Skyscanner ha pubblicato il nuovo report Horizons, che svela i nuovi trend per le vacanze della prossima estate tra giugno e agosto: non solo destinazioni ma anche un diverso modo di viaggiare, che è più attento alla sostenibilità e che sfrutta al massimo la tecnologia.

Il report Horizons, basato su un’analisi completa dei dati di ricerca e prenotazione e su un sondaggio globale condotto su 18.000 viaggiatori, evidenzia i modelli chiave che stanno influenzando le decisioni di viaggio e fornisce una guida pratica sulle destinazioni e per gli operatori turistici per ottimizzare le proprie strategie.

I trend per le vacanze dell’estate 2024: un diverso modo di organizzarsi

Secondo l’indagine di Skyscanner, l’entusiasmo per i viaggi è accompagnato da una crescente consapevolezza della sostenibilità: oltre la metà (54%) degli intervistati ha espresso la volontà di pagare di più per opzioni di viaggio sostenibili, come alloggi ecologici o voli con minori emissioni di carbonio.

Anche la tecnologia gioca un ruolo cruciale nelle moderne decisioni di viaggio, con quasi la metà (48%) degli intervistati che utilizza il cellulare per la ricerca e la prenotazione del viaggio, mentre l’intelligenza artificiale è stata utilizzata dal 22% dei viaggiatori in tutto il mondo per la pianificazione e la ricerca. Allo stesso tempo, anche la digitalizzazione dei documenti di viaggio semplifica, velocizza e rende più sostenibili i nostri movimenti.

Queste tendenze sottolineano un’evoluzione nel panorama dei viaggi, dove la sostenibilità e la tecnologia sono sempre più intrecciate con le preferenze dei consumatori.

L’evoluzione nel modo di viaggiare

‍Una panoramica sul report Horizons rivela come il modo di viaggiare si sta evolvendo, non solo rispetto alle destinazioni ma anche all’organizzazione:

  • I viaggi sono tornati e la domanda è forte: dopo la ripresa nel settore grazie alla fine dell’emergenza Covid, la propensione ai viaggi è ora più elevata, con oltre l’80% degli intervistati che prevede di fare un viaggio di piacere nei prossimi 12 mesi;
  • I viaggiatori prenotano con maggiore anticipo: la finestra di prenotazione di 60-89 giorni è cresciuta maggiormente nel primo trimestre del 2023, poiché i viaggiatori pianificano l’estate e prenotano i voli con maggiore anticipo. È probabile che questa tendenza continui poiché i viaggiatori cercano di risparmiare e di prevenire aumenti di prezzo dell’ultimo minuto;
  • I viaggiatori sono alla ricerca di valore ed esperienze: con la crescente preoccupazione per il costo della vita, ridurre al minimo le spese di viaggio è una priorità chiave per i consumatori di tutto il mondo, che si concentrano sulla proposta di valore, inclusi prezzi competitivi, verso un turismo di tipo esperienziale;
  • I viaggiatori sono interessati ai mercati di nicchia: i viaggiatori optano sempre più per destinazioni di nicchia, come ad esempio i borghi medievali, rispetto ai principali centri turistici;
  • La cultura è un fattore chiave nelle decisioni di viaggio: nel 2024 più che mai i viaggiatori sono alla ricerca di esperienze culturali per sperimentare cibo, musica, arte e storia locali, tanto è vero che un’altra tendenza in crescita è quella del gig tripping;
  • Gli operatori del turismo devono adattarsi alle mutevoli esigenze dei viaggiatori: le destinazioni e i partner del settore devono concentrarsi su valori ed esperienze, nonché su proposte di prodotti tempestive.

Vacanze estive 2024: le destinazioni in trend

Analizzando gli insight di Skyscanner relativi alle ricerche e alle prenotazioni dei viaggiatori, notiamo che i viaggi, oltre a essere pianificati con molto anticipo per risparmiare, sono più brevi e spesso più vicini: nell’area EMEA, un significativo 53% dei viaggiatori sceglie di esplorare l’Europa, con un aumento del 4% rispetto al 2023. Anche nel sud-est asiatico c’è la stessa tendenza, sia verso la prossimità che verso l’accessibilità economica. Anche i viaggiatori dell’area APAC stanno rivolgendo la loro attenzione verso le destinazioni regionali, con una notevole diminuzione dei viaggi verso l’Europa rispetto allo scorso anno.

Al contrario invece i viaggiatori AMER stanno mostrando un crescente interesse per il Sud America e l’Asia settentrionale, insieme alle mete tradizionali e da sempre preferite in Europa: questo elemento indica la tendenza verso nuove esperienze e di valore per il 2024.

Le destinazioni più cliccate

Entrando nello specifico delle destinazioni più ricercate dai viaggiatori, vediamo che la Grecia e la Spagna, in particolare Palma de Maiorca e Ibiza, restano in cima alla classifica per chi cerca sia il relax delle spiagge che la movida, mentre in Grecia dominano come sempre le isole: sia le intramontabili Mykonos e Corfù che Zante, meno assediata dalla massa dei turisti.

Per chi sceglie invece viaggi a lungo raggio, il sud est asiatico registra un aumento di popolarità, in particolare Bangkok, mentre New York e Sidney restano tra le mete più gettonate.

Le nuove mete di tendenza

La voglia di esplorare luoghi nuovi e sconosciuti ai più si riflette nella ricerca in ascesa di nuove destinazioni.

Tra queste spiccano Victoria, la capitale della Columbia Britannica in Canada, e Marmagao, situata nello stato indiano meridionale di Goa: entrambe le destinazioni hanno visto un notevole aumento di interesse rispetto allo scorso anno, seguite da Panama, in forte crescita. La durata media del viaggio in queste località è di circa due settimane.
Altri luoghi che stanno emergendo sono Surat Thani in Thailandia e Tulum in Messico.
E ancora: Bol, sull’isola di Brač, in Croazia, si colloca al sesto posto, seguita da Lima in Perù al settimo, La Romana, in Repubblica Dominicana, all’ottavo e la capitale kosovara Pristina al nono. Infine al decimo posto troviamo una meta italiana, amata dai connazionali ma meno conosciuta dai turisti europei: Lampedusa. Secondo Skyscanner infatti, Lampedusa, la più grande delle Isole Pelagie, è la destinazione italiana più cercata dagli stranieri che pianificano un viaggio in Italia per la prossima estate.