Quello dei “solo travel” è un trend di viaggio in continua crescita. Ma cosa spinge sempre più persone a intraprendere viaggi solitari? E quali sono i benefici di questa scelta?

Con destinazioni sicure e affascinanti come l’Islanda e la Nuova Zelanda i solo travellers- prevalentemente donne- trovano nei viaggi solitari un’opportunità per rafforzare l’autostima, esplorare nuove culture e rigenerarsi. Prepararsi adeguatamente con strumenti tecnologici e una buona pianificazione rende l’avventura ancora più gratificante, garantendo un’esperienza unica e arricchente.

Chi sono i “solo travellers”?

Quando parliamo di “solo travellers” ci riferiamo a una categoria di viaggiatori che sceglie di partire senza compagnia, sia per vacanze convenzionali che per viaggi avventura più strutturati e fuori dagli schemi. Gli amanti delle avventure in solitaria non cercano necessariamente compagnia nel corso della propria esperienza, ma preferiscono esplorare il mondo contando solo su sé stessi.

Si tratta per la maggior parte di donne: un dato che riflette un cambiamento culturale significativo. Il desiderio di emancipazione e indipendenza spinge sempre più donne a intraprendere un viaggio da sole, rompendo con vecchi stereotipi e dimostrando che i viaggi solitari possono essere un’esperienza di crescita personale senza pari.

Secondo un’inchiesta di Newsweek, il numero di viaggiatrici solitarie è aumentato del 70% nell’ultimo decennio. Questo incremento è in parte dovuto a un maggior senso di sicurezza percepito e a una crescente fiducia nelle proprie capacità.  E ha portato alla formazione di comunità online e gruppi di supporto nei quali le viaggiatrici solitarie condividono esperienze, consigli e incoraggiamenti reciproci, rafforzando ulteriormente la loro determinazione e il senso di appartenenza alla rete globale delle avventuriere moderne.

Viaggiare da soli, per molti, è inoltre un’opportunità di esplorare nuovi orizzonti.

 Perché si viaggia da soli?

Viaggiare da soli innanzitutto non significa necessariamente essere single, ma rappresenta una scelta consapevole di chi desidera regalarsi tempo prezioso per sé. Questo modo di spostarsi offre l’opportunità di mettersi alla prova: un antidoto al ritmo frenetico della vita moderna che spesso ci allontana dalla nostra essenza più autentica.

I “solo travellers” cercano di superare convinzioni limitanti, pregiudizi radicati, paure profonde e vari limiti personali. Affrontare viaggi solitari permette di esplorare la parte più intima della propria personalità, offrendo uno spazio unico per la riflessione e l’autoconoscenza.

Viaggiare da soli è anche un modo per vivere esperienze autentiche e personalizzate, senza compromessi: chi sceglie di viaggiare da solo, anche con un last minute, può seguire i propri ritmi, interessi e desideri esplorando il mondo in totale libertà e autonomia. Questa formula turistica diventa così un’opportunità per riconciliarsi con il proprio io interiore, risolvendo questioni rimaste irrisolte e scoprendo nuove prospettive sulla vita e sul mondo circostante.

I benefici del viaggiare in solitaria

Intraprendere viaggi solitari offre numerosi vantaggi psicologici, tra cui il rafforzamento dell’autostima, il miglioramento delle capacità di apprendimento, l’apertura mentale e una maggiore flessibilità. Ecco una panoramica dettagliata dei principali benefici del “solo travel”.

Autonomia e autostima

Partire da soli richiede coraggio e una forte fiducia in sé stessi. Ogni decisione, dalla prenotazione del biglietto aereo o dell’alloggio all’organizzazione delle attività giornaliere, ricade completamente sulle proprie spalle. Questa responsabilità accresce significativamente la propria autostima, poiché dimostra la capacità di gestire situazioni diverse e di risolvere problemi in autonomia.

Capacità di adattamento e resilienza

Il viaggio solitario ci espone a una varietà di imprevisti e situazioni nuove, mettendo alla prova la nostra capacità di adattamento. Che si tratti di affrontare barriere linguistiche, adattarsi a climi diversi o risolvere piccoli inconvenienti di viaggio, ogni situazione rappresenta un’opportunità per sviluppare maggiore flessibilità mentale e forza interiore.

Scoperta di sé

Il viaggio è un’opportunità per connettersi profondamente con  sé. La riscoperta personale permette di rivalutare le priorità, chiarire gli obiettivi e focalizzarsi su ciò che è veramente importante. Il tempo trascorso in solitudine durante il viaggio offre uno spazio prezioso per la riflessione e l’introspezione, favorendo una maggiore consapevolezza di sé.

Nuove conoscenze e apertura mentale

Viaggiare da soli aumenta le probabilità di incontrare nuove persone e arricchire la propria vita con orizzonti culturali diversi. Questo tipo di interazioni favorisce un’apertura mentale e una maggiore tolleranza verso le differenze culturali.

Gestione dello stress e benessere emotivo

Il viaggio è uno dei metodi più efficaci per prendere una pausa dalla routine quotidiana e dalle pressioni della vita moderna. Riducendo i livelli di stress è possibile migliorare significativamente l’umore favorendo il benessere emotivo. I luoghi più indicati per ottenere questi benefici sono spesso gli itinerari selvaggi immersi natura. Ma anche l’arte, i colori, la musica risvegliano emozioni positive e contribuiscono a un senso generale di pace e felicità: perché, quindi, non pianificare un gig-trip in solitaria?

Apprezzamento del tempo trascorso da soli

Il “solo travel” trae giovamento nei momenti di solitudine che si concede. Questa esperienza consente di scoprire quanto possa essere energizzante avere del tempo da dedicare ai propri hobby e interessi personali, senza le distrazioni e le pressioni della vita quotidiana.

Destinazioni ideali per i viaggi solitari

Scegliere la meta giusta è fondamentale per i viaggi solitari e diverse classifiche internazionali offrono qualche indicazione. Il Global Peace Index-stilato dall’Institute for Economics and Peace- e l’Happy Planet Index- che misura il benessere percepito e la sostenibilità ambientale sono ottimi punti di riferimento per individuare le destinazioni più sicure e gratificanti.

Islanda

L’Islanda si posiziona costantemente ai primi posti del Global Peace Index grazie ai suoi panorami mozzafiato e al suo basso tasso di criminalità. È una destinazione ideale per chi cerca tranquillità a contatto con la natura e offre esperienze uniche come le aurore boreali.

Nuova Zelanda

La Nuova Zelanda è rinomata per la sua sicurezza e i suoi paesaggi spettacolari, che spaziano da spiagge incontaminate a montagne maestose. Questo Paese offre ai visitatori numerose attività all’aperto, come trekking e bungee jumping: è ideale per i “solo travellers” in cerca di avventura e adrenalina. La cultura maori e l’ospitalità locale aggiungono un valore culturale significativo all’esperienza.

Portogallo

Il Portogallo è apprezzato per il suo clima mite, la ricchezza culturale e la cucina regionale deliziosa. Città come Lisbona e Porto sono particolarmente accoglienti per i viaggiatori solitari, con un’ampia offerta di attrazioni culturali, caffè pittoreschi e una vivace scena sociale. La presenza di numerosi ostelli di alta qualità rende il Portogallo una scelta accessibile e piacevole.

Austria

L’Austria combina sicurezza e bellezza naturale con una ricca offerta culturale. Vienna, la sua capitale, è famosa per i suoi musei, palazzi storici e caffetterie eleganti; le Alpi austriache al contempo offrono eccellenti opportunità per escursioni e sport invernali. La qualità della vita elevata e l’efficienza dei trasporti pubblici rendono l’Austria una meta comoda e gratificante per i “solo travellers”.

Danimarca

La Danimarca è nota per la sua qualità della vita e l’approccio sostenibile alla società. Copenaghen, la capitale, è una città “intelligente” che promuove il bike sharing e la micromobilità elettrica e sostenibile. La città offre  numerose attrazioni culturali e una forte attenzione al design e alla gastronomia sostenibile. La combinazione di sicurezza, innovazione e benessere fa di questo Paese una destinazione ideale per i viaggiatori solitari in cerca di un’esperienza urbana e moderna.

Costa Rica

Il Costa Rica si distingue nell’Happy Planet Index come uno dei Paesi più felici del mondo grazie alle sue politiche ambientali avanzate e alla biodiversità eccezionale. Questo Paese è un paradiso per gli amanti della natura, con parchi nazionali, foreste pluviali e spiagge incontaminate. Le attività eco turistiche- come il birdwatching e il canopy tour- offrono esperienze immersive per i “solo travellers”.

Consigli pratici per viaggiare da soli

Prepararsi adeguatamente è essenziale per garantire viaggi solitari sicuri e piacevoli. Ecco un elenco dettagliato di consigli pratici.

Strumenti tecnologici

  • Utilizzare app di geo localizzazione per inviare la propria posizione ai servizi di emergenza può essere una buona idea. Google Maps e TripIt sono utili per navigazione e organizzazione degli itinerari;
  • Nelle aree remote, i comunicatori satellitari permettono di inviare messaggi e tracciare la posizione via satellite;
  • I “power bank” e i carica batterie solari sono essenziali per mantenere i dispositivi carichi, soprattutto in zone senza prese elettriche.

Sicurezza personale

  • L’assicurazione di viaggio copre emergenze mediche, cancellazioni e perdite di bagagli, offrendo protezione finanziaria e tranquillità;
  • Si consiglia di conservare copie digitali e fisiche dei documenti di viaggio e inviarne copia a un contatto di fiducia;
  • È un’ottima idea conoscere leggi, usanze e condizioni di sicurezza della destinazione, oltre ai numeri di emergenza locali e le ubicazioni delle ambasciate o dei consolati, come consiglia il “travel etiquette“;

Pianificazione e preparazione

  • Si consiglia di pianificare l’itinerario per avere un piano di massima al fine di gestire meglio il tempo e prevenire situazioni impreviste;
  • È consigliabile prenotare voli e alloggi in anticipo per ridurre lo stress e garantirsi opzioni migliori;
  • Conoscere alcune frasi base nella lingua locale facilita le interazioni quotidiane e mostra rispetto per la cultura del luogo.

Condivisione e benessere

  • Si raccomanda di informare regolarmente amici o familiari della propria posizione e piani di viaggio;
  • È bene partecipare a forum online o gruppi social di viaggiatori solitari per ottenere supporto, consigli utili o avere l’opportunità di incontrare altri viaggiatori;
  • Bisogna sempre mantenere una buona routine di benessere: idratarsi, mangiare sano e riposare adeguatamente. È utile portare un kit di primo soccorso e medicinali di base;
  • Si raccomanda di scegliere destinazioni che combinano sicurezza, bellezza naturale e accoglienza calorosa- come quelle che abbiamo citato- per esperienze uniche e arricchenti.