Terza qualificazione di fila agli Europei per l’Ungheria, che a Euro 2024 proverà a ritagliarsi un ruolo da sorpresa del torneo. Con un CT italiano alla sua guida.

Tra le 24 squadre partecipanti a Euro 2024 c’è anche l’Ungheria, che grazie al ct italiano Marco Rossi sta riscrivendo la storia sportiva del paese. Per la prima volta, la squadra ha centrato la terza qualificazione consecutiva al torneo, un risultato inedito. Questo successo è stato reso possibile in gran parte dalle straordinarie prestazioni di Dominik Szoboszlai, la stella più brillante del calcio ungherese, che da questa stagione milita nel Liverpool. Ma non è l’unico giocatore da monitorare: andiamo alla scoperta della nazionale ungherese.

La rosa della squadra: i giocatori dell’Ungheria a Euro 2024

L’Ungheria ha dominato il proprio gruppo di qualificazione, conquistando il primo posto e superando squadre come Serbia, Montenegro, Lituania e Bulgaria. Con un percorso impeccabile di 5 vittorie e 3 pareggi, la Nazionale ungherese si presenta come una potenziale sorpresa nel girone A degli Europei di Germania. Merito di una rosa interessante, con qualche giocatore che si è già affermato in campionati difficili.

Ecco i convocati del CT Marco Rossi.

Portieri (3)

  • Denes Dibusz (Ferencváros);
  • Peter Gulácsi (RB Lipsia);
  • Peter Szappanos (Paks).

Difensori (7)

  • Botond Balogh (Parma);
  • Endre Botka (Ferencváros);
  • Marton Dárdai (Hertha BSC);
  • Attila Fiola (Fehérvár FC);
  • Adam Lang (Omonia Nicosia);
  • Willi Orbán (RB Lipsia);
  • Attila Szalai (Friburgo).

Centrocampisti (9)

  • Bendeguz Bolla (Servette);
  • Mihaly Kata (MTK);
  • Milos Kerkez (Bournemouth);
  • Laszlo Kleinheisler (Hajduk Split);
  • Adam Nagy (Spezia);
  • Zsolt Nagy (Puskás Academy);
  • Loic Nego (Le Havre);
  • Andras Schäfer (Union Berlin);
  • Callum Styles (Sunderland).

Attaccanti (7)

  • Martin Adam (Ulszan Hyundai);
  • Kevin Csoboth (Újpest);
  • Daniel Gazdag (Philadelphia Union);
  • Krisztofer Horváth (Kecskemét);
  • Roland Sallai (Friburgo);
  • Dominik Szoboszlai (Liverpool);
  • Barnabas Varga (Ferencváros).

Il profilo del CT: chi è Marco Rossi

Marco Rossi non è un allenatore qualunque. Dopo aver ottenuto buoni risultati alla guida dell’Honved, club di Budapest attualmente in seconda divisione dopo la retrocessione dell’anno scorso, ha preso le redini della Nazionale ungherese. In Italia, Rossi, ex difensore centrale, non aveva trovato grandi soddisfazioni, lavorando principalmente nelle serie minori. Tuttavia, la sua carriera ha preso una svolta significativa all’estero, dove ha saputo ripagare la fiducia del suo Paese adottivo con risultati notevoli.

Curiosità e statistiche sulla Nazionale ungherese agli Europei

L’Ungheria non ha mai conquistato il Campionato Europeo UEFA, ma è arrivata alle semifinali nel 1964 e nel 1972. Dopo aver partecipato a due delle prime quattro edizioni, la squadra ha mancato dieci tornei consecutivi prima di tornare in scena a Euro 2016.

  • Miglior piazzamento: terzo posto (1964);
  • Presenze agli Europei: 4;
  • Edizioni degli Europei da nazione ospitante: n/d;
  • Bilancio complessivo: G11, V2, P4, S5, GF14, GS20;
  • Bilancio fase a gironi: G6, V1, P4, S1, GF9, GS10;
  • Bilancio fase a eliminazione diretta: G5, V1, P0, S4, GF5, GS10.

L’edizione 2024 rappresenta la terza partecipazione consecutiva per l’Ungheria, motivo per cui molti membri dell’attuale rosa figurano tra i giocatori con più presenze nella storia della nazione agli Europei.

Gruppo A: tutte le news sulle avversarie dell’Ungheria a Euro 2024

Non un girone semplice quello sorteggiato dalla selezione ungherese, ma nemmeno impossibile. Tolta la Germania, Nazione ospitante e una delle favorite per la vittoria finale, l’Ungheria proverà a giocarsi le chance di secondo posto con Scozia (tornata agli Europei dopo ventotto anni) e Svizzera (una squadra insidiosa che ci ha escluso dai Mondiali 2022 e ha raggiunto i quarti di finale a Euro 2020, perdendo solo ai rigori contro la Spagna).