Il nuovo treno Milano-Nizza apre nuove opportunità per il turismo da e verso la Costa Azzurra. 

Viaggiare in treno è un ottimo modo per abbracciare uno stile di vita più lento e un turismo più sostenibile, tant’è che alcuni paesi -ad esempio, la Francia– stanno riducendo le tratte aeree più brevi per favorire i collegamenti ferroviari.

Anche in Italia non mancano iniziative simili, come il prossimo collegamento Frecciarossa Venezia-Lubiana che poi verrà esteso alla line Milano-Lubiana, o il nuovo treno Roma-Cortina, che questo inverno porta gli amanti degli sport invernali direttamente sulle piste da sci, lasciando l’auto a casa.

E sempre Milano sarà il punto di partenza (o di arrivo) di un altro collegamento ferroviario che avrà un impatto sul turismo, questa volta estivo: il treno Milano-Costa Azzurra.

Il nuovo treno Milano-Costa Azzurra

La società Fs Treni Turistici italiani è dunque al lavoro su un nuovo collegamento tra Milano e Nizza, il cui debutto è previsto per la prossima estate. La tratta promette di di aprire nuove opportunità per gli amanti del viaggio, lontano dallo stress del traffico e dei tempi d’attesa negli aeroporti, e con un occhio di riguardo alla consapevolezza ambientale.

Il percorso attraverserà la pittoresca Liguria, regalando ai passeggeri scorci mozzafiato del mare e delle colline che caratterizzano questa regione.

Il tempo di percorrenza di circa 4 ore e mezza grazie ai moderni treni ad alta velocità TGV garantirà un collegamento rapido e efficiente tra la vivace metropoli milanese e le incantevoli località della Costa Azzurra. Nizza, con la sua eleganza mediterranea e la sua storia affascinante, sarà dunque facilmente accessibile, aprendo le porte a una varietà di esperienze turistiche: dall’arte alla cultura alla gastronomia, senza dimenticare le spiagge. Di contro, gli abitanti della Riviera Francese potranno raggiungere Milano, i suoi negozi e i suoi eventi, altrettanto velocemente.

A proposito del treno Roma-Cortina

Vale la pena spendere due parole anche sul treno Roma-Cortina.
Istituito nel 2023, il collegamento sarà disponibile ancora per un mese, consentendo ai passeggeri di salire sull’Espresso Cadore fino al fine settimana del 23-25 febbraio 2024. Il treno ferma a Calalzo (BL), da dove è poi possibile raggiungere in 50 minuti la “la perla delle Dolomiti” grazi al servizio di autobus.

La buona notizia che il collegamento ferroviario verrà mantenuto anche la prossima estate, offrendo ai passeggeri l’opportunità di godere della bellezza di Cortina d’Ampezzo durante a bella stagione, periodo perfetto per le passeggiate tra le montagne venete.

La rinascita del turismo su treno

«Si torna al mito del viaggiare, riscoprendo le bellezze del nostro Paese», queste le parole dell’AD di FS Treni Turistici Italiani, Luigi Cantamessa, riguardo al futuro dei collegamenti ferroviari a scopi turistici.

Del resto, l’interesse per i viaggi in treno in Italia e all’estero sta aumentando a causa di diversi fattori, tra cui la crescente consapevolezza ambientale, la comodità dei collegamenti ad alta velocità, i servizi di acquisto dei biglietti del treno via app.

Quando si tratta di viaggiare, però, non è solo questo ciò che rende il treno un’opzione più appetibile dell’auto o dell’aereo. La ferrovia, di per sé, è intrisa di un fascino unico che altri mezzi non possono eguagliare, come dimostra il successo dei treni panoramici (il Bernina Express e i treni del foliage sono solo alcuni esempi) e treni storici. Chi sceglie questi treni non lo fa tanto con l’obiettivo di raggiungere una destinazione, quanto per godersi il viaggio e vivere un’esperienza che ha proprio nel treno il suo protagonista principale.