Il Friuli Venezia Giulia propone tariffe scontate per lo skipass in occasione di Pasqua. Ecco le località interessate dagli sconti, per trascorrere le vacanze sulla neve a prezzi convenienti.

La stagione sciistica 2024, dopo le nevicate record di queste settimane, sta vivendo un momento felicissimo in questi ultimi giorni invernali. Tra le località migliori per sciare ci sono anche quelle del Friuli Venezia Giulia che, per le vacanze pasquali, ha inaugurato un’interessante iniziativa. A partire da oggi lunedì 18 marzo, gli appassionati di sci della regione friulana potranno godere di prezzi scontati sugli skipass giornalieri in tutti e sei i distretti. Scopriamo i dettagli.

Skipass in Friuli Venezia Giulia a tariffe ridotte

La primavera sta arrivando, ma in montagna la neve c’è ancora. Specialmente in Friuli dove, da questa settimana, saranno applicati sconti per accedere alle piste innevate. Il costo dello skipass, infatti, passa da 44 euro a 31 euro. Le aree sciistiche interessate sono Piancavallo, Sappada-Forni Avoltri, Ravascletto-Zoncolan, Forni di Sopra-Sauris e Tarvisio.

Resteranno quindi aperte- con alcune limitazioni in termini di impianti e piste disponibili- consentendo agli sciatori di praticare lo sport fino al 1° aprile. Gli impianti di Sella Nevea, invece, saranno attivi fino al 14 aprile seguendo il calendario previsto.

Le condizioni operative degli impianti potranno variare in base al meteo e alle condizioni delle piste, che attualmente permettono ancora una buona resa.

I prezzi da lunedì 18 marzo a Pasquetta

Nel contesto delle finali di Coppa del mondo di sci paralimpico, che si terranno a Sella Nevea dal 18 al 25 marzo, le piste Agonistica e Turistica saranno riservate alle gare e chiuse al pubblico, ma gli altri impianti e piste rimarranno accessibili.

Da oggi, 18 marzo, al 1° aprile (giorno in cui si festeggerà Pasquetta) verranno applicate le seguenti tariffe di bassa stagione per gli skipass:

  • 31 euro per gli adulti;
  • 27,50 euro per i senior;
  • 10 euro per le categorie junior e over 75.

L’ingresso sarà invece gratuito per i bambini.

I vantaggi di sciare a marzo, lontani dall’overtourism 

Sciare a marzo può risultare sorprendentemente accessibile e piacevole, contrariamente a quanto si potrebbe pensare. Con le condizioni meteorologiche adatte e l’abbondanza di neve, l’Italia offre numerosi comprensori sciistici ancora operativi, ideali per trascorrere un piacevole weekend di fine inverno.

Questo periodo dell’anno si rivela ottimale per un soggiorno in montagna, dal momento che permette di evitare le masse turistiche tipiche dell’alta stagione e di godere dei paesaggi innevati in serenità. In aggiunta, molte località propongono offerte speciali, attirando gli appassionati di sci con la prospettiva di risparmiare.

L’avvicinarsi della primavera offre inoltre il vantaggio di giornate più lunghe, permettendo così di prolungare il tempo trascorso sciando.