Chi fa una gita o un viaggio in moto è sempre alla ricerca delle strade panoramiche più belle: in Italia e in Europa sono tantissimi gli itinerari che regalano paesaggi mozzafiato: in questa guida ti indicheremo la “Top 5” delle strade italiane che ti offriranno un’esperienza di viaggio indimenticabile!

Ogni motociclista sa che in un viaggio «il percorso è spesso più importante della destinazione» e per questo cerca sempre di scegliere le strade più belle da percorrere, per godere della vista sul mare della Costiera Amalfitana o per provare il brivido incantevole del Passo dello Stelvio. O, ancora, per visitare i borghi toscani percorrendo le dolci colline dell’Eroica.

Viaggia con noi alla scoperta delle strade panoramiche più belle d’Italia!

Italia in moto: la “Top 5” delle strade panoramiche

Un viaggio-avventura in moto inizia dalla strada, a prescindere dal fatto che la destinazione sia una località turistica o un motoraduno. A proposito: hai letto la nostra guida ai motoraduni di aprile? Potresti trovarci qualche spunto per un viaggio primaverile!

Sfruttando le previsioni meteo favorevoli per questo fine settimana, potresti scoprire luoghi incredibili e scenari unici da Nord a Sud d’Italia. Itinerari in grado di rendere un viaggio in moto un’esperienza unica e indimenticabile: alcuni tra questi donano ai centauri viste mozzafiato per lunghezza, curve ed emozioni irripetibili.

Ma prima di intraprendere il tuo viaggio in moto alla scoperta le strade panoramiche più belle in Italia, ricordati di fare un piccolo check alla tua due ruote per assicurarti che sia tutto in ordine:

Itinerario 1: la Grande Strada delle Dolomiti, tra Veneto e Trentino alto Adige

Inaugurata nel 1909, la Grande Strada delle Dolomiti è un itinerario panoramico e storico che attraversa un Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Questo percorso di 110 chilometri attraversa il Trentino Alto Adige e il Veneto, ed è immerso in un paesaggio alpino di una bellezza straordinaria. La Strada delle Dolomiti parte da Cardano, in provincia di Bolzano, per arrivare fino a Cortina d’Ampezzo, nel fervore dei preparativi per le prossime Olimpiadi Invernali.

Nel tempo la SS48 è diventata una delle strade panoramiche più celebri d’Italia e offre un percorso accessibile in ogni periodo dell’anno. A seconda delle stagioni regala scorci unici: dai piccoli presepi innevati alle imponenti vette che sovrastano sterminati prati verdi.

Grazie alle sue numerose curve e ai tornanti mozzafiato, la SS48 si è guadagnata il soprannome di “ottovolante”, dal momento che regala forti emozioni a chiunque decida di percorrerla.

Itinerario 2: la Grande Strada della Regina in Lombardia

Situata in provincia di Como, in Lombardia, la SS340, o Grande Strada della Regina, si estende per 60 chilometri lungo l’antico tracciato della via romana che collegava Cremona a Milano: percorrerla è come viaggiare attraverso secoli di storia.

Ma non è solo il richiamo storico a rendere affascinante questo percorso: i paesaggi che si aprono lungo la strada la rendono estremamente suggestiva. Partendo da Como, la SS340 costeggia l’intera sponda occidentale del Lago di Como e attraversa splendide località come Cernobbio, Laglio, Gravedona, Moltrasio e Menaggio. Ogni tappa lungo il percorso offre la possibilità di fermarsi e ammirare le bellezze circostanti prima di riprendere la strada per dirigersi verso la Svizzera, fino ad arrivare al Lago di Lugano.

Itinerario 3: la Litoranea delle Cinque Terre in Liguria

La geografia della Liguria è unica nel suo genere, grazie alle montagne che si ergono fin sulle rive del mare: uno scenario che crea panorami di bellezza straordinaria, tra il verde della natura, il blu intenso del Mar Ligure e le case colorate affacciate sulle scogliere.

Esplorare il litorale ligure in moto regala un’esperienza senza pari: la Litoranea delle Cinque Terre, ossia la SS370, è una delle strade panoramiche più belle d’Italia. Pur estendendosi per soli 10 chilometri, si snoda a 400 metri di altitudine tra terrazzamenti e vigneti, tra il profumo di basilico e la fresca brezza marina.

È un percorso tortuoso che collega Monterosso a Riomaggiore, passando per Vernazza, Corniglia e Manarola e che offre ai viaggiatori panorami mozzafiato lungo tutto il tragitto.

Itinerario 4: la strada panoramica di San Bartolo nelle Marche

I 16 chilometri che collegano Gabicce Mare a Pesaro formano un percorso incantevole: la Panoramica di San Bartolo serpeggia attraverso il Parco Naturale del Monte Bartolo, tra viste mozzafiato sul mare, sulle colline e sulle distese di ginestre.

La strada offre anche l’opportunità di esplorare splendidi borghi medievali e paradisi nella natura perfetti per il trekking. Lungo il tragitto si incontrano luoghi di grande fascino, come Gabicce Mare, al confine tra Romagna e Marche, la Baia di Vallugola, gli antichi borghi di Casteldimezzo e Fiorenzuola di Focara e i gioielli rinascimentali di Villa Imperiale e Villa Caprile.

Itinerario 5: l’Anello dell’Etna in Sicilia

L’Anello dell’Etna è un percorso che segue la SS120 e che ha inizio da Taormina, a strapiombo sul mare, tra i 10 luoghi da non perdere in Sicilia.

Il Parco dell’Etna, che è una zona protetta, offre un’esperienza unica da fare in moto, alla scoperta delle pendici del vulcano attraverso boschi, panorami sul mare, incantevoli borghi siciliani e deliziosi prodotti tipici.

Partendo da Piedimonte Etneo, la strada che si snoda verso l’alto sul vulcano più alto d’Europa offre un percorso mozzafiato: ripide e stretti tornanti garantiscono curve emozionanti salendo verso i muretti bassi che si affacciano sulla piana di Catania. Raggiunta Linguaglossa, ti troverai a quota 2.000 metri a Piano Provenzana, sul versante settentrionale dell’Etna.

Proseguendo lungo la SS120 potrai visitare Randazzo con le sue basiliche e Murazzorotto. Da qui potrai prendere la SS284 in direzione di Bronte per continuare la tua avventura in questa terra ricca di storia e natura.