Andiamo alla scoperta della Spagna, una delle avversarie dell’Italia nelle primissime fasi a gironi di Euro 2024. Studiamo la rosa delle Furie Rosse, il profilo del CT e altre curiosità.

Una delle principali favorite tra le squadre che partecipano agli Europei in Germania è sicuramente la Spagna. La selezione iberica è temibile: piena zeppa di talenti giovanissimi che quest’anno sono esplosi in tutto il loro splendore e che si presentano al torneo con la tipica sfrontatezza di chi vuole dimostrare subito la propria forza.

Certo, il girone B ha riservato un sorteggio non semplice: gli spagnoli dovranno vedersela innanzitutto con la Nazionale azzurra di Luciano Spalletti, ma anche con altre avversarie temibili come la Croazia e l‘Albania.

Scopriamo tutte le informazioni sulle Furie Rosse.

La rosa della squadra: i giocatori della Spagna a Euro 2024

Il CT della Spagna, Luis De La Fuente, ha annunciato in una conferenza stampa la lista dei 29 pre-convocati per gli Europei di Germania. Tra questi, tre giocatori saranno scartati per arrivare alla lista definitiva di 26 players. I nomi dei tre giocatori esclusi saranno comunicati dopo le amichevoli del 5 giugno contro Andorra e dell’8 giugno contro l’Irlanda del Nord.

Le principali novità della lista sono Fermin del Barcellona e Ayoze del Betis. Inoltre, sono inclusi i due giovani talenti 17enni del Barcellona Lamine Yamal e Cubarsì. Tra gli esclusi eccellenti figurano Asensio e Sarabia.

Portieri (3)

  • Unai Simón (Athletic Bilbao);
  • Alex Remiro (Real Sociedad);
  • David Raya (Arsenal).

Difensori (9)

  • Jesús Navas (Siviglia);
  • Carvajal (Real Madrid);
  • Le Normand (Real Sociedad);
  • Laporte (Al-Nassr);
  • Nacho (Real Madrid);
  • Vivian (Athletic Bilbao);
  • Cubarsí (Barcellona);
  • Grimaldo (Bayer Leverkusen);
  • Cucurella (Chelsea).

Centrocampisti (9)

  • Zubimendi (Real Sociedad);
  • Rodri (Manchester City);
  • Mikel Merino (Real Sociedad);
  • Fabián Ruiz (Psg);
  • Pedri (Barcellona);
  • Marcos Llorente (Atletico Madrid);
  • Fermín (Barcellona);
  • Aleix García (Girona);
  • Baena (Villarreal);

Attaccanti (8)

  • Lamine Yamal (Barcellona);
  • Ferran Torres (Barcellona);
  • Dani Olmo (Lipsia);
  • Nico Williams (Athletic Bilbao);
  • Ayoze (Betis Siviglia);
  • Morata (Atletico Madrid);
  • Joselu (Real Madrid);
  • Oyarzabal (Real Sociedad).

Il profilo del CT della Spagna a Euro 2024: chi è Luis De la Fuente

Nato nel 1961, Luis De la Fuente è stato promosso alla guida della Nazionale maggiore dopo aver allenato l’Under 21 dal 2018. Ex calciatore, ha trascorso l’intera carriera professionistica in Spagna, giocando per l’Athletic Bilbao– club in cui ha militato per oltre un decennio- Siviglia e Alavés. Dopo aver concluso la carriera da giocatore si è dedicato a quella da allenatore nel 2005, sempre con il Bilbao, inizialmente come tecnico delle formazioni giovanili.

Durante le stagioni 2006-2007 e 2009-2010 ha guidato il Bilbao Athletic, la squadra ‘B’ del club basco, entrambe le volte in Segunda División B. Dopo una breve esperienza sulla panchina dell’Alavés, conclusasi con un esonero, De la Fuente è entrato a far parte dello staff della Federcalcio spagnola. Nel 2015 ha vinto gli Europei di categoria in Grecia con l’Under 19 e tre anni dopo ha conquistato i Giochi del Mediterraneo con l’Under 18.

Il 24 luglio 2018 è stato nominato commissario tecnico dell’Under 21, succedendo ad Albert Celades. Durante il suo mandato ha vinto gli Europei nel 2019 in Italia e ha ottenuto la medaglia d’argento alle Olimpiadi di Tokyo 2020, dietro il Brasile.

Poi è arrivata la chiamata come selezionatore per la Nazionale maggiore, con cui ha conquistato la UEFA Nations League nel giugno 2023 e si è qualificato come primo nel rispettivo girone di qualificazione per gli Europei di quest’anno.

Curiosità e statistiche sulla Nazionale spagnola agli Europei

Dopo il trionfo nell’edizione del 1964, la Spagna ha conquistato nuovamente il titolo europeo a Euro 2008 e Euro 2012, intervallando questi successi con la vittoria al Mondiale del 2010.

  • Miglior piazzamento: campione 1964, 2008, 2012;
  • Presenze agli Europei: 11;
    Edizioni degli Europei da nazione ospitante: 1964 (V);
  • Bilancio complessivo: G46, V21, P15, S10, GF68, GS42;
  • Bilancio fase a gironi: G30, V14, P9, S7, GF45, GS28;
  • Bilancio fase a eliminazione diretta: G16, V7, D6, L3, GF23, GS14.

Con 6 gol, Álvaro Morata è il miglior marcatore della Spagna nella storia degli Europei.

Gruppo B: tutte le news sulle avversarie della Spagna a Euro 2024

Il girone B si preannuncia estremamente equilibrato. La Spagna di De La Fuente parte con un leggero vantaggio nei pronostici grazie a una squadra che combina esperienza e gioventù. Le Furie Rosse hanno affrontato un percorso di qualificazione quasi perfetto, con sette vittorie e una sconfitta in otto partite, e sono tra le favorite del torneo.

Dietro la Spagna, troviamo praticamente appaiate Italia e Croazia. Gli Azzurri tornano a partecipare a un grande torneo dopo la mancata qualificazione ai Mondiali del 2022 e del 2018, mentre i croati sono ormai una certezza del calcio internazionale. Saranno probabilmente gli uomini di Spalletti e quelli di Dalic a contendersi il secondo posto, ma ci si può aspettare una lotta accesa a tre per il passaggio del turno.

Da non sottovalutare l’outsider Albania. La formazione di Sylvinho parte svantaggiata nei pronostici rispetto alle altre rivali, ma ha mostrato ottime prestazioni nelle qualificazioni dove ha ottenuto il primo posto nel gruppo E davanti a Repubblica Ceca e Polonia. Gli albanesi, alla loro seconda partecipazione agli Europei, cercheranno di sovvertire le aspettative per conquistare un posto agli ottavi di finale.