Situato in provincia di Padova, il borgo di Torreglia sorge tra le rigogliose colline del Veneto, nel cuore del Parco Regionale dei Colli Euganei. La sua storia antica e la natura rigogliosa che lo circonda ne fanno un luogo davvero imperdibile.

Attualmente in gara per diventare il Borgo dei borghi 2024, Torreglia è una meta ideale per gli amanti della buona cucina, delle bellezze naturalistiche e del fascino intramontabile dei tempi passati.

Le origini del borgo di Torreglia

Il borgo, che oggi conta circa 6000 abitanti, deve probabilmente il suo nome all’antica Torre costruita in epoca medievale con funzioni di avvistamento, oggi adibita a campanile della Chiesa San Sabino.

Attorno alla Torre, a partire dal I secolo d.C., si stabilirono i primi nuclei abitativi, attratti dalla generosità delle colline adatte alla coltivazione della vite. Grazie alla presenza delle sorgenti d’acqua caratteristiche della Val del Rio, proprio qui si sviluppò la Torreglia più antica, nata come un vero e proprio centro a vocazione agricola e rurale.

In epoca medievale prima e rinascimentale poi, l’area si arricchì di numerose opere artistiche, ville eleganti, palazzi e chiese. A partire dal ‘900 la comunità iniziò a stabilirsi anche nella zona pianeggiante, dando vita alla zona nuova di Torreglia, che attualmente è il nucleo più moderno della cittadina.

Così Torreglia si è trasformata nel piccolo borgo che è possibile ammirare oggi, contornato dall’invidiabile paesaggio storico-naturalistico regalato dai Colli Euganei.

Cosa vedere a Torreglia

Torreglia offre diverse attrazioni da esplorare. Scopriamo cosa visitare per immergersi nella storia, nella cultura e nella bellezza del borgo e dei suoi dintorni.

La Villa dei Vescovi

Torreglia è ricca di dimore di pregio risalenti a varie epoche storiche. Di sicuro interesse, e attualmente visitabile, è la maestosa Villa dei Vescovi. Riconosciuta tra i Beni del FAI si trova a Luvigliano, piccola frazione del borgo Torreglia. Venne edificata nel periodo rinascimentale ed è caratterizzata da un’architettura grandiosa ed elegante.

In origine fu la dimora di villeggiatura del Vescovo di Padova Girolamo Bartolomeo Bortignon e centro di incontri tra intellettuali e pensatori. Incorniciata dal verde e dagli immensi vigneti, la Villa dei Vescovi si compone di logge e porticati e conserva al suo interno imponenti affreschi del pittore Lambert Sustris.

Le chiese di Torreglia

Tutte diverse e con particolari interessanti, le chiese di Torreglia sono un vero tesoro di arte e architettura religiose. Assolutamente da non perdere l’antica Chiesa di San Sabino, adagiata su Colle della Mira, a pochi passi dal centro della cittadina, e la moderna Chiesa del Sacro Cuore di Gesù, ultimata nel 1930 e consacrata nel 1945.

Da visitare anche la bella Chiesa di San Martino, nella frazione di Luvigliano, la cui esistenza sembra risalire al 1077. Restaurata nel corso del ‘700, conserva al suo interno una preziosa tavola raffigurante il dono del mantello di San Martino, dipinta nel 1527 dall’allievo di Giovanni Bellini, Girolamo da Santa Croce.

L’Eremo sul Monte Rua

Un punto di interesse particolarmente suggestivo che è possibile esplorare a Torreglia è l’Eremo Camaldolese di Santa Maria Annunziata. Il monastero, che svetta sul Monte Rua a oltre 400 metri di altitudine, venne fondato da due eremiti. Nel corso del ‘500 accolse l’insediamento della comunità dei monaci camaldolesi, che ancora lo abita.

Il complesso si compone di una piccola chiesa di 14 casette, o celle, ciascuna dotata di cappella e piccolo orto. Contornato da possenti mura di pietra e ampliato nel corso dei secoli, il monastero ospita oggi i frati in clausura. Una passeggiata a piedi nell’area montuosa e solitaria in cui si trova permette a tutti i viaggiatori di visitare gli esterni della struttura. Non sempre è possibile visitare gli interni, dedicati alla vita di clausura. Gli ingressi infatti sono molto limitati e consentiti soltanto agli uomini, che vi possono accedere singolarmente.

Cosa fare a Torreglia

Chi visita Torreglia può cogliere l’occasione di vivere interessanti esperienze grazie alle ricchezze naturali e culturali offerte dall’intera zona.

Le Terme Euganee

Nelle immediate vicinanze di Torreglia sorgono numerosi complessi termali, tra cui le Terme di Abano Montegrotto, a soli 5 km dal borgo. Il complesso, di origini antichissime, vanta una pregiatissima acqua dalle proprietà benefiche e curative.

La stazione termale è specializzata in trattamento di fango-balneo-terapia. Oltre al centro per le cure mediche offre piscine, vasche idromassaggio, aree verdi, hotel, sale e percorsi per trattamenti benessere, detox e rigeneranti.

Il Parco Regionale dei Colli Euganei

Torreglia è completamente inserita nell’area protetta del Parco Regionale dei Colli Euganei, zona naturale perfetta per esplorare la natura del Veneto tramite escursioni, passeggiate e attività all’aria aperta. Diversi sentieri di montagna e percorsi naturalistici portano infatti alla scoperta di un Parco ricco di zone boschive e aree verdi, disseminate tra le vette di alture di origini vulcaniche.

Tra i punti di interesse presenti nell’area, perfetti da visitare partendo da Torreglia, ci sono il complesso di stagni e laghetti del Biotopo San Daniele e la parete rocciosa delle Falesie del Pirio.

I prodotti enogastronomici locali

La degustazione delle delizie locali è un’altra delle attività da non perdere durante una gita a Torreglia. Il borgo offre infatti molte occasioni per assaporare piatti e prodotti della cucina regionale e locale.

Tra le eccellenze enogastronomiche di Torreglia spiccano i vini, frutto della storica tradizione vitivinicola della zona. Tra i più rinomati, il vino rosso Colli Euganei e il Fior d’Arancio. Di alta qualità anche il liquore Maraschino, prodotto con le ciliegie locali, i formaggi e i salumi DOP. Tante le ricette tradizionali, tra cui il Piccione Torresano, i Bigoi, il pane e i dolci del territorio, da gustare nelle locande e trattorie di Torreglia.

Come arrivare a Torreglia

Torreglia si trova a soli 15 km da Padova e per raggiungerla si può scegliere tra diverse opzioni di viaggio:

  • In auto: seguendo l’autostrada A13 Bologna-Padova e uscendo a Terme Euganee o Padova Sud, oppure tramite la A31 Rovigo-Piovene Rocchette, e uscendo ad Albettone Barbarano Vicentino o a Agugliaro. In entrambi i casi occorrerà poi percorrere le strade provinciali seguendo le indicazioni per il borgo;
  • In treno: raggiungendo la stazione di Padova e poi prendendo uno degli autobus delle compagnie ACAP e SITA, che conducono direttamente a Torreglia;
  • In bici: chi si trova a Padova o nelle vicinanze e ama viaggiare in modo sostenibile, può sfruttare il percorso ciclopedonale che, in circa 20 km, collega la città veneta con il borgo di Torreglia;
  • In aereo: chi invece arriva da più lontano, prenotando un volo tramite app può atterrare al vicino aeroporto di Padova. Da qui il viaggio verso Torreglia si prosegue in pullman o noleggiando una macchina.