Con l’arrivo della primavera le temperature più miti e la natura in fiore invitano a uscire e a muoversi. È dunque il momento perfetto per abbandonare le mura domestiche e immergersi nello sport outdoor.

L’attività fisica regolare è il fondamento di una vita sana ed equilibrata. Non si tratta solo di bruciare calorie o di mettere su massa muscolare, ma anche di alimentare la nostra mente e il nostro spirito. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, basterebbero solo 150 minuti a settimana di attività fisica moderata per prenderci cura della nostra salute psicofisica.

E quale momento migliore per allenarsi, se non in primavera, praticando sport outdoor, tra parchi, piste ciclabili e natura incontaminata? Se la cosa ti stuzzica, in questo articolo troverai qualche idea sportiva per passare la tua primavera outdoor all’insegna del benessere.

Sport outdoor: quali sono i benefici

Senza dubbio, l’attività fisica apporta innumerevoli benefici, ma quando la si pratica all’aria aperta, i vantaggi si amplificano. Lo sport outdoor coniuga l’esercizio fisico con il contatto diretto con la natura, aggiungendo un elemento essenziale alla nostra salute e al nostro benessere. Studi dimostrano, infatti, che il solo fatto di trascorrere del tempo immersi nella natura può ridurre lo stress, migliorare l’umore e aumentare la sensazione di benessere generale.

Oltre al benessere psicologico, lo spor outdoor:

  • Ossigena maggiormente i muscoli, ottimizzando il sistema cardiorespiratorio e migliorando le prestazioni;
  • Favorisce l’assorbimento di vitamina D, grazie all’esposizione alla luce del sole.

Inoltre, diversamente dagli sport praticati al chiuso, in palestre che richiedono l’uso di illuminazione artificiale, lo sport outdoor è a impatto zero, facendo dunque bene, non solo alla nostra salute, ma anche all’ambiente.

Hiking, trekking ed escursionismo in primavera

Sono gli sport outdoor per eccellenza e vanno bene in qualunque stagione. In primavera, però, quando la natura si risveglia e i paesaggi si tingono di verde, fanno tutto un altro effetto. Hiking, trekking ed escursionismo vengono usati come sinonimi, ma sono tre sport diversi tra loro:

  • Hiking: è una passeggiata in montagna o in campagna su sentieri ben segnalati e facilmente accessibili. È un’attività adatta a tutti i livelli di fitness e di esperienza, poiché offre una varietà di percorsi, dai più semplici ai più impegnativi;
  • Trekking: simile all’hiking, ma solitamente coinvolge percorsi più lunghi e impegnativi, spesso con notti trascorse in tenda o in rifugi di montagna. Può essere un’esperienza più avventurosa, richiedendo una maggiore preparazione e attrezzatura adeguata. È uno sport che può essere praticato letteralmente ovunque, dalle montagne, ai vulcani, passando per il trekking urbano;
  • Escursionismo: si tratta di una camminata in ambienti naturali, ma, a differenza degli sport precedenti, spesso i percorsi sono più brevi e meno impegnativi. L’escursionismo è un’opzione ideale per chi desidera trascorrere del tempo all’aperto senza la necessità di grandi preparativi o attrezzature specializzate.

Ciclismo: pedalate di primavera

Per praticare il ciclismo non occorre essere ritagliarsi del tempo libero e nemmeno avere una bicicletta. La bici si può noleggiare grazie al servizio di mobilità sostenibile del bike sharing, ormai presente in moltissime città, e per praticarlo si può sfruttare il tragitto casa lavoro, inforcando la bicicletta anziché usare l’auto.In questo modo si coniugano praticità, sport e sostenibilità: si evitano gli ingorghi del traffico, si riducono le emissioni di CO2 e si ottiene un doppio beneficio per la salute, con l’esercizio fisico e l’aria pulita. Per chi vuole qualcosa di più avventuroso della passeggiata in bici in città, esistono anche attività come l’e-mountain biking e il downhill.

Park bench workout: lo sport nei parchi

Se vivi in una città con un basso indice di sportività, una buona alternativa alla palestra da fare in primavera, outdoor, è il Park bech workout. Viene dagli Stati Uniti ed è un modo innovativo di allenarsi utilizzando panchine e altre strutture presenti nei parchi pubblici per lavorare sia sulla parte bassa sia su quella alta del corpo. Se poi hai la fortuna di vivere in una città che ha fatto sua la filosofia dello sport urbanism, oltre alle panchine avrai a disposizione anche gli attrezzi gratuiti e accessibili a chiunque, che puoi trovare proprio nei parchi.

Connettersi in primavera con lo yoga

Non è solo stretching, non è la versione orientale della ginnastica posturale. Lo yoga è uno sport completo, è una pratica olistica che agisce su ogni aspetto della persona: fisico, emozionale, psichico e spirituale. Questa antica pratica offre un percorso verso l’equilibrio totale, coordinando ogni funzione organica per mantenere uno stato di salute ottimale. Praticato outdoor in primavera diventa un’esperienza ancora più arricchente, poiché ti permette di immergerti nella bellezza della natura mentre coltivi il tuo benessere interiore e non solo.