Optare per la spedizione di un’auto è una decisione cruciale, spesso dettata da esigenze logistiche o da un cambio di residenza. Tuttavia, la scelta del mezzo di trasporto può influenzare notevolmente il costo complessivo del servizio. In questo articolo, esploreremo le differenze nel trasporto di auto tramite bisarca, treno, aereo e nave, analizzando le varie opzioni a disposizione dei proprietari dei veicoli.

Sono molti i fattori da considerare quando si vuole spedire un’auto. La distanza e la destinazione sono sicuramente i due aspetti più rilevanti, per questo motivo bisogna analizzare attentamente la situazione per trovare la soluzione migliore e, possibilmente, ridurre al minimo la spesa.

Trasporto auto con bisarca, la soluzione più accessibile

Il trasporto auto con bisarca rappresenta una delle opzioni più comuni ed economiche. Le bisarche sono veicoli specializzati, progettati per trasportare più automobili contemporaneamente. Questa soluzione offre un costo competitivo grazie alla condivisione dei costi del carburante e del pedaggio tra diverse vetture.

Tuttavia, è importante considerare la durata del viaggio e l’usura del veicolo durante il trasporto su strada. Nelle lunghe distanze, i costi aumentano proporzionalmente. Inoltre, le dimensioni e il peso dell’auto influenzano direttamente il prezzo del trasporto con bisarca, con auto più pesanti o di maggiori dimensioni che possono richiedere tariffe aggiuntive.

In media, la spedizione di un’auto con bisarca da Milano a Roma costerebbe circa 300 euro. Mentre da Torino a Napoli costerebbe sui 350 euro. I prezzi, però, possono variare a seconda della compagnia scelta per il trasporto dell’auto. Per cui è necessario tenere sempre sotto controlli i costi ed eventualmente richiedere più preventivi per valutare la soluzione più vantaggiosa.

Spedire un’auto con il treno è ancora possibile?

Spedire un’auto attraverso un viaggio in treno sarebbe sicuramente l’opzione più ecologica e sostenibile, ma da diversi anni non è più possibile, almeno in Italia.

Il servizio è stato offerto da Trenitalia fino al 2011, per poi essere interrotto. Per alcuni anni, si è potuto spedire l’auto su alcune tratte italiane gestite dalla compagnia ferroviaria austriaca ÖBB Nightjet e dalla società svizzera SBB CFF FFS. Tuttavia, sembra che anche queste opzioni non siano più disponibili oggi.

Aereo: la soluzione più rapida, ma costosa per spedire l’auto

Il trasporto auto via aereo è la scelta più veloce, ma anche la più costosa. Questa opzione è ideale per chi ha bisogno di spedire l’auto in tempi rapidi e su lunghe distanze, ma è importante valutare attentamente i costi associati a questo servizio.

È essenziale, in questo caso, valutare l’urgenza del trasporto rispetto al budget disponibile. Avere una buona assicurazione è un fattore critico per proteggere il valore dell’auto durante il trasporto aereo, nonostante comporti costi assicurativi più elevati.

Quanto conviene spedire l’auto con il traghetto?

Un’opzione valida per i lunghi tragitti, ma particolarmente costosa, è quella di spedire l’auto con la nave o il traghetto. In questo caso, l’auto può essere trasportata sull’imbarcazione senza necessità che il proprietario resti a bordo durante la traversata in mare.

Tuttavia, i costi non sono particolarmente accessibili. E, come nel caso dell’aereo, è sempre necessario avere un’assicurazione che copra gli eventuali danni e rischi che il veicolo può subire durante il trasporto.