Di recente è stato inaugurato un treno “opera d’arte” nella Metro A di Roma, per sensibilizzare sull’ambiente e promuovere la mobilità sostenibile.

Arrivano buone notizie dalla Metro di Roma. Dopo l’annuncio del piano di riqualificazione, che punta a rimodernizzare la Metro A in vista del Giubileo, c’è da segnalare un’altra novità interessante. Proprio la Metro A della Capitale ha recentemente inaugurato un treno trasformato in un’opera d’arte ambulante, con l’obiettivo di promuovere la consapevolezza ambientale e la mobilità sostenibile. Si tratta di un’iniziativa che ha fin da subito riscosso un grande successo, ma che ha anche dato il là a riflessioni sullo stato attuale del trasporto pubblico, specialmente nella nostra Capitale. Entriamo nel dettaglio.

Nella Metro A di Roma c’è un treno speciale, dedicato alla natura

Inaugurato il 14 dicembre 2023, il treno “opera d’arte” è il risultato di un progetto che ha visto la collaborazione di artisti professionisti, studenti di alcune scuole superiori romane e allievi del master internazionale in Arts management dell’Istituto Europeo di Design. L’artista Brando Corradini ha guidato il progetto, con il supporto di tredici studentesse del master.

Gli studenti dei licei artistici Ripetta, Caravaggio e Giulio Carlo Argan hanno contribuito a trasformare i vagoni in capolavori, decorandoli sia esternamente che internamente con grafiche e disegni ispirati alla natura.

Obiettivo: promuovere una città più green

Questa iniziativa fa parte del progetto “Terra Nuova”, che utilizza l’arte come mezzo per promuovere una visione di città più verde e sostenibile. Le immagini hanno riscosso grande successo sui social media, ricevendo molti complimenti per gli artisti coinvolti. Obiettivo di questo treno, che ora percorre i binari della metropolitana aggiungendo un tocco di colore e arte, è sensibilizzare i cittadini sull’importanza di un approccio più rispettoso, consapevole ed ecologico nei confronti dell’ambiente.

Il direttore di generale di Atac, Alberto Zorzan, ha commentato così il progetto: «Quello che dico sempre è che dobbiamo fare in modo che non ci sia un distacco tra l’ambiente del trasporto pubblico e la vita quotidiana. Tutto quello che aiuta a rendere migliore l’ambiente nel quale spostiamo le persone non fa che aumentare la nostra disponibilità verso queste forme di arte. Sono opere che dobbiamo mantenere».

Tuttavia, alcuni utenti hanno commentato i tanti post dedicati all’iniziativa esprimendo la speranza che l’amministrazione si concentri anche sul miglioramento della frequenza e della puntualità dei treni, oltre che sulla riduzione del sovraffollamento durante le ore di punta. Problemi che a Roma, purtroppo, sono molto frequenti.