Fresca del prestigioso riconoscimento Bandiera Blu 2024, Taormina è una delle destinazioni imperdibili della Sicilia. Località apprezzata sin dai tempi del Grand Tour, con il suo paesaggio mediterraneo e la sua storia antica, continua a esercitare un grande fascino sui visitatori provenienti da tutto il mondo.

Posizionata su una terrazza naturale del Monte Tauro, a circa 200 metri sopra il livello del mare, Taormina è una città da cartolina nella quale è impossibile non fermarsi se si sta facendo un viaggio in moto o in auto alla scoperta dei borghi più belli della Sicilia. Tra le mete preferite delle vacanze estive italiane, conserva un’atmosfera classica grazie alla presenza di numerosi monumenti e, allo stesso tempo, presenta sfumature briose e chic nate dallo sviluppo di un turismo aristocratico nel corso dell’800.

Fai un tuffo nel passato a Taormina, città elegante che affonda le sue radici nel mito

Meta glamour di turismo vip per i suoi quartieri eleganti e i suoi importanti festival, come il Taormina Film Fest, Taormina è impreziosita non solo dallo splendido panorama vulcanico dell’Etna, ma anche da una storia antica, le cui origini si mescolano con il mito. Secondo alcune leggende, fondata da un Minotauro, oppure dai principi di Palestina Taurus e Mena, Tauromenium deve il suo primo nome ai Siculi e ai Greci. Proprio i Siculi s’insediarono in questo pezzo di terra attorno al 735 a.C.
Alleato di Siracusa, il centro urbano sviluppò nel tempo tutte le caratteristiche culturali e architettoniche di una colonia greca, come dimostra l’Anfiteatro attualmente visibile in città.
Influenzata da popolazioni potenti e affascinanti come quella greca, romana, bizantina e araba, Taormina oggi è un prezioso gioiello della Sicilia che permette di vivere un’esperienza di viaggio unica e indimenticabile.

Cosa vedere a Taormina, destinazione estiva che profuma di agrumi e salsedine

Trascorrere l’estate a Taormina è certamente una scelta perfetta per rilassarsi in vacanza e scoprire bellezze mediterranee e suggestive, sia naturali che architettoniche. Anche se hai poco tempo a disposizione, puoi percorrere come un local un itinerario tra le vie cittadine, alla scoperta dei suoi tesori nascosti.

Assisti a eventi culturali e musicali al Teatro Greco e lasciati conquistare dal suo fascino ellenistico

Eretto nel III secolo a.C, il Teatro Greco è uno dei simboli architettonici più illustri di Taormina e il secondo teatro antico più grande della Sicilia. I gradini di questo affascinante monumento un tempo erano occupati dagli spettatori di opere drammatiche e musicali greche e, in seguito, da un pubblico romano assetato di sfide sanguinose tra gladiatori ed entusiasmanti spettacoli di caccia.
Oggi il luogo, grazie alla sua struttura ben preservata e adatta alle attività artistiche, continua a ospitare eventi culturali come il Taormina Arte, regalando a ogni appuntamento un’atmosfera raffinata e ricca di pathos.
Chi si ferma qui di giorno, salendo in cima alle scalinate ha la possibilità di ammirare un panorama magnifico che abbraccia il Mar Ionio e anche la costa della Calabria.

Ammira l’austera bellezza del Duomo, antico simbolo della religiosità cittadina

La seconda tappa del tuo tour della città può essere il Duomo di Taormina, un edificio religioso di epoca medievale dedicato a San Nicola. Con una facciata semplice e sobria, coronata da merlature che la rendono molto simile a una fortezza, questa splendida chiesa si affaccia sulla centrale Piazza del Duomo, nei pressi di porta Catania. Tra gli elementi interessanti da notare, c’è sicuramente la barocca fontana seicentesca posizionata di fronte al portale, che accoglie nel suo centro la centauressa bipede incoronata, figura mitologica che rappresenta la città.

Goditi un momento di relax alla Villa Comunale e fermati per il pranzo lungo il colorato Corso Umberto I

I turisti che desiderano un po’ di refrigerio durante un assolato pomeriggio estivo, possono recarsi presso la fiabesca Villa Comunale, circondata da meravigliosi giardini all’inglese, ricchi di varietà botaniche mediterranee ed esotiche, puntellati qua e là da alcuni edifici bizzarri, i victorian follies, utilizzati in origine per fare birdwatching.
Questo luogo da favola, dal 1922 proprietà del Comune intitolata al Duca di Cesarò, un tempo era una villa privata realizzata per Lady Florence Trevelyan, nobildonna scozzese vissuta nell’800 e appassionata ornitologa, moglie del sindaco di Taormina, che qui passava le sue giornate, impegnata a coltivare il suo hobby.
Dopo un giro in questo lussureggiante parco, puoi infine fermarti presso un locale tipico del vivace Corso Umberto I, via principale della città, e assaggiare qualche gustosa specialità di pesce con pinzimonio e dolcezze imperdibili come il cannolo siciliano.

Immergiti nella bellezza di una natura selvaggia all’Isola Bella

Se chiedi a un locale cosa vedere a Taormina, sicuramente ti risponderà l’Isola Bella. Riserva naturale dal 1998, questo isolotto legato alla città da una striscia di terra è stato donato nel 1806 al Comune da Ferdinando I di Borbone.
Ammirata da personaggi illustri come Byron e Goethe, l’isola è passata in mano a privati per lungo tempo, ma è finalmente tornata a essere proprietà dei Beni Culturali della Regione Sicilia nel 1990.
Oggi è visitabile, previo pagamento di un biglietto d’ingresso (4 euro), in gruppi di massimo 15 persone, dalle 9.00 del mattino fino al tramonto.
Molti appassionati di sport acquatici amano godersi il paesaggio offerto da questa perla naturale facendo kayak e snorkeling nei suoi dintorni. I meno allenati possono invece optare per un rilassante giro in barca.

Come arrivare a Taormina e come muoversi in città

Puoi arrivare facilmente a Taormina con l’acquisto di un volo per l’Aeroporto di Catania. Da qui puoi affidarti ai servizi di trasporto pubblico, come gli autobus della compagnia Interbus, per arrivare a destinazione.
In alternativa, puoi raggiungere la recente stazione ferroviaria “Catania Aeroporto Fontanarossa” e salire su un treno diretto a Taormina.
La località siciliana non è grandissima e può essere visitata a piedi. Da menzionare, però, la panoramica funicolare che porta alla spiaggia dell’Isola Bella e che permette di ammirare il paesaggio da un punto di vista privilegiato.