È ufficialmente aperta la caccia all’autoscatto perfetto dell’estate 2024! Se l’obiettivo è rendere i vostri social ancora più accattivanti, seguiteci e scoprite quali sono i selfie spot più iconici del momento.

Che siano naturali o creati artificialmente, di “selfie spot” sparsi per il mondo ce ne sono tantissimi. Cercarli per lo scatto perfetto da postare sui social sembra essere quasi diventata una missione.

In questo articolo vi proponiamo una lista di alcuni dei luoghi più belli al mondo dove un autoscatto è quasi d’obbligo. Prima di cominciare, però, vi consigliamo di acquistare il vostro volo in app, così da pianificare per tempo il vostro viaggio per renderlo ancora più comodo.

Selfie sì, ma responsabilmente

Alcune mete turistiche hanno adottato la politica del “no selfie”, che consiste nel divieto assoluto di usare selfie stick o fermarsi a fotografare alcune zone particolari. Questa regola si applica anche in Italia: a Portofino, Sassari e alla Cappella Sistina.

Ci raccomandiamo, quindi, di informarvi anticipatamente sulle regole da seguire così da preservare l’identità dei luoghi in cui viaggerete. E per spostarvi in modo sostenibile potete scaricare sul vostro smartphone delle app per i viaggi green.

Quali sono i migliori selfie spot per questa estate

Quali sono i migliori selfie spot per l’autoscatto più bello dell’estate 2024? Ve ne vogliamo consigliare alcuni che meritano la top 10.

La Grande Barriera Corallina (Australia)

La Grande Barriera Corallina si trova al largo della costa del Queensland, nell’Australia del Nord-Est. Ospita numerose varietà di animali tra cui 9 specie di squali, 10 di cetacei e svariati pesci. Un selfie sulla terra ferma, per quanto in un luogo suggestivo, ha certamente il suo fascino. Ma in questo luogo- specie chi partica snorkeling– potrà scattarsi un selfie nuotando tra pesci tropicali.

Grand Canyon National Park – Arizona (USA)

Impossibile non conoscere il Grand Canyon, una gola lunga 446 Km e profonda fino a 1857 metri. Questo spettacolo della natura è stato creato nel corso dei millenni dal fiume Colorado: scegliendolo come destinazione per le vacanze 2024 vi troverete davanti a quasi due miliardi di storia della Terra. Il momento migliore per un selfie? Al tramonto, quando il Sole comincia a calare e l’intera gola è talmente rossa da sembrare avvolta da fiamme invisibili.

Cascate dell’Iguazù (Argentina e Brasile)

Generate dal fiume Iguazù, queste cascate tra Brasile e Argentina sono le più estese al mondo con una larghezza di 7,65 Km.

In totale sono ben 275 cascate che raggiungono altezze fino a 70 metri. La Garganta del Diablo (Gola del Diavolo) si trova sul versante argentino: è una gola profonda 150 metri e lunga 700 che segna il confine tra i due Stati. Una curiosità: le cascate di Iguazù sono state scelte come location di alcuni film iconici, tra cui “Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo” e “Black Panther”. Un selfie spot perfetto, dunque, per uno scatto avventuroso che farà impazzire i social.

Mar Morto (Giordania, Palestina e Israele)

Un lago salato protagonista di un paesaggio quasi “lunare”: il Mar Morto- tra Giordania, Palestina e Israele– offre panorami mozzafiato a perdita d’occhio. In alcuni punti particolari le sue acque azzurre creano un fortissimo contrasto con le rocce rosse che le circondano. Se ne avete la possibilità, questo è un selfie spot davvero unico. Ma un piccolo consiglio: non provate a nuotare- a meno di non essere particolarmente esperti- nelle acque del Mar Morto. L’eccessiva salinità, unita alla forza delle correnti, rende particolarmente difficile restare a galla.

Grande Muraglia Cinese (Cina)

Voliamo in Cina e scopriamo il primo selfie spot della nostra guida creato dall’uomo: la Grande Muraglia Cinese. Si tratta di una serie di mura fortificate che si estendono per ben 21196 Km e che sono state dichiarate patrimonio dell’umanità UNESCO. Sono anche considerate, a buona ragione, una delle sette meraviglie del mondo moderno. Da qualsiasi punto tentiate l’autoscatto, potete essere certi di una cosa: la Grande Muraglia vi farà certamente da sfondo.

Aurora boreale – (Islanda, Norvegia, Svezia)

È vero, l’aurora boreale non è un selfie spot. Ma dovete ammettere che la sua bellezza romantica e disarmante potrebbe diventare protagonista dell’autoscatto perfetto. Potete ammirarla soprattutto in Nord Europa, in Islanda, Norvegia o Svezia, mete per antonomasia del turismo astronomico. Basterà un pizzico di fortuna, e se proprio non vorrà farsi vedere, ci saranno altri splendidi paesaggi da cartolina in cui fotografarsi, magari con accanto la propria dolce metà.

Taj Mahal (India)

Ci spostiamo in India per scoprire il più bel mausoleo del mondo. Il Taj Mahal venne fatto costruire dall’imperatore moghul Shāh Jahān in memoria dell’amata moglie Mumtāz Maal. Si tratta di un edificio dall’architettura musulmana, quasi interamente realizzato in marmo. La struttura si staglia imponente tra l’azzurro del cielo  e le acque cristalline di una “piscina” che riflette il candore delle sue mura.

L’unico neo di questo bellissimo luogo è l’overtourism, fenomeno che rende piuttosto complicato scattare una foto. Ma niente paura! Pianificando per tempo la vostra vacanza- e con un po’ di pazienza- avrete comunque l’opportunità di scattarvi una foto al Taj Mahal.

Piramidi di Giza (Egitto)

Tra le più antiche costruzioni al mondo, le piramidi di Cheope, Chefren e Micerino si stagliano nel deserto nella piana di Giza, alla periferia occidentale del Cairo. Selfie spot quasi mistico, pregno di storia e mistero quanto può esserlo l’arte egizia, questa Necropoli deve essere visitata almeno una volta nella vita.

Una piccola curiosità: lo scrittore Robert Bauval, in un suo best seller del 1994, è certo che le tre piramidi siano perfettamente allineate con la “cintura” della costellazione di Orione. Al contrario Andrew Collins, altro autore, è convinto che in realtà lo siano con un gruppo di stelle della costellazione del Cigno. Qualunque sia la costellazione di riferimento, scattarsi un selfie in questo luogo è quasi un must.

Scogliere di Moher (Irlanda)

In gaelico si chiamano “Aillte an Mhathair”, cioè “scogliere della rovina”. Sono lunghe 8 Km e il loro punto più alto raggiunge i 217 m a picco sull’Oceano Atlantico. Meta turistica estremamente famosa, le Cliffs of Moher, nel cuore dell’Irlanda più selvaggia e autentica, sono tra i luoghi più imponenti della Terra. Sicuramente una destinazione perfette per un autoscatto da postare sui social. Ma state attenti a non sporgervi troppo!

Porta dell’inferno (Turkmenistan)

La Porta dell’Inferno è un’attrazione estremamente curiosa del Turkmenistan, in Asia Centrale.

Il terreno al di sotto di Derweze è un ricco giacimento di gas naturale. Nel 1971, dei geologi sovietici cominciarono a trivellare in cerca di petrolio ma il terreno sotto la piattaforma cedette creando un enorme cratere. La possibilità della diffusione di gas velenoso portò gli scienziati a una decisione drastica: dare alle fiamme la caverna sperando in un esaurimento del combustibile. Ebbene, è da ormai 53 anni che il cratere continua a bruciare e il suo fuoco sembra inestinguibile. Per un selfie davvero unico nel proprio genere è la meta perfetta!