokyo – Ueno – Omiya – Nagaoka – Niigata;
  • Kyushu Shinkansen: su questa linea operano i treni Tsubame, Sakura e Mizuho. Essa collega Fukuoka – Shin Tosu – Kurume – Kumamoto – Sendai – Kagoshima Chuo;
  • Hokkaido Shinkansen: linea che entro il 2030 sarà estesa, attraversa la galleria sotterranea Seikan e unisce Aomori – Okutsugaru Imabetsu – Kikonai – Shin Hakodate Hokuto;
  • Hokuriku Shinkansen: inaugurate per i Giochi Olimpici di Nagano, collega Tokyo – Ueno – Omiya – Nagano – Toyama – Kanazawa.

Alta velocità e rivoluzione green: il Chuo Shinkansen è il futuro della mobilità ferroviaria sostenibile

Mentre paesi come il Texas e la Gran Bretagna si stanno impegnando per ridurre le emissioni di carbonio attraverso un servizio ferroviario innovativo, il Giappone continua a crescere e investire in questo campo, occupando ancora una volta il primo posto nel settore dell’alta velocità ferroviaria.

Se nel 1969 il paese ha sviluppato la tecnologia maglev, aumentando l’efficienza energetica, oggi sta facendo un ulteriore passo in avanti con il grande progetto Chuo Shinkansen.

Si tratta di una linea a levitazione magnetica che porterà i convogli a raggiungere i 505 Km/h, permettendo così un collegamento più veloce tra le città e un minore impiego locale dei più inquinanti aerei.

Il progetto prevede l’investimento di ben 64 miliardi di dollari, e il termine dei lavori per la prima tratta è previsto per il 2027.

Scopri il Giappone a bordo dello Shinkansen, tra tradizioni millenarie e paesaggi poetici

Se ti piace viaggiare in treno, approfitta delle linee Shinkansen per un’esperienza di turismo sostenibile alla scoperta delle bellezze del Giappone: dalle grandi metropoli alle foreste di bambù, dal salone delle automobili di Tokyo al forest bathing.

Nonostante il rincaro del Japan Rail Pass, il servizio ferroviario offerto è comunque vantaggioso per i turisti e permette un accesso illimitato a tutti i treni ad alta velocità, con l’aggiunta di un supplemento per i treni express Nozomi e Mizuho.

Programma in anticipo la tua vacanza nel paese del Sol Levante e acquista comodamente i biglietti per il volo usufruendo dei servizi di mobilità in app.