La musica techno è ufficialmente patrimonio Unesco. L’annuncio dell’Organizzazione delle Nazioni Unite è giunto recentemente, sulla base dell’istanza presentata ufficialmente nel 2022. È la prima volta che la musica elettronica e i suoi valori vengono considerati patrimonio collettivo da tutelare.

Il riconoscimento è legato a doppio filo con la città di Berlino, la capitale tedesca nella quale la musica techno si è sviluppata in maniera febbrile offrendo un contributo artistico elevatissimo. È qui che sono nati storici club come Ostgut, Berghain, Tresor e Watergate.

Ma perché proprio in Germania? Scopriamolo insieme.

Il legame tra la musica techno e Berlino

Quel muro che ha diviso Berlino a metà per oltre 50 anni, non è riuscito a separare le passioni. Nel periodo in cui è rimasto in piedi i giovani di Berlino Est riuscivano ad ascoltare la musica trasmessa al di là della “Cortina di ferro” attraverso radio clandestine. E riuscivano a produrre musica, a patto che fosse in linea con le direttive del regime sovietico.

Ma che musica produrre per evitare censure? A Berlino Est, come arma di riscatto, scelsero la musica elettronica. Senza parole, per evitare condanne. Con suoni aspri e metallici, a riprodurre la durezza talvolta estrema di un regime.

Una volta caduto il muro, nel 1989, i ragazzi di Berlino Est ebbero accesso alla totale libertà artistica. Mentre quelli di Berlino Ovest ebbero finalmente l’opportunità di riscoprire luoghi perfetti per la produzione musicale- completamente abbandonati- nella zona Est della città.

La voglia di riunificare le diversità attraverso la musica prese il sopravvento e popolò la capitale di nuovi club interamente dedicati alla musica techno.

I luoghi iconici della musica techno a Berlino

Ora che la musica techno è diventata ufficialmente patrimonio Unesco gli storici locali di Berlino continuano a darle ampio spazio. Ma quali sono- o quali sono stati- i club più famosi e iconici della musica techno a Berlino? Esistono ancora? Dove si trovano? Scopriamolo!

La musica techno a Berlino: i luoghi cult

  • Ostgut: nel quartiere di Friedrichshain nacque l’Ostgut, un club ricavato da un’area abbandonata di un lotto industriale. Qui tutti i seguaci delle controculture e coloro che si sentivano discriminati- punk, rasta, hippie ma anche omosessuali- trovarono un rifugio sicuro. Il club purtroppo non esiste più dal 2003. Al suo posto è sorta l’avveniristica Mercedes Benz Arena;
  • Berghain: esiste ancora il Berghain, meta di viaggi costanti anche da parte di tanti italiani. Il club techno più famoso al mondo si trova tuttora nella vecchia centrale elettrica sita tra i quartieri Kreuzberg e Friedrichshain; non a caso il nome del locale deriva proprio dalle lettere finali dei quartieri –berg e –hain;
  • Tresor: un altro famosissimo club, il Tresor, nasce in un grande magazzino abbandonato vicino a Potsdamer Platz nel 1991. Chiude poi nel 2005, ma due anni dopo riapre cambiando location: ora è in una ex centrale termoelettrica in Köpenicker Strasse;
  • Sisyphos: un club all’aperto situato in un ex fabbrica di biscotti per cani, nel quartiere Lichtenberg, dove sono presenti alcuni dei luoghi della memoria della Germania Est, come il museo della Stasi. Il Sisyphos è noto per le sue feste di 24 ore, la sua atmosfera eclettica e la sua varietà di generi musicali, che variano dalla techno alla house e alla trance.

Da non dimenticare assolutamente la LoveParade- ora “Rave The Planet”- nata proprio dopo la caduta del muro di Berlino per unificare nel segno della musica techno le due Germanie, con il suo tradizionale appuntamento ad agosto.

Precisiamo che l’ingresso a molti di questi club è altamente selettivo, quindi è importante prepararsi a fare la fila. La maggior parte tra questi è aperta solo nei fine settimana e l’età minima per l’ingresso è generalmente di 18 anni.

Come arrivare a Berlino

Berlino è una delle prime 10 smart city al mondo: ricca di appuntamenti e di luoghi di cultura, perfetta per i turisti.

Qualunque sia il mezzo scelto per raggiungerla, una buona assicurazione viaggi aiuta a spostarsi in maniera tranquilla e a godersi i propri momenti di relax senza pensieri. Ecco le principali soluzioni per raggiungere la capitale tedesca: