Tra i fiordi della Norvegia occidentale, nella municipalità di Stryn, si nasconde un pittoresco lago noto per le sue acque turchesi, circondate da imponenti montagne e paesaggi spettacolari. È il Lago di Lovatnet, un vero paradiso per gli amanti del trekking.

Il Lago di Lovatnet, lungo circa 11 chilometri e profondo fino a 138 metri, è alimentato principalmente dalle acque di scioglimento dei ghiacciai circostanti, tra cui lo Jostedalsbreen, il più grande ghiacciaio della terraferma europea.

Proprio la presenza di minuscole particelle di roccia frantumata dai ghiacciai, che riflettono la luce del sole in un modo particolare, dona alle acque del lago il caratteristico colore turchese per il quale è tanto famoso.

Ma c’è un altro motivo per cui questo luogo è particolarmente apprezzato: i sentieri. Il trekking a Lovatnet è un ottimo modo per esplorare la parte più interna del bellissimo Nordfjord, un fiordo lungo 106 chilometri.

Trekking a Lovatnet: 3 passeggiate imperdibili

Chiunque voglia praticare trekking a Lovatnet non ha che l’imbarazzo della scelta: numerose sono le escursioni naturalistiche, molte delle quali hanno come punto di partenza il piccolo villaggio di Loen, situato a circa 2 chilometri a nord del Lago. Scopriamo tre degli itinerari più belli.

1. Il sentiero di Bødalseter

Il sentiero di Bødalseter è uno dei percorsi di trekking a Lovatnet più popolari. Questo percorso conduce attraverso una valle verdeggiante offrendo viste spettacolari sul lago e sulle montagne circostanti.

Il sentiero è lungo circa 5 chilometri, considerando andata e ritorno, con un dislivello moderato, ed è adatto a tutti i livelli di esperienza. La durata media dell’escursione è di circa 3-4 ore.

Tra i maggiori punti di interesse lungo il percorso troviamo la Fattoria di Bødalseter. Proprio alla fine del sentiero, questa fattoria offre uno spaccato della vita rurale tradizionale norvegese. Da non dimenticare poi le diverse cascate che aggiungono un elemento di fascino all’escursione. Il sentiero offre numerosi punti panoramici da cui è possibile ammirare il lago in tutta la sua bellezza.

2. Escursione a Ramnefjellet

Gli appassionati di trekking più esperti possono cimentarsi con l’escursione a Ramnefjellet, un’imponente montagna dai cui pendii è possibile ammirare, ancora una volta, viste panoramiche incredibili sulla regione del Lago di Lovatnet.

Questo percorso è lungo circa 12 chilometri, andata e ritorno, con un significativo dislivello che lo rende poco adatto a chi non è molto allenato. È infatti un sentiero impegnativo, che richiede una buona condizione fisica ma anche esperienza di trekking in montagna. La durata media dell’escursione è di 6-8 ore, ed è bene essere ben preparati e dotati dell’equipaggiamento adeguato.

Tuttavia, la fatica è ripagata dai panorami e dalla soddisfazione di aver sfidato se stessi.

3. Il sentiero di Kjenndalsbreen

Il sentiero di Kjenndalsbreen conduce fino al ghiacciaio Kjenndal, un braccio del più grande ghiacciaio Jostedalsbreen. Questo percorso offre un’escursione indimenticabile attraverso i paesaggi glaciali.

Il sentiero è lungo circa 8 chilometri, andata e ritorno, con un dislivello moderato. La durata media dell’escursione è di circa 4-5 ore .Sebbene il percorso sia ben mantenuto, è consigliabile avere una buona preparazione fisica e un’esperienza di trekking intermedia a causa del terreno irregolare vicino al ghiacciaio.

Il punto culminante dell’escursione è il ghiacciaio stesso, con il suo aspetto lunare, i crepacci e le formazioni rocciose scolpite dal ghiaccio nel corso dei millenni. Diverse cascate lungo il sentiero aggiungono ulteriore meraviglia a uno dei percorsi di trekking a Lovatnet più belli.

Consigli per le escursioni a Lovatnet

Come abbiamo visto, esistono percorsi di trekking a Lovatnet adatti a tutti i livelli di allenamento fisico ed esperienza. Indipendentemente da quale sia il vostro grado di preparazione, ogni escursione va organizzata considerando alcuni aspetti:

  • Equipaggiamento necessario: 
    Il clima a Lovatnet può variare rapidamente, quindi è importante vestirsi a strati per adattarsi al mutare delle condizioni. In più, scarpe robuste e comode sono essenziali per affrontare i sentieri.
    Anche se molti sentieri sono ben segnalati, è sempre una buona idea portare una mappa e una bussola o un GPS.
    Assicuratevi poi di avere abbastanza acqua e qualche snack energetico per affrontare l’escursione.
    Infine, un piccolo kit di pronto soccorso può essere utile in caso di emergenze.
  • Pianificazione:
    Per prima cosa, è importante scegliere il periodo giusto. La stagione migliore per il trekking a Lovatnet va da fine giugno a inizio settembre, quando le condizioni meteorologiche sono generalmente più favorevoli e i sentieri sono liberi dalla neve. Tuttavia, l’autunno può offrire colori spettacolari, rendendo l’esperienza ancora più magica.
    L’escursione va sempre pianificata in anticipo: studiate il percorso e verificate le condizioni meteo previste per quel giorno. Non dimenticate poi di informare qualcuno del vostro itinerario e dell’orario di ritorno previsto.

Come Arrivare a Lovatnet

Il modo migliore per raggiungere Lovatnet è l’aereo. Una volta prenotato un volo via app, si può atterrare a Bergen o Oslo per poi proseguire in auto o in autobus verso Stryn.

Da Stryn, il Lago di Lovatnet è facilmente accessibile, così come i sentieri di trekking della zona.