Perla della Puglia, la Riserva Naturale di Torre Guaceto è una meta del turismo sostenibile certificata CETS, situata tra il Comune di Brindisi e quello di Carovigno. Organizza una vacanza con la famiglia presso questa località e scopri il fascino della sua natura mediterranea incontaminata.

Oasi WWF e da poco candidata come Riserva della Biosfera UNESCO, Torre Guaceto è una tappa italiana imperdibile per coloro che amano esplorare i parchi naturali come quello del Circeo, del Pollino e dell’Etna.

Se hai in programma un itinerario lungo il Salento e i meravigliosi territori pugliesi alla scoperta di borghi antichi, tradizioni locali e festival estivi, come il Medimex Taranto 2024, non mancare di fare tappa presso questa riserva nascosta e ben preservata, tra le più importanti del nostro Paese.

Scopri Torre Guaceto, meta sostenibile ricca di biodiversità

L’oasi di Torre Guaceto è un misto di habitat che accolgono una gran varietà di flora, tra cui il timo, il mirto, il leccio e il giunco pungente, e fauna, come il falco di palude, l’airone rosso e il martin pescatore.

Conosciuta sin dall’antichità per l’abbondante presenza di sorgenti d’acqua- il suo nome deriva dall’arabo Al Gawsit, che significa “il luogo dell’acqua dolce“- la riserva comprende un tratto di costa adriatica ben preservato, una macchia mediterranea, aree paludose, campi con coltivazioni bio e dune alte fino a 10 metri.

All’interno di questo territorio, che dall’alto sembra un patchwork di colori e vegetazione lussureggiante, sono custodite anche memorie storiche di popolazioni che hanno vissuto nella zona secoli fa. Ne è un esempio la torre saracena che fungeva da luogo difensivo contro le incursioni dei pirati.

Torre Guaceto accoglie, in particolare, 2.200 ettari di Area Marina Protetta e 1.100 ettari di riserva naturale terrestre, più piccola della prima ma densamente popolata da numerose specie animali e vegetali.

Vivi un’estate educativa e divertente a Torre Guaceto e prova tutte le attività proposte dall’oasi

Chi vuole vivere un’estate all’insegna dello sport e del divertimento, può trovare a Torre Guaceto un’ampia proposta di attività adatte a grandi e piccini.

Se hai già esplorato la Puglia a piedi percorrendo parte della Via Francigena, puoi vivere nuovamente un’esperienza full immersion nella natura pugliese facendo trekking all’interno della riserva. Camminando lungo sentieri di terra rossa, circondato da uliveti e antichi edifici in pietra bianca, potrai raggiungere il litorale e respirare a pieni polmoni l’aria salmastra della costa adriatica.

I più giovani e social potranno cimentarsi in un’instawalk, provando a cercare gli scorci più incantevoli e a cogliere di sorpresa gli animali più sfuggenti per collezionare scatti indimenticabili da condividere con gli amici.

Gli amanti della pedalata, invece, avranno modo di fare ciclo-trekking attraverso la rete di sentieri che attraversano la riserva, mentre gli attenti osservatori potranno incontrare numerose specie di uccelli praticando birdwatching.

Infine, chi preferisce divertirsi in acqua può praticare lo snorkeling, rilassarsi in spiaggia e fare un bagno, oppure partecipare a una lezione della scuola velica.

Come arrivare a Torre Guaceto?

Se parti da lontano, puoi arrivare a Torre Guaceto con l’acquisto di un volo per l’Aeroporto di Brindisi, a circa 20 Km dall’oasi. Oppure optando per un traghetto in direzione del Porto di Brindisi.

Se preferisci viaggiare in treno, ti consigliamo di salire su una linea che ferma a Carovigno, a circa 8 Km da Torre Guaceto.

Il Centro Visite di Torre Guaceto propone un servizio turistico d’eccellenza che si basa anche sulla mobilità sostenibile e sulla cultura dello slow food. Per approfondire la conoscenza dell’area, dei suoi tesori e delle iniziative dell’oasi, puoi far riferimento agli operatori del Centro.