La magia del teatro non è data solo dalla bravura di attori, interpreti e ballerini, ma anche da location sorprendenti in cui immergersi completamente. In questo articolo abbiamo messo insieme 10 teatri storici dedicati all’Opera tra i più famosi al mondo. 

Il teatro è un luogo in cui vivere un momento di svago, dove vengono portati in scena gli spettacoli più diversi, come concerti, musical, pièce, balletti. Si tratta solitamente di edifici che hanno una particolare connessione con la città in cui si trovano in quanto spesso ne custodiscono una parte della storia e ne rappresentano l’anima più culturale. Proprio per questo sono sinonimo di bellezza, non solo in senso figurato: alcuni teatri storici sono dei veri e propri capolavori di architettura e design, che conquistano con palchi, lampadari, affreschi, scalinate e decori mozzafiato.

Teatri d’Opera: i 10 più belli da vedere almeno una volta nella vita

Il viaggio che stiamo per intraprendere ci porta indietro nel tempo, per scoprire le meraviglie dei teatri lirici che sono entrati nell’immaginario collettivo (anche pop) per la loro magnificenza. Architetture neoclassiche e neorinascimentali si mescolano a stili baroccheggianti ed eclettici, in un mix di opulenza e lusso che non passa certo inosservato. L’epoca d’oro è tra la fine del Settecento e l’Ottocento, quando l’Opera diventa uno dei generi più amati e ogni regnante desidera mostrare potere e ricchezza costruendo un proprio tempio della cultura.

I teatri da simbolo della società nobiliare e borghese più facoltosa, diventano patrimonio di tutti (dal 1962 ogni 27 marzo si festeggia la Giornata Mondiale dei Teatro): quando colpiti da incendi e bombardamenti, vengono subito ricostruiti, pena la perdita di un importante pezzo di identità nazionale. Un sentimento di attaccamento che vale per tutte le location che abbiamo selezionato, dalla Fenice di Venezia al San Carlo di Napoli, passando per l’Opéra Garnier di Parigi al Teatro Amazonas in Brasile. La nostra lista non vuole essere esaustiva, ma pratica: si tratta, infatti, di 10 teatri storici ancora attivi, dove poter godere di uno spettacolo o di una visita, noleggiando semplicemente un’auto o prendendo un aereo.

Teatro alla Scala, Milano

Teatro alla Scala, Milano

Il Teatro alla Scala è uno dei teatri lirici più famosi al mondo. A volerlo è stata Maria Teresa d’Austria nel 1776, quando la città gravitava nell’orbita dell’Impero Asburgico.
Si chiama così in quanto venne edificato sul sito della Chiesa di Santa Maria della Scala: l’inaugurazione risale al 1778 e da allora diventa prima il palcoscenico del melodramma italiano e poi dell’Opera a partire da quella di Giuseppe Verdi.
Nel corso dei secoli ha legato il suo nome a grandissimi maestri d’orchestra come Arturo Toscanini, Riccardo Muti, Riccardo Chailly, a ballerini come Carla Fracci, Rudolf Nureyev, Roberto Bolle, ma anche a dive, una su tutte Maria Callas e registi, vedere alla voce Franco Zeffirelli.
Oggi la Scala accoglie 2.030 spettatori e il momento che la vede protagonista assoluta è la sua apertura di stagione a dicembre, con lo spettacolo che viene proiettato in diversi luoghi della città di Milano oltre che in diretta televisiva.
Per informazioni, biglietti e visite: sito ufficiale

Teatro La Fenice, Venezia

Teatro La Fenice, Venezia

Siamo a Venezia, nel sestiere di San Marco: è qui che tra il 1790 e il 1792 viene costruito il Gran Teatro La Fenice, che vede prime assolute di opere di Rossini, Bellini, Donizetti e Verdi, ma che è soprattutto conosciuto per la sua capacità di risorgere dalle ceneri, proprio com’è destinato l’uccello i cui porta il nome.
Il teatro, infatti, è stato distrutto una prima volta da un incendio nel 1836 e una seconda in tempi più recenti, nel 2006. Viene riaperto al pubblico dopo un lungo restauro nel 2008: la sala è sfarzosa, in stile tardo barocco, dominata da un monumentale lampadario posto al centro. Il teatro porta in scena diversi spettacoli tutto l’anno, può accogliere 1500 persone ed è la location del celebre Concerto di Capodanno: ricordati che se vuoi fare un salto nella città lagunare da gennaio 2024 è entrato in funzione il ticket di ingresso su prenotazione.
Per informazioni, biglietti e visite: sito ufficiale

Teatro San Carlo, Napoli

Teatro San Carlo, Napoli

Restiamo in Italia: siamo a Napoli ed è qui che nasce il Teatro d’Opera più antico del mondo, il San Carlo, nel 1737. Viene costruito accanto a Piazza del Plebiscito per volontà del re Carlo III di Borbone, come simbolo del potere regio.
Negli anni ha subito diversi rifacimenti, di cui un restauro dovuto prima a un incendio 1816 e poi ai bombardamenti del 1943: ultimo quello della facciata principale del 2020. L’interno si presenta in stile neoclassico, con una predominanza del colore rosso. Da qui sono passati rappresentanti della Scuola Napoletana, ma anche i protagonisti della stagione ottocentesca, come Paganini, Bellini, Mercadante e Verdi. Oggi il teatro presenta una ricca rassegna di spettacoli, tra opera, danza, concerti e musica da camera, con una capienza per 1300 spettatori.
Per informazioni, biglietti e visite: sito ufficiale

Teatro Massimo, Palermo

Teatro Massimo, Palermo

A rendere super iconico il teatro dell’opera di Palermo è stato Francis Ford Coppola nella famosa sequenza finale de Il Padrino 3, con la morte sulle scalinate di Mary, la giovanissima figlia di Michael Corleone uccisa da un sicario.
La storia di questo maestoso edificio ha inizio nel 1875, quando fu posata la prima pietra, ma fu inaugurato solo nel 1897, con in scena in Falstaff di Verdi, opera che non era mai stata eseguita prima nella città siciliana. All’epoca era il terzo teatro dell’Opera più grande d’Europa, dopo quelli di Parigi e di Vienna: a caratterizzare l’estetica grandiosa ci pensa il pronao con sei colonne corinzie e la cupola centrale che sovrasta la sala, con un diametro di 28,73 metri. Una leggenda vuole che al suo interno si aggiri il fantasma di una “monachella”, dopo che la sua tomba fu profanata durante la costruzione del teatro.
Per informazioni, biglietti e visite: sito ufficiale

Opéra Garnier, Parigi

Opéra Garnier, Parigi

Fortemente voluto da Napoleone III tra il 1861 e il 1875, questo magnifico teatro in stile neobarocco, opulento e lussuoso era simbolo di ricchezza: sviluppato su due piani, il foyer è collegato ai palchi da una maestosa scalinata, dove gli spettatori potevano mettersi in mostra. Ci sono corridoi, nicchie, pianerottoli che si sviluppano come un vero e proprio labirinto: non è un caso, infatti, che qui si nasconde “il fantasma dell’Opera”, il personaggio tratto dall’omonimo romanzo di Gaston Leroux diventato in seguito un classico del musical. La sala ospita 1.900 posti a sedere e il soffitto dal 1964 è ornato da un dipinto di Marc Chagall con allegorie tratte dalle opere di 14 grandi compositori tra cui Wagner, Mozart, Debussy, Verdi, Beethoven e Bizet.
Ora chiunque può passeggiare per i suoi corridoi e ammirare balletti, concerti, e tanti altri spettacoli pensati per ogni tipo di budget: una tappa da aggiungere alle cose da vedere a Parigi se si sta in città per qualche giorno.
Per informazioni, biglietti e visite: sito ufficiale

Royal Opera House, Londra

Royal Opera House, Londra

La Royal Opera House, detta anche semplicemente Covent Garden dal luogo in cui si trova, è il teatro d’opera più famoso di Londra e della Gran Bretagna, dove poter assistere a balletti, concerti, opere e musical in un auditorium con più di 2200 posti. Viene costruito per la prima volta nel 1732 e adibito a teatro di prosa.
La sua storia è legata a quella del celebre compositore tedesco naturalizzato inglese Georg Friedrich Händel, che dal 1735 fino alla sua morte nel 1759 deliziò il pubblico suonando l’organo. Strumento che purtroppo andò completamente distrutto, come tutto il teatro, nel 1808 durante un drammatico incendio. L’edificio che ammiriamo adesso – con notevoli modifiche fatte tra il 1996 e il 2000 – è frutto dell’eredità di una ricostruzione dopo un altro incendio, quello del 1856: l’architetto è Edward Barry, che conferisce uno stile neoclassico misto a barocco, ristrutturando anche l’edificio adiacente, chiamato Floral Hall, che si annette al complesso.
Per informazioni, biglietti e visite: sito ufficiale

Teatro dell’Opera, Vienna

Teatro dell’Opera, Vienna

Si chiama Wiener Staatsoper ed è il più celebre teatro dell’opera di Vienna, una città tutta da scoprire. Anche in questo caso a volerlo è stato un sovrano. Stiamo parlando di Francesco Giuseppe I d’Austria, che partecipò insieme alla consorte di Elisabetta di Baviera, meglio conosciuta come la principessa Sissi, all’inaugurazione tenutasi nel 1896, con la messa in scena del Don Giovanni di Mozart. Gustav Mahler e Richard Strauss sono solo due tra i celebri nomi di compositori che sono stati direttori del teatro, che fu parzialmente ricostruito dopo un bombardamento nel 1945. La Wiener Staatsoper riaprì nel 1955, conservando la sua architettura neorinascimentale: la sua capienza è di 1709 posti a sedere e 567 in piedi.
Per informazioni, biglietti e visite: sito ufficiale

Metropolitan Opera House, New York

Metropolitan Opera House, New York

Impossibile andare a New York senza visitare quello che comunemente viene chiamato Met, Si tratta del teatro d’opera più importante degli Stati Uniti, nonostante l’edificio presente non sia quello originale, neppure nella sua posizione all’interno della città.
Il primo Metropolitan, infatti, risale al 1880 ed era stato edificato a Broadway, tra la 39esima e 40esima Strada. Venne abbattuto nel 1966 e ricostruito nell’attuale sito del Lincoln Center, nell’Upper West Side: la prima opera andata in scena fu La ragazza del West di Puccini, anche se l’inaugurazione ufficiale fu quella del 16 settembre con una prima assoluta: Antonio e Cleopatra di Samuel Barber, con la regia di Franco Zeffirelli. E’ considerato il più grande teatro operistico del mondo, con più di 3000 sedute dalle quali assistere agli spettacoli della Metropolitan Opera Company e dell’American Ballet Theatre, una delle compagnie di danza più rinomate.
Per informazioni, biglietti e visite: sito ufficiale

Teatro Colón, Buenos Aires

Teatro Colón, Buenos Aires

Ci spostiamo in Sud America, destinazione Buenos Aires. Qui si trova il sorprendente Teatro Colón, considerato a ragione uno dei teatri d’opera più belli al mondo.
Nasce nel 1857 con un primo edificio in Plaza de Mayo che poi viene sostituito con la nuova location attuale vicino alla grande Avenida 9 de Julio, costruita dagli architetti italiani Francesco Tamburini e Vittorio Meano: entrambi morirono durante la realizzazione, che fu portata a termine da Julio Dormal. Ha la struttura di un teatro all’italiana, con la sala a ferro di cavallo ed elementi ornamentali d’ispirazione barocca.
L’inaugurazione si tiene nel 1908 con la rappresentazione dell’Aida e dell’Amleto. Nel corso degli anni il Teatro Colón viene lasciato all’incuria fino alla grande ristrutturazione del 2010, che lo porta a essere luogo simbolo della cultura dell’Argentina, dove si svolgono spettacoli di balletto, opera e musica da camera: la sua capacità è di 2478 persone sedute e 500 in piedi.
Per informazioni, biglietti e visite: sito ufficiale

Teatro Amazonas, Manaus

Teatro Amazonas, Manaus

Concludiamo il tour restando in Sud America, precisamente in mezzo alla foresta amazzonica brasiliana, uno dei polmoni verdi del Pianeta, dove nella città di Manaus si trova questo spettacolare teatro rosa, progettato ai tempi della Belle Epoque e inaugurato nel 1896 con La Gioconda di Amilcare Ponchielli.
L’edificio ha un’architettura rinascimentale e si caratterizza esternamente per la gioiosa cupola ricoperta da 36.000 piastrelle di ceramica di colore giallo e verde, che riproducono la bandiera del Brasile. Al suo interno è un trionfo di colonne e scale di marmo di Carrara, lampadari in vetro di Murano (più di 200) e affreschi oro e turchese. Un vero gioiellino inaspettato. Curiosità: il teatro Amazonas compare nel noto film Fitzcarraldo di Werner Herzog, che vinse al 35° Festival di Cannes il premio per la miglior regia.
Per informazioni, biglietti e visite: sito ufficiale