I trend delle vacanze 2024 danno risultati inaspettati: le scelte riflettono il gap generazionale, con i Boomers all’avventura e i Millennials in cerca di lentezza. Lo svela l’indagine di Pinterest che analizza le tendenze in base alle ricerche della sua community.

Slow tourism, turismo lento o viaggio avventura? Un buon libro e una lezione di yoga sulla spiaggia, oppure un’uscita in fuoristrada? Dipende dall’età, oltre che dalle preferenze personali, ovviamente. Questo è quanto emerge dall’analisi del social Pinterest – motore di ricerca amato da chi cerca idee e ispirazione creativa – che, come accade da ormai 10 anni, anticipa le tendenze di viaggio per il 2024. Scopriamo quali sono.

Cos’è il Pinterest Predicts 2024?

Il modello statistico utilizzato da Pinterest per capire come ci muoveremo per le vacanze 2024 combina creatività e numeri per individuare e analizzare miliardi di ricerche compiute da 480 milioni di utenti nel mondo.
Le tecnologie di machine learning sono utilizzate per combinare big data e produrre insight che restituiscono il report finale: il Pinterest Predicts. Un report che ha un alto indice di affidabilità, dal momento che per ben 4 anni consecutivi le previsioni di Pinterest ci hanno preso all’80%.
Il rapporto annuale, in altre parole, anticipa quelle che, con ottima approssimazione, saranno le tendenze di maggior successo in vari ambiti nel 2024: non soltanto viaggi, ma anche cibo, design, benessere, moda e tanto altro.

Tendenze vacanze 2024: relax e slow tourism

Entriamo a questo punto nel merito del discorso e vediamo le tendenze delle vacanze 2024. In questo ambito le vie di mezzo non sembrano contemplate. Da un lato, ciò che emerge con maggiore forza è la tendenza a rallentare: la Gen Z e i Millennials scelgono il relax e le vacanze slow, anche in modalità autonoma e solitaria. Come lo sappiamo? Dalle parole usate nelle loro ricerche:

  • Vita lenta (+60%);
  • Hotel staycation (+70%);
  • Digital detox challenge (+80%);
  • Solo travel (+145%);
  • Dormire (+165%).

Le esperienze multisensoriali, da vivere con ritmi lenti, diventano prioritarie in vacanza per chi appartiene a queste generazioni. D’altro canto, i Boomers sembrano più votati alla vita attiva e all’avventura nel 2024. Seguiti in parte anche dalla Generazione Z: i soggetti agli estremi del campione di indagine si ritroveranno a bordo di fuoristrada 4×4 per vivere emozionanti avventure off-road. Anche in questo caso lo confermano le chiavi di ricerca:

  • Attrezzatura overland (+110%);
  • Campeggio off-road (+90%);
  • Fuoristrada per avventure (+80%);
  • Gomme fuoristrada (+70%).

Vacanze sostenibili alla ribalta (anche secondo Expedia)

L’indagine di Pinterest racconta il mood con il quale le varie generazioni approcciano il viaggio. Emerge una ricerca di lentezza che combacia con i risultati dell’analisi di Expedia Group sulle destinazioni di tendenza per il 2024. Il motore di ricerca per viaggi, attraverso i dati raccolti sulla piattaforma e con un sondaggio realizzato su 20.000 turisti a livello globale, ci anticipa che il turismo sostenibile è il trend delle vacanze 2024.

Viaggiare in modo sostenibile diventa l’unico antidoto all’overtourism: un fenomeno che affligge le mete che rischiano di perdere la loro identità e la loro vivibilità a causa dell’invasione di un turismo incontrollato. Come dimostrano le problematiche riscontrate in località come le Cinque Terre e come le città d’arte, invivibili durante i picchi della stagione turistica.

Ecco perché le destination dupes sono così di moda secondo Expedia. Si tratta di mete alternative, meno reclamizzate e fuori dai circuiti di massa. Un esempio? I borghi presenti lungo la Penisola che offrono spunti per esplorazioni di vario genere. Centinaia di piccoli tesori nascosti così tanto apprezzati che 3 italiani su 4 durante l’estate li hanno scelti come meta o tappa di viaggio. E la tendenza è destinata a continuare.

In sintesi, il turismo cresce e diventa sostenibile sia per l’ambiente che per le tasche dei turisti che apprezzano le località meno battute, dove i prezzi sono ragionevoli, i ritmi lenti e la cultura locale più viva.