Conoscere la Cina da vicino senza cambiare continente? Sì, è possibile. Un viaggio in una delle Chinatown presenti in Europa è un modo perfetto per immergersi nella cultura e nelle tradizioni cinesi, senza dover compiere lunghi tragitti.

Proprio come avviene nelle numerose Little Italy sparse per il mondo, anche i quartieri delle comunità cinesi disseminati in località non asiatiche possono regalare un’interessante opportunità di turismo esperienziale. Visitandole si entra infatti in contatto diretto con usanze, cucina e linguaggi orientali. Ma dove si trovano le Chinatown più belle d’Europa? Andiamo a scoprirlo.

Le Chinatown, un assaggio di Cina in ogni parte del mondo

La Cina, terzo paese più esteso del pianeta e primo per numero di abitanti, attraverso le Chinatown riesce ad essere presente in tantissime località, anche molto distanti – geograficamente e culturalmente – dall’Asia Orientale.

Sono davvero numerosi i quartieri di comunità cinesi inseriti in molte città del mondo. In queste aree urbane risiedono cittadini di origine cinese e le loro famiglie, e sono presenti anche attività lavorative, servizi, negozi e ristoranti. Non mancano poi luoghi dedicati alla cultura e spazi di aggregazione.

Facile dunque, una volta messo piede in una Chinatown, sentirsi immersi in un vero e proprio cantone della Repubblica Popolare Cinese, o in un angolo di una città come Pechino o Shangai.

Chinatown in Europa da non perdere

Nate nel corso dell’ 800, le Chinatown sono diffuse soprattutto in America, in Australia e nel Sud Est Asiatico. Tra le più grandi e conosciute possiamo citare, ad esempio, la Chinatown di San Francisco, in California, o quella che sorge a New York, nel quartiere di Manhattan.

Tuttavia, vi sono molte altre aree del mondo che ospitano famose Chinatown. Quella di Manila, per citarne una, è insediata nel quartiere di Binondo ed è, probabilmente, la più antica di tutto il pianeta.

Anche il vecchio continente vanta quartieri cinesi molto interessanti da scoprire. Diverse per ampiezza e numero di abitanti, sono infatti presenti in molte città europee. Da esplorare in occasione del Capodanno Cinese, dei Lantern Festival, o in ogni altro momento dell’anno, si possono raggiungere, a seconda del luogo di partenza, in treno, in aereo o anche in macchina, ed è sempre utile dotarsi di un’app di servizi per la mobilità che aiuti negli spostamenti.

Tra le Chinatown d’Europa abbiamo scelto di presentarvene 5 che, per ampiezza, bellezza o particolarità, meritano sicuramente una visita.

Madrid, tutta la Cina in miniatura

Una passeggiata in un’affascinante Cina in miniatura è possibile nella città di Madrid in Spagna. Qui la comunità cinese è inserita nel grande distretto di Usera, cuore delle attività cittadine legate alla moda e composto da ben 6 quartieri. Vi si arriva direttamente con l’apposita fermata della metropolitana e permette di conoscere molti aspetti della cultura cinese.

Tutta la zona è punteggiata di negozi e locali tipici, lanterne di carta, scritte e insegne in calligrafia cinese. Inoltre, è possibile assistere a molti eventi cinesi. Non solo al Capodanno o alle Feste delle Lanterne, ma anche ad esibizioni di arti marziali, spettacoli di danza orientale e manifestazioni culturali, a volte organizzati in collaborazione con l’Instituto Confucio de Madrid.

Molto particolare anche la presenza di un Centro per anziani, che rende ancor più realistica la sensazione di essere in una vera e propria città dell’antico Oriente.

La Chinatown di Londra

Fra le Chinatown europee più famose spicca sicuramente quella di Londra, situata all’interno del quartiere di Soho. Rispetto ad altre non è forse la più estesa, ma è ricchissima di locali, di decorazioni e lanterne dai brillanti toni dell’oro e del rosso, e di ristoranti dove gustare cucine regionali di diverse zone della Cina.

Atmosfera, colori e sapori sono quindi perfetti per un’esplorazione nel mondo cinese. Molto ampia anche la disponibilità di negozi e market per acquistare abiti, gadget e generi alimentari tutti Made in China.

La grande Chinatown di Milano

In Italia, è la città di Milano ad ospitare la più ampia comunità cinese del territorio nazionale. La Chinatown milanese si snoda lungo Via Paolo Sarpi, e nelle vie adiacenti. Qui è possibile gustare cibo cinese, dai ravioli al vapore, agli Xiao Chi, ai gustosi noodle, fino ai colorati bubble tea e ai dolcetti più sfiziosi, sia nei ristoranti, nelle raviolerie e nelle trattorie, che grazie ad un vivacissimo street food.

La zona è inoltre ideale per fare shopping grazie ai numerosi mall e negozi dedicati alla cultura asiatica.

I quartieri cinesi di Parigi

Colori, profumi, decorazioni tipicamente cinesi sono diffusi anche nella Chinatown di Parigi. O meglio, “nelle” Chinatown parigine. La capitale francese, infatti, ospita più quartieri in cui si raccolgono comunità asiatiche. Il più grande e famoso viene chiamato Le Quartier Asiatique (o anche Petite Asie) e si trova nel 13° Arrondissment, tra le zone meno turistiche e più insolite della città.

Bar, ristoranti e negozi orientali si alternano tra le vie che compongono il quartiere, in cui si può approfittare per concedersi una pausa presso l’Empire des Thés, per rigenerarsi tra gli aromi e i sapori di pregiati tè cinesi.

Berlino, una Chinatown panasiatica

Per chi sogna di trovare tutta la Cina in una sola strada, la destinazione ideale è la Chinatown di Berlino. Nella zona ovest della capitale tedesca, si trova la Kantstrasse, via in cui si concentra la comunità cinese di Berlino, ma non solo.

Sebbene in questa area la popolazione cinese sia presente in maniera più elevata, si intreccia, in realtà, con molti abitanti, negozi e ristoranti di diverse culture orientali.

Infatti, qui vivono e lavorano ristoratori, commercianti, parrucchieri di origine cinese, ma anche taiwanese, coreana e giapponese. Insieme, danno vita ad un luogo multiculturale dalle mille sfaccettature, in cui è possibile immergersi nelle atmosfere orientali a tutto tondo.