Il lancio ufficiale della nuova Tesla Roadster è previsto per il 2025, dopo lunghi anni di attesa e grandi promesse da parte del fondatore del marchio

Correva l’anno 2017 quando il brand protagonista del mercato delle auto elettriche, che nei mesi scorsi ha stupito per gli sconti e per l’apertura dei Supercharger anche ad altre vetture, presentava la nuova versione della Tesla Roadster. Sono passati 7 anni ed ecco cosa sappiamo di questo nuovo modello.

Cosa sappiamo della nuova Tesla Roadster

La prima versione della Tesla Roadster venne prodotta, in poco più di 2000 esemplari, tra il 2008 e il 2012 e fu, a dire il vero, il primo modello Tesla in assoluto, nonché la prima auto commerciale ad essere lanciata nello spazio.

Già nel 2012, l’azienda annunciò di essere al lavoro sulla sua successiva versione, rivelando il nuovo design della vettura sportiva a due posti. Quello fu anche il periodo in cui Musk anticipò le caratteristiche della nuova Roadster, dichiarando che sarebbe stata in grado di raggiungere i 100 km/h in meno di 2 secondi, che la velocità massima sarebbe stata di circa 400 km/h e che l’autonomia avrebbe raggiunto quasi 1.000 km. Questo incredibile pacchetto tecnologico poteva uscire sul mercato a circa 185.000 euro, con le prime consegne previste per il 2020.

Le ultime notizie su Tela Roadster

Da quel 2020 le notizie e le anticipazioni sulla nuova Tesla Roadster si sono susseguite.

Le informazioni attuali suggeriscono che la versione definitiva potrebbe includere un pacco batteria da 200 kWh e tre motori elettrici, uno anteriore e due posteriori, capaci di conferire alla supercar una potenza superiore a 1.000 CV e una coppia di circa 1.027 Nm.

Per quanto riguarda il design, la nuova Roadster presenta linee più taglienti, un profilo del tetto più basso e fari più affilati.

La partnership con SpaceX

Recentemente, le dichiarazioni di Musk si sono fatte ancor più audaci: a quanto pare, Tesla Roadster sarà equipaggiata con tecnologia missilistica grazie a una collaborazione con la sua azienda SpaceX.

Cosa significa lo ha spiegato Musk durante un’intervista: «una Roadster volante non è fuori questione».

In un’epoca in cui si inizia a parlare sempre più spesso di vertiporti, di droni applicati ai servizi di mobilità e taxi aerei, le dichiarazioni di Musk non sembrano poi così tanto campate in aria! Certo, lo stesso Musk tempo fa aveva dichiarato che il Cybertruck potenzialmente sarebbe stato in grado di navigare…

A proposito di Cybertruck, Musk lo ha definito il miglior veicolo del brand, ma ha anche dichiarato che la Tesla Roadster lo supererà, proprio grazie alla collaborazione con SpaceX: «L’unico modo per fare qualcosa di più bello del Cybertruck è combinare la tecnologia di SpaceX e Tesla per creare qualcosa che non sia veramente un’auto. Sarà davvero fantastico. Conterrà un po’ di tecnologia missilistica».

Dunque, la nuova Tesla Roadster potrebbe essere resa disponibile anche nella  versione SpaceX” che prevede l’aggiunta di 10 piccoli propulsori a razzo disposti intorno al veicolo. Sarà fattibile? E, soprattutto, un’auto del genere sarà davvero omologata per la guida su strada (o per il volo in città)?

E, poi, quanto costa? Al momento sembrerebbe possibile prenotare una Tesla Roadster lasciando un deposito di  43 mila euro. Sul prezzo finale, però, aleggia ancora il mistero, con ipotesi che superano i 200 mila dollari.

Non ci resta che attende il lancio nel 2025 e vedere quanto c’è di vero in queste previsioni.