Piazzale Loreto, a Milano, sarà oggetto nei prossimi mesi di un inteso lavoro di riqualificazione urbana grazie al quale i cittadini potranno essere il fulcro centrale di un progetto attento alla comunità e alla sostenibilità.

A poche ore dall’Emoving Days, l’evento dedicato alla mobilità del futuro che si è svolto nella CityLife milanese, la città rimette al centro del dibattito i lavori che trasformeranno Piazzale Loreto in un’oasi verde innovativa. Tutto questo sarà possibile grazie al progetto LOC – Loreto Open Community, lanciato nell’ambito di Reinventig Cities, il bando di concorso internazionale attraverso il quale si sta costruendo il futuro sostenibile della metropoli lombarda.

Ecco di cosa si tratta.

Piazzale Loreto: una risposta concreta ai bisogni delle persone

Lo scopo principale del progetto LOC è quello di abbracciare un approccio sostenibile ed ecologico, puntando tutto sull’urbanistica tattica. Ciò che finora viene considerato uno snodo congestionato dal traffico, diverrà presto un luogo d’incontro tra culture inclusivo e alla portata di tutti i cittadini, con attrazioni a cielo aperto, e luoghi da visitare con i bambini anche se a Milano piove.

L’inizio dei lavori, previsto per i giorni successivi all’Epifania, è slittato a questa primavera proprio a causa dell’enorme mole di traffico che attraversa queste strade. Poiché bloccare la viabilità dell’intera zona rappresenterebbe un problema insuperabile, il cantiere diverrà operativo progressivamente, realizzando il nuovo piazzale in circa due anni. In tempo, si spera, per le Olimpiadi Milano Cortina 2026.

Piazzale Loreto potrebbe diventare presto un buon esempio per tutte quelle realtà italiane che puntano a diventare vere e proprie smart city, proiettate nel futuro.  

I dettagli del progetto LOC di Piazzale Loreto

Con un investimento di ben 60 milioni di euro, il progetto sarà realizzato da Nhood Italia. L’idea è quella di trasformare l’asse di collegamento tra il quartiere NoLo e Corso Buenos Aires/Viale Monza/Via Padova in un polmone verde nel cuore di Milano, parzialmente pedonale.  Una volta conclusi i lavori, l’area dovrebbe apparire come una grande piazza pedonale con tre livelli al proprio centro, ricca di filari di alberi e piante.

I cittadini potranno trovare un accesso agevolato alla metropolitana, un asilo di quartiere, nuove attività commerciali, spazi per il coworking e nuovi edifici realizzati secondo le regole dell’architettura eco-compatibile. Si creerà così uno spazio interamente dedicato ai cittadini, ampio oltre 10.000 mq, nei quali saranno anche piantumati 500 nuovi alberi grazie ai quali sarà ripristinata la biodiversità urbana.

La realizzazione di LOC includerà 60 nuovi stalli per le biciclette e i relativi servizi di bike sharing, ben 11 colonnine di ricarica per le auto elettriche e la presenza di 4.745 mq di pannelli fotovoltaici, contribuendo così alla riduzione del 35% di emissioni di CO2 prodotte dal traffico. Che tanto hanno inciso, nei giorni scorsi, sull’inquinamento atmosferico in città.

In qualità smart city, Milano punta così sulla mobilità sostenibile e la valorizzazione dei propri quartieri. Mettendo al centro le esigenze dei residenti e dei viaggiatori internazionali.

Come raggiungere Milano e Piazzale Loreto?

Per visitare il capoluogo della Lombardia è possibile scegliere tra diverse opzioni:

  • In auto: per raggiungere Milano è necessario percorrere l’A1 da Roma, l’A4 da Torino e Venezia e l’A7 da Genova. Una volta arrivati a destinazione è consigliabile lasciare l’automobile presso i garage custoditi o, in alternativa, è possibile pagare la sosta in app per parcheggiare nelle strisce blu a Milano.
  • In aereo: prenotando un volo in app è possibile raggiungere facilmente uno dei tre aeroporti principali: Malpensa, Linate e Bergamo Orio al Serio. All’atterraggio, sarà facile trovare un mezzo di collegamento che conduce alla città, come a esempio il treno Malpensa Express dell’aeroporto di Malpensa o la metropolitana M4 e l’autobus ATM73 da quello di Linate. In alternativa, si può optare per un’auto a noleggio.
  • In trenoLa soluzione più amata ed economica permette di visitare Milano arrivando nella Stazione di Milano Centrale, a Milano Porta Garibaldi e a Milano Rogoredo.

Grazie alla capillarità dei trasporti pubblici è possibile spostarsi in città liberamente. In alternativa, però, è possibile utilizzare anche i mezzi di micromobilità elettrica, valutando l’opzione di noleggiare i monopattini elettrici per destreggiarsi meglio nel traffico e godersi Milano.