L’Italia si qualifica se: ecco tutti gli scenari possibili per l’approdo agli ottavi di finale di Euro 2024. Dopo la sconfitta patita contro la Spagna, questa sera la Nazionale di Luciano Spalletti affronta la Croazia. In palio c’è un posto negli ottavi di finale di Euro 2o24. Vediamo come gli azzurri arrivano alla sfida e le possibili combinazioni per qualificarsi.

Un match da dentro o fuori: contro la Croazia sarà una sfida fondamentale per il cammino europeo dell’Italia di Luciano Spalletti. Questa sera, alla Red Bull Arena di Lipsia, gli azzurri affronteranno una squadra che, nonostante un cammino agli Europei di Germania fin qui non entusiasmante, solo due anni fa è riuscita ad arrivare alla semifinale del Mondiale in Qatar. E che, pareggiando contro l’Albania, ha mantenuto viva la speranza di qualificarsi agli ottavi di finale. Dunque, massima attenzione per avere la meglio su un avversario ostico.

L’Italia si qualifica se: cosa serve per arrivare agli ottavi di Euro 2024

Alla Nazionale non servono tanti calcoli: gli 11 di Spalletti scenderanno in campo ovviamente per vincere. Ma le varie combinazioni possiamo farle noi, così da capire ogni possibile scenario.

Al momento, la Nazionale italiana si trova al secondo posto del girone B con 3 punti, dietro la Spagna che ne ha 6, e davanti a Croazia e Albania, entrambe con 1 punto. Un pareggio o una vittoria contro la Croazia garantirebbe all’Italia il secondo posto, assicurando così la qualificazione agli ottavi di finale. Anche se l’Albania dovesse vincere e l’Italia pareggiare, l’Italia resterebbe seconda grazie alla vittoria nello scontro diretto contro l’Albania (2-1).

Qualificandosi al secondo posto, l’Italia affronterebbe la Svizzera, seconda del gruppo A, negli ottavi di finale in programma sabato 29 giugno all’Olympiastadion di Berlino alle 18:00. La Svizzera, ieri sera, ha pareggiato contro la Germania; se avesse vinto sarebbe arrivata prima nel gruppo A, con i tedeschi secondi.

Se l’Italia dovesse perdere contro la Croazia potrebbe comunque passare agli ottavi di finale come una delle migliori terze classificate, ma solo a determinate condizioni. La prima condizione è che l’Albania non batta la Spagna; in caso contrario, con una vittoria dell’Albania e una sconfitta dell’Italia, quest’ultima chiuderebbe il gruppo all’ultimo posto. Se l’Albania non dovesse vincere, sarebbe probabilmente decisiva la differenza reti (come da regolamento di Euro 2024).

Attualmente l’Italia ha 3 punti e una differenza reti di zero. Una sconfitta contro la Croazia porterebbe la differenza reti a -1 (aumentando a -2 con una sconfitta di due gol, -3 con una sconfitta di tre gol, e così via). Il gruppo A è già definito, con l’Ungheria terza classificata con 3 punti e una differenza reti di -3. Pertanto, all’Italia basterebbe perdere con non più di due gol di scarto per essere avanti all’Ungheria. A quel punto, l’Italia passerebbe agli ottavi se una delle altre terze classificate dei restanti gruppi facesse meno punti o avesse una peggior differenza reti: un’ipotesi piuttosto probabile.

In caso di terzo posto e qualificazione come una delle migliori terze, l’Italia potrebbe incontrare il Portogallo il 1° luglio a Francoforte alle 21:00, oppure la prima classificata del gruppo E, che include Belgio, Ucraina, Romania e Slovacchia (tutte con 3 punti dopo due giornate), il 2 luglio a Monaco di Baviera alle 18:00.

Le probabili formazioni di Croazia-Italia

Scopriamo ora le formazioni probabili in vista del match di stasera. Entrambi gli allenatori hanno deciso di apportare qualche cambiamento rispetto alla formazione schierata nell’ultima partita.

Spalletti, dopo la pesante sconfitta contro la Spagna, opterà per un undici più prudente, inserendo Cristante e Cambiaso al posto di Frattesi e Pellegrini. Cercherà fino all’ultimo di recuperare Dimarco, ma il terzino dell’Inter non si è allenato con il gruppo dopo la partita contro la Spagna: è quindi più probabile l’impiego a sinistra dell’affidabile Darmian. In attacco, Mateo Retegui sarà il centravanti, vantando una media gol con la maglia dell’Italia nettamente superiore rispetto a quella di Gianluca Scamacca.

Anche Dalic apporterà modifiche, lasciando fuori Marcelo Brozovic e inserendo Sucic in una formazione che passerà dal 4-3-3 al più audace 4-2-3-1. Tra i giocatori offensivi, attenzione all’atalantino Pasalic, mentre Ante Budimir guiderà l’attacco. Il fischio d’inizio è previsto per le ore 21:00 e l’arbitro della partita sarà l’olandese Makkelie.

Croazia (4-2-3-1) – Livakovic; Stanisic, Sutalo, Erlic, Gvardiol; Modric, Kovacic; Mario Pasalic, Sucic, Kramaric; Budimir. A disposizione: Labrovic, Ivusic, Pongracic, Sosa, Vida, Juranovic, Majer, Brozovic, Baturina, Petkovic, Perisic, Ivanusec, Pjaca, Marco Pasalic. Commissario tecnico: Zlatko Dalic.

Italia (4-2-3-1) – Donnarumma; Di Lorenzo, Bastoni, Calafiori, Darmian; Cristante, Jorginho; Cambiaso, Barella, Chiesa; Retegui. A disposizione: Vicario, Meret, Gatti, Dimarco, Buongiorno, Mancini, Bellanova, Fagioli, Frattesi, Pellegrini, Scamacca, El Shaarawy, Zaccagni, Folorunsho, Raspadori. Commissario tecnico: Luciano Spalletti.

Dove vedere la partita

Il match tra Croazia e Italia potrà essere seguito in diretta su Rai 1 dalle ore 21:00. In alternativa sarà possibile vedere la partita in streaming su PC, dispositivi mobile e smart TV sulla piattaforma RaiPlay.

Fonte foto: sito ufficiale Figc.