È la terza città più popolosa della Spagna. Una moderna smart city con uno sguardo sempre attento alla sostenibilità ambientale, specie in tema di mobilità dolce. Scopriamo come visitare Valencia spostandoci lungo le sue piste ciclabili. 

Nominata Capitale Verde Europea 2024, Valencia è una città che vanta quasi 200 Km di piste ciclabili, oltre che un numero cospicuo di realtà attive nel bike sharing.

Studi recentissimi dimostrano che questa cittadina spagnola è meno inquinata rispetto ad altre metropoli europee: un dato, questo, che la rende a maggior ragione una vera e propria capitale del turismo sostenibile.

Se siete ciclisti appassionati e avete già ammirato la Ciclovia dei Parchi e quella del Sole, non potete perdervi un viaggio in questa “città a prova di pedalata” in sella alla vostra fidata due ruote. Lanciamoci alla scoperta delle migliori piste ciclabili per esplorare Valencia.

Piste ciclabili a Valencia: alla scoperta di una città a prova di due ruote

Valencia vanta alcune tra le ciclovie più belle al mondo. Saltando in sella è possibile raggiungere facilmente qualsiasi punto di interesse della città, passando tra parchi e viali.

Jardin del Turia e Città Vecchia

Il primo percorso- particolarmente consigliato se si è in viaggio con i bambini- attraversa la città da Est a Ovest.

Si parte dal lato Ovest, dalla parte cioè dell’ormai prosciugato letto del fiume Turia, e si prosegue per 3,5 Km fino alle Torres de Serranos, una delle antiche porte d’accesso al centro storico. Proprio da questo ingresso si possono visitare gli splendidi Giardini del Turia, un polmone verde che comprende piste, prati e parchi da gioco. Continuando a pedalare si scorgono diversi punti di interesse dell’area più storica della città come il Palau de la Generalitat, la Basilica della Vergine e il Palazzo del Marchese di Dos Aguas.

Il percorso si snoda poi nuovamente verso il fiume Turia dal Puente de las Flores. Si tratta di un suggestivo ponte ricoperto da fiori rosa. Da qui si raggiunge la Ciutat de led Arts i les Ciències dove si può ammirare il parco oceanografico di Valencia che è, attualmente, il più grande parco marino d’Europa. La pista prosegue quindi fino ad alcune delle spiagge più belle al mondo, da cui si dirama il secondo percorso.

Paseo Maritimo

Siamo arrivati alle splendide spiagge di Valencia, completamente staccate dal centro urbano. Qui si trova una suggestiva passerella costeggiata da palme e sabbia bianca.

La pista ciclabile situata lungo la Playa de las Arenas si dirige verso Nord, fino alla Playa del Cabanyal. Proseguendo si possono ammirare Playa de la Malvarossa e, subito dopo, Playa de la Patacona.

Il percorso ciclabile lungo le spiagge è caldamente consigliato non solo per la vista mozzafiato ma anche per l’elevato numero di bar e ristoranti dove poter gustare la cucina regionale locale. Immaginatevi seduti sotto qualche ombrellone, magari sorseggiando una fresca cerveza.

Parque Natural de la Albufera

Se amate il silenzio e l’esplorazione dell’incontaminato, allora dovrete dirigervi appena a Sud di Valencia, nel suo Parco Naturale dell’Albufera. Si tratta di un parco di oltre 200 Km² con risaie, piste e un lago di acqua dolce, l’Albufera. Oltre a poter noleggiare una barca elettrica, sperimentare un moderno E-Sup o fare dei picnic all’aria aperta, si possono osservare ben 300 specie diverse di uccelli: un vero e proprio inno alla biodiversità.

Proseguendo poi lungo il Carrer de Vincent Baldovì si possono esplorare sentieri nascosti che conducono nel borgo di El Palmar, dove si conclude il percorso. Una piccola curiosità: è proprio in queste zone che è nata la tradizionale paella, quindi non dimenticate di fermarvi in un ristorante per gustarla.

Via Verde Xurra

Concludiamo con l’ultimo percorso consigliato, quello della Via Xurra sito lungo le ex linee del treno Valencia-Saragozza. Un itinerario inserito tra le ciclovie ferroviarie dismesse più belle d’Europa.

Il percorso parte dal quartiere di Benimaclet, più precisamente dalla Torre di Miramar, e attraversa dei profumatissimi aranceti fino al villaggio di Alboraya. Lungo il percorso si possono ammirare le montagne della Sierra Caldonera, fino ad arrivare alla città di Puçol.

Come raggiungere Valencia e le sue piste ciclabili

Valencia è una splendida città, molto semplice da raggiungere in aereo. Sono numerosi i voli low cost–  prenotabili in app- che ogni giorno partono dai principali aeroporti italiani per la città iberica, soprattutto se si desidera organizzare un viaggio last minute.

Un’altra opzione, valida se pensate a un tour della Spagna on the road, è quella di viaggiare in auto sfruttando le autostrade europee. In linea generale, si deve attraversare la Francia transitando per l’Autostrada dei Fiori A12. Dopo circa 700 Km è possibile accedere all’arteria autostradale E80 per raggiungere la Spagna, in direzione Valencia. In questo caso vi ricordiamo che Valencia è una “Città 30”, cioè una cittadina in cui il limite di circolazione è di 30Km/h in molte vie del centro. Attenti a non andare troppo veloci!