La frana che il 12 marzo scorso ha coinvolto la linea ferroviaria Foggia-Caserta ha causato gravi disagi ai passeggeri, con ritardi e cancellazioni sui treni locali e sulla tratta Roma-Bari. Le compagnie ferroviarie hanno attivato misure straordinarie, mentre i tecnici lavorano per ripristinare la circolazione.

La frana che ha colpito la tratta tra Benevento e Ariano Irpino, in provincia di Avellino, ha generato significativi disagi per i passeggeri dei treni sulla linea Foggia-Caserta. La necessità di interventi immediati- che richiederanno un tempo stimato non inferiore ai 30 giorni- ha portato alla cancellazione di numerosi treni. Soprattutto quelli ad alta velocità e gli Intercity in transito sulla tratta Roma-Bari. Italo e Trenitalia sono già corse ai ripari, prevedendo bus sostitutivi e soluzioni che possano limitare limitare i disagi per chi viaggia in treno, specie in previsione delle festività di Pasqua.

Biglietti aerei fino a 800 euro: l’effetto domino della frana sui trasporti

I tecnici stanno lavorando per ripristinare la circolazione ferroviaria ma, come vi abbiamo anticipato, il ripristino completo potrebbe richiedere fino a 30 giorni. 

Intanto le principali compagnie aeree, dopo aver registrato un aumento della domanda- soprattutto da parte di tutti quei passeggeri che hanno subito ritardi e cancellazioni dei treni- hanno reagito con un repentino aumento delle tariffe. Il caro-voli, dunque, si somma ai disagi che soprattutto i pendolari stanno già subendo da diversi giorni.

Basti pensare che il prezzo minimo per un volo Roma-Bari per il 28 marzo è di 150 euro. Mentre, il giorno successivo, il biglietto può arrivare a costare fino a 250 euro. Le tariffe più proibitive possono addirittura superare gli 800 euro per un singolo volo.

Restano da monitorare le compagnie low-cost che, al momento, sembrerebbero non aver subito particolari rincari.

Le alternative proposte da Trenitalia

Trenitalia ha attivato un piano di emergenza che include l’uso di bus sostitutivi sulla tratta colpita e la cancellazione o la riprogrammazione di treni, offrendo ai viaggiatori anche la possibilità di rinunciare o modificare i propri viaggi senza incorrere in penali. Il sito della compagnia fornisce indicazioni giornaliere sui treni cancellati e sulle corse sostitutive messe a disposizione. Vi suggeriamo quindi di consultarlo per tutti gli aggiornamenti. Ecco, intanto, le ultime informazioni sui treni cancellati e i bus sostitutivi.

Treni Alta Velocità e Intercity: le cancellazioni e le alternative per oggi, 15 marzo

Ecco tutte le cancellazioni e le alternative messe a disposizione da Trenitalia per oggi, 15 marzo:

  • Il treno FR 8319 Roma Termini (17:05) – Lecce (23:06) è cancellato da Benevento a Foggia. I passeggeri possono proseguire con il servizio sostitutivo con bus appositamente predisposto da Benevento a Foggia, dove c’è  il treno FR 8319 per proseguire lungo il tragitto;
  • Il treno FR 8326 Lecce (17:15) – Roma Termini (23:00) è cancellato da Foggia a Benevento. I passeggeri possono proseguire con il servizio sostitutivo con bus appositamente predisposto da Foggia a Benevento, dove c’è il treno FR 8326 che ne attende l’arrivo;
  • Il treno FR 8323 Roma Termini (18:05) – Lecce (23:38) è cancellato da Benevento a Foggia. I passeggeri possono proseguire con il servizio sostitutivo con bus appositamente predisposto da Benevento a Foggia dove c’è il treno FR 8323 che ne attende l’arrivo;
  • Il treno FA 8315 Roma Termini (15:05) – Lecce (20:29) termina la corsa a Benevento. I passeggeri possono proseguire con il servizio sostitutivo con bus appositamente predisposto da Benevento a Foggia, dove possono proseguire con i primi treni utili a cura del personale di Assistenza clienti di Trenitalia;
  • Il treno FA 8317 Roma Termini (16:05) – Benevento (18:02) è cancellato. I passeggeri diretti a:
    – Benevento, Foggia, Barletta, Bari, Brindisi e Lecce possono utilizzare il treno FR 8319 Roma Termini (17:05) – Lecce (23:06);
    – Caserta, possono utilizzare il treno FR 9633 Milano Centrale (13:30) – Napoli Centrale (18:03) da Roma a Napoli Centrale, dove trovano proseguimento con i primi treni utili a cura del personale di Assistenza clienti di Trenitalia;
  • Il treno IC 705 Roma Termini (16:01) – Taranto (23:35) è cancellato. I passeggeri in partenza da Roma Termini e diretti a Gioia del Colle e Taranto possono utilizzare il treno IC 707 Roma Termini (15:26) – Taranto (22:00);
  • I passeggeri in partenza da Roma Termini e diretti ad Ariano Irpino, Foggia, Barletta e Bari Centrale possono utilizzare il treno IC 707 Roma Termini (15:26) – Taranto (22:00) fino ad Aversa dove possono proseguire con il servizio sostitutivo con bus appositamente predisposto;
  • Il treno IC 704 Bari Centrale (16:05) – Roma Termini (22:27) è cancellato. I passeggeri possono utilizzare il servizio sostitutivo con bus appositamente predisposto;
  • Il treno IC 715 Napoli Centrale (18:55) – Bari Centrale (23:00) è cancellato. I passeggeri possono utilizzare il servizio sostitutivo con bus appositamente predisposto;
  • Il treno ICN 789 Roma Termini (23:58) – Lecce (8:10) oggi è instradato sul percorso alternativo da Caserta a Bari via Potenza / Taranto e non ferma a Foggia, Barletta, Trani, Bisceglie e Molfetta. I passeggeri diretti in queste destinazioni possono proseguire il viaggio da Bari Centrale con i primi treni utili a cura del personale di Assistenza clienti di Trenitalia.

Le soluzioni proposte da Italo

Italo comunica che fino al 17 marzo i treni  8140 e 8141 saranno cancellati. Invece, i treni  9928, 9952, 9915 e 9939 subiranno variazioni negli orari di partenza. Saranno pertanto serviti da bus sostitutivi sulla tratta Foggia-Benevento.

Anche questa compagnia, quindi, ha offerto ai passeggeri la possibilità di rinunciare o modificare i propri viaggi senza incorrere in penali.  Vi invitiamo a tenere d’occhio il sito ufficiale per ulteriori aggiornamenti.

In alternativa, è possibile fare riferimento anche alle principali compagnie private di autobus che servono la tratta Roma-Bari.