Dal 6 maggio niente più biglietti cartacei per visitare gli Uffizi di Firenze, ma solo ticket digitali. Una rivoluzione che migliora l’esperienza dei turisti e pensa anche all’ambiente.

Si apre una nuova era per le Gallerie degli Uffizi, il complesso museale che ha sede a Firenze, la città capoluogo della Toscana che- insieme a Roma– attrae i flussi del turismo culturale.

Il biglietto digitale, già attivo dallo scorso 6 maggio, è la novità principale che mira a rendere più accessibili i musei, snellendo le file e strizzando l’occhio alla sostenibilità. Ma non è l’unica.

In questo articolo vediamo nel dettaglio come funziona il ticket digitale e quali sono le altre novità di quest’anno.

Uffizi di Firenze: come funziona il biglietto digitale

Dal 6 maggio, tutti i biglietti acquistati online– sul sito ufficiale degli Uffizi di Firenze oppure tramite il call center- per le Gallerie delle statue e delle pitture, il Giardino di Boboli e Palazzo Pitti, saranno inviati tramite email con un QR code. Il nuovo ticket digitale dovrà poi essere mostrato all’ingresso con il proprio smartphone, dove sarà scansionato e validato con le “pistole digitali” dal personale addetto.

Oltre al QR code, l’utente avrà anche la possibilità di scaricare- direttamente dall’email nella quale viene inviato il ticket- una mappa dettagliata del percorso museale scelto.

Questo nuovo sistema è stato studiato appositamente per eliminare le code per il ritiro dei biglietti cartacei e semplificare l’ingresso ai musei. Ma non solo: la novità di quest’anno contribuisce a rendere Firenze una smart city ancora più attenta all’ambiente. Dopo essere stata premiata per la sua neutralità climatica, insieme alla città di Parma, adesso contribuirà in modo sostanziale a ridurre il consumo di carta e, di conseguenza, a diminuire ancora di più il suo impatto ambientale.

Le altre novità degli Uffizi

Il biglietto digitale è solo una delle novità del 2024: tra queste, ci sono rincari, sconti e aperture speciali.

Rincari e sconti sul prezzo del biglietto

Il prezzo del biglietto singolo per la Galleria delle statue e delle pitture ha subito un rincaro per l’alta stagione– dal 1° marzo al 30 novembre- salendo da 20 a 25 €. Tuttavia si è pensato di introdurre uno sconto mattutino: per la fascia oraria che va dalle 8:15 alle 8:55 il biglietto costerà 19 €, anziché 25. Questi aggiustamenti mirano a distribuire meglio l’afflusso di visitatori durante la giornata e a incentivare le visite nelle prime ore del mattino.

I prezzi per Palazzo Pitti e per il Giardino di Boboli, invece, restano invariati, così come le tariffe per la bassa stagione.

Aperture serali e speciali

Ogni martedì, dal 26 marzo al 17 dicembre, saranno previste delle aperture serali. Normalmente la chiusura è alle 18:30, ma il martedì i musei saranno accessibili fino alle 21:30, con ultimo ingresso alle 20:30. Questa iniziativa è pensata per favorire la partecipazione dei residenti e consentire loro di godere delle opere d’arte in orari più comodi, lontano dalla folla dei turisti.

Inoltre, durante eventi speciali e festività, gli Uffizi e il Giardino di Boboli rimarranno aperti anche nei giorni di chiusura abituali- come il lunedì e nei giorni festivi- escluso Natale. Le prossime aperture straordinarie sono previste per il 24 giugno, per la festa di San Giovanni, il santo patrono di Firenze, e il 30 dicembre, offrendo quindi ai visitatori la possibilità di ammirare i capolavori artistici anche durante le vacanze e i ponti festivi.

Come raggiungere gli Uffizi di Firenze

Gli Uffizi si trovano nel cuore della città e si possono raggiungere anche in modo sostenibile.

Se arrivi in treno, la stazione di Santa Maria Novella dista solo 15 minuti a piedi dagli Uffizi. In alternativa, puoi usare i servizi di mobilità sostenibile che Firenze mette a disposizione, come il bike sharing oppure il noleggio di monopattini. Le strade del centro sono ciclabili, quindi potrai raggiungere gli Uffizi in modo rapido e sicuro.

Se preferisci l’auto, ricorda che molte zone del centro sono chiuse al traffico non autorizzato. Per viaggiare in tutta serenità ed evitare spiacevoli inconvenienti, ti consigliamo la nostra guida dettagliata su dove parcheggiare nella zona centrale di Firenze.