La sfida tecnologica non si arresta e continua con l’applicazione dell’intelligenza artificiale allo sviluppo nel settore automotive: Tesla lancerà presto il suo nuovo assistente vocale, confermando così il suo ruolo innovativo sia nelle proposte di auto elettriche sia nelle innovazioni tecnologiche.

Un nuovo assistente vocale, più intelligente e intuitivo, sta per arrivare in dotazione sulle automobili Tesla, alzando ancora una volta l’asticella nelle proposte tecnologiche per il settore automotive.

Promette di essere un sistema così evoluto da permettere una conversazione naturale e fluida, come con una persona vera. Scopriamo di più.

Il Tesla Voice Assistant

Tesla, uno dei premium player nel campo della mobilità elettrica, annuncia l’arrivo del suo assistente vocale progettato insieme a xAI, la società d’intelligenza artificiale di proprietà dell’imprenditore visionario Elon Musk.

Avevamo già sentito parlare del supercomputer Dojo, il sistema informatico di Tesla che arriverà entro la fine dell’anno e che dovrebbe consentire la guida autonoma totale. E della tecnologia Autopilot, il software Full Self-Driving in grado di offrire assistenza in situazioni critiche.

Questa volta Elon Musk, che aveva manifestato da tempo il desiderio di una connessione sempre più profonda tra uomo e macchina, sta progettando un nuovo assistente vocale, il Tesla Voice Assistant, che promette di fornire un’esperienza di guida sempre più interattiva e coinvolgente.

Tesla è sempre molto attenta ai suoi sistemi informatici, offrendo continui aggiornamenti OTA (Over The Air) per le sue autovetture e, infatti, con il prossimo update 2024.14.3 sono state già annunciate delle novità relative all’interfaccia e alla modalità sentinella, la modalità che “sorveglia” l’auto quando è parcheggiata e bloccata.

Potrebbe quindi arrivare presto anche il nuovo assistente vocale nativo, che sembra sarà in grado di compiere azioni che prima richiedevano un input manuale.

I giorni in cui si parlerà con la propria auto, come avevamo visto fare nella serie televisiva cult anni ’80 “Supercar“, sembrano sempre più vicini.

La nuova era dell’assistente vocale

Secondo le indiscrezioni il nuovo assistente di casa Tesla dovrebbe consentire numerose operazioni senza bisogno di premere dei pulsanti o toccare il display ma, anzi, interagendo con il guidatore e i passeggeri in maniera naturale, come in una normale conversazione.

Sarà quindi un assistente vocale più sofisticato e intuitivo rispetto agli altri, che non avrà bisogno di essere attivato con la pressione di un bottone, il pulsante “Voce”, come accade oggi. Basterà, come già succede con gli assistenti vocali presenti in casa, pronunciare una parola chiave per farlo accendere.

Un software sempre pronto e attento che adotterà, secondo le informazioni trapelate, il timbro vocale di una voce femminile già conosciuta: quella di “Jenny Neural”, di proprietà Microsoft.

Un’innovazione nel campo della user experience veramente notevole che consentirebbe anche meno distrazioni alla guida. Specie perché i conducenti sono alle prese, oggi, con i comandi touch del display che tuttavia sollevano dubbi. Molti grandi marchi, infatti, ritengono che i pulsanti fisici possano distrarre il guidatore anziché essergli d’aiuto.

Le altre novità in arrivo da Tesla

Infotainment e intelligenza artificiale, pertanto, sempre più presenti e pronte a rispondere alle nuove esigenze e desideri degli automobilisti.

Oltre al nuovo assistente vocale in casa Tesla si parla anche di una nuova app nativa sviluppata in collaborazione con Amazon Music, che permetterebbe agli utenti di scegliere e ascoltare brani musicali, podcast e audiolibri senza bisogno di dispositivi esterni.

Tesla continua a dimostrare la sua personalità spiccatamente futuristica. Recentemente ha anche annunciato l’arrivo dei primi robotaxi a guida autonoma, previsti per agosto.