È bastata mezza giornata al Comune di Treviso per scovare più di 9mila auto senza assicurazione o revisione. Ma non possono essere multate: ecco perchè.

Sono state sufficienti 12 ore alla polizia locale del Comune di Treviso per scovare 9300 auto non in regola. Per la precisione, i veicoli in questione circolano tuttora senza assicurazione o revisione. Tuttavia, per i proprietari non è prevista alcuna multa. Una situazione paradossale e ovviamente in molti si sono chiesti il motivo per cui non è stato possibile multare gli automobilisti.

Auto senza assicurazione o revisione, ma niente multa

La spiegazione è da ricercare nel metodo con cui sono state rinvenute le irregolarità. La polizia locale ha infatti utilizzato il “targa system” collegato alle telecamere sulla tangenziale. Solitamente usati per trovare eventuali veicoli rubati, questi dispositivi sono in grado di rivelare anche altre informazioni relative ai veicoli e ai loro proprietari. Il sistema infatti legge la targa delle auto e si collega automaticamente alle banche dati.

Stando a quanto raccolto dal Corriere della Sera, il comandante dei vigili urbani Andrea Gallo, non avendo rilevato la presenza di auto rubate, ha effettuato una seconda verifica con l’obiettivo di appurare se i veicoli in transito fossero in regola con assicurazione e revisione. Il “targa system” ha dato il suo responso: su 176mila vetture transitate in tangenziale, 4500 non avevano l’assicurazione, mentre 4800 erano sprovviste di revisione.

E allora perché non è stato possibile multarle? Semplice: per via del fatto che al veicolo può essere comminata la multa solo se viene fermato fisicamente dalla polizia locale. La sanzione dunque non è prevista da remoto. L’unica soluzione perciò è aumentare i controlli sulle strade di Treviso, e così ha intenzione di fare Gallo. Anche perché le multe per assenza di assicurazione e revisione sono rispettivamente di 600 e 173 euro. Facendo un rapido calcolo, potendo fare le multe, il comune di Treviso avrebbe incassato 3,5 milioni di euro.

Quando scadono l’assicurazione e la revisione dell’auto

Vediamo in primo luogo tutto quello che c’è da sapere sulla scadenza dell’assicurazione. La polizza assicurativa di responsabilità civile verso terzi (RC Auto) è obbligatoria per tutti i veicoli affinché possano circolare. L’obbligo si applica però anche nel caso di vetture parcheggiate su strade pubbliche. Il contratto di assicurazione decorre a partire dal giorno in cui si attiva la copertura: generalmente, l’assicurazione auto scade dopo 12 mesi dall’attivazione, con un periodo di tolleranza di 15 giorni tra il momento in cui la copertura cessa e la stipula di una nuova polizza.

Per quanto concerne la revisione, va fatta dopo 4 anni dall’immatricolazione del veicolo e successivamente ogni 2 anni. Il termine ultimo, in entrambi i casi, è entro la fine del mese in cui si è fatta la prima immatricolazione. Ciò vale sia per le auto che per altri veicoli non superiori alle 3,5 tonnellate.