Il volto di Roma si rinnova grazie ai progetti che puntano a rimodernizzare, in vista del Giubileo, le stazioni della Metro A. 

Quattro stazioni della Metro A di Roma si apprestano a cambiare look a seguito della proposta di project financing ricevuta dalla IGPDecaux Spa, l’attuale concessionaria degli spazi pubblicitari nelle stazioni metro e sui mezzi di superficie.
Il progetto prevede la riqualificazione delle stazioni Spagna, Ottaviano, Cipro e San Giovanni, con un massiccio intervento che punta a migliorare l’esperienza di viaggio degli utenti della rete dei servizi pubblici romani, mediante opere di restyling degli spazi e non solo. Entriamo più nel dettaglio e vediamo, dunque, quali sono nello specifico gli interventi previsti per la riqualificazione delle stazioni della Capitale.

La Metro A cambia look: il piano di riqualificazione delle stazioni di Roma

In vista del prossimo Giubileo, Atac si appresta a fare le cose in grande per il rinnovo delle stazioni metropolitane di Roma con una gara da ben 235 milioni e 713 mila euro che prevede il restyling di tutte e 27 le fermate della linea A. Ad avere la precedenza sui lavori saranno le 4 stazioni di Spagna, Ottaviano, Cipro e San Giovanni, ossia quelle più interessate al transito dei fedeli.

Le fermate saranno completate entro il 2025, ognuna con un massiccio intervento di rinnovamento sia sul piano estetico che funzionale. Dei 235 milioni complessivi previsti dalla gara, solo 10 milioni sono di fondi pubblici: gli altri saranno tutti a carico di chi si aggiudicherà la gara che dovrà, in questo caso, far fronte ad una spesa di 89,4 milioni e i costi di gestione e manutenzione dell’upgrade tecnologico per 3,2 milioni.

La prima fase dei lavori sarà dedicata al rinnovamento delle 4 stazioni principali già citate, poi toccherà all’intervento di riqualificazione delle restanti 23 stazioni per un costo di 40 milioni coperto dal contributo pubblico e gestito da Atac tramite procedure ad evidenza pubblica.

Gli interventi di restyling per le nuove stazioni della linea rossa

L’obiettivo della gara di riqualificazione delle Stazioni di Roma sarà quello di migliorare l’esperienza dei viaggiatori che usufruiscono quotidianamente del servizio di trasporto pubblico locale, grazie a diversi interventi di restyling degli spazi della metropolitana: dalle banchine ai piani intermedi, passando poi per la tinteggiatura delle pareti alla sostituzione delle pavimentazioni in gomma, ogni stazione apparirà rinnovata nel look, più moderna e funzionale con nuovi sistemi di arredo, nuove finiture e nuovi siatemi di impiantistica digitale.

In questo modo, i viaggiatori non solo potranno beneficiare di un’esperienza di viaggio più confortevole, ma anche di un potenziamento dei servizi offerti che prevede, inoltre, anche la messa a nuovo di ascensori e scale mobili.

Altre novità e benefici per i viaggiatori

Gli interventi di restyling della Metro A, però, non si limiteranno solo alla messa a nuovo degli spazi adibiti al transito dei viaggiatori: in tutta la rete della metropolitana saranno, infatti, anche digitalizzati gli spazi pubblicitari con l’introduzione di tutta una serie di nuove installazioni che andranno a sostituire i precedenti impianti analogici.

In particolare, saranno installati 166 totem digitali, di cui 80 per nuove installazioni e 86 in sostituzione dei precedenti impianti. Ancora, verranno introdotti anche 54 nuovi totem digitali “cross track” (tra i due binari di corsa) in 5 stazioni e 3 ledwall da 10 mq in ogni stazione per un ammodernamento funzionale dei i sistemi di informazione e comunicazione presenti nelle stazioni di Roma.