Vinum Alba, “la più grande enoteca a cielo aperto d’Italia”, è giunta alla sua 46ª edizione: per sette giorni il meglio del patrimonio enologico del Piemonte accoglie intenditori, professionisti, enoturisti e curiosi in un viaggio emozionale, culturale e gustativo tra le strade della cittadina langarola.

Trascorsi con enorme affluenza di pubblico i primi quattro giorni di Vinum 2024, c’è ancora tempo il 1°, il 4 e il 5 maggio per partecipare alla manifestazione nella città langarola e per assaporare, calici alla mano, i migliori nettari delle colline delle Langhe, del Roero e del Monferrato, in un viaggio tra i luoghi del vino del territorio piemontese.

Cos’è Vinum Alba

Curato dall’AIS, Associazione Italiana Sommelier, Vinum è una vetrina per i produttori vinicoli e un’occasione per degustare tutti i vini del Piemonte: il centro storico di Alba si fa teatro dei prodotti d’eccellenza del territorio anche con lo Street Food ëd Langa, che onora la tradizione gastronomica langarola.

Il Barolo, il Barbaresco, il Dolcetto, il Moscato, il Roero Arneis e il Roero, i bianchi delle Langhe, l’Asti Spumante e i vini del Monferrato, ma anche le Grappe e i distillati del Piemonte: le principali tipologie di vini della zona sono le protagoniste delle piazze, che si fanno banchi di assaggio e degustazione.

La manifestazione, che si ripete ogni anno in primavera, riunisce il mondo della cultura e del mercato vinicoli in un ricco programma che consente di valorizzare il territorio in nome della condivisione e della convivialità che raggiungeranno anche la città gemellata Arlon, località belga presente all’evento con una delegazione.

Il programma di Vinum 2024 tra i luoghi di Alba

Tutti gli eventi legati a Vinum sono divisi in degustazioni ed esperienze, che consentono ai visitatori di spostarsi per ammirare il patrimonio storico e culturale delle Langhe-Roero e del Monferrato, tra i paesaggi vitivinicoli che sono un Patrimonio Mondiale Unesco dal 2014.

Il calendario degli eventi di Vinum è molto vasto e per questo consigliamo di consultare il sito della manifestazione.

Le degustazioni

Le piazze di Alba si trasformano in banchi di assaggio dei grandi vini piemontesi durante ogni giorno della manifestazione, dalle 10.30 alle 20.00, per la precisione nei seguenti luoghi:

  • I Grandi Vini Rossi delle Langhe – Palazzo Mostre e Congressi “G. Morra”;
  • L’isola dei formaggi DOP del Piemonte – Palazzo Mostre e Congressi “G. Morra”;
  • I Vini Bianchi delle Langhe – Piazza Bubbio;
  • Il Roero Arneis DOCG e il Roero DOCG – Piazza Rossetti;
  • Il Vermouth di Torino IGP – Piazza Rossetti;
  • I Vini del Monferrato – Cortile della Maddalena;
  • Il Gavi DOCG e Il Brachetto DOCG, il Freisa di Chieri DOC e Collina Torinese DOC, Erbaluce di Caluso DOCG, Canavese DOC e Pinerolese DOC – Valle d’Aosta – Cortile della Maddalena;
  • Le Grappe – Cortile della Maddalena;
  • La Nocciola Piemonte IGP – Piazza San Paolo;
  • Il Dolcetto – Piazza San Paolo;
  • Asti DOCG e Moscato d’Asti DOCG – Piazza San Paolo.

Street Food ëd Langa

Tra una degustazione e l’altra, ogni piazza offre lo Street Food ëd Langa: prelibatezze preparate con materie prime e prodotti rigorosamente locali, da assaporare camminando le vie della città. Ogni finger food, servito in monoporzioni, può essere acquistato in loco.

Vinum in Cantina

Vinum in Cantina è un percorso esperienziale tra le cantine più importanti del territorio selezionate dagli chef che preparano un aperitivo gourmet da gustare con il vino dell’azienda ospite al termine del tour. L’organizzazione è completata da un servizio di navetta che consente di andare e tornare da Alba.

I corsi di cucina

Una delle più rinomate scuole di cucina in Italia tiene dei corsi sia teorici che pratici di cucina all’interno del Castello di Roddi: un’opportunità per imparare le ricette degli chef di fama internazionale alla guida delle lezioni, alla fine delle quali i partecipanti possono assaggiare le proprie opere accompagnandole con un calice di vino.

Vinum a Tavola

Sempre nel Castello di Roddi, gli chef organizzano percorsi gastronomici in tavolate conviviali, con una ricca proposta di oltre 100 vini serviti “al calice”, tra i quali i commensali posso scegliere a proprio gradimento.

Vinum Lab

I sommelier della AIS tengono i laboratori volti a fornire le basi per degustare il vino nel modo corretto: al mattino i protagonisti sono vino e formaggi, mentre al pomeriggio ci sono il vino e i prodotti della cucina regionale del territorio. La location dedicata al Vinum Lab è il Cortile della Maddalena all’interno del MUDET, il Museo del Tartufo.

Note di Vino

I due aperitivi musicali, sold out, abbinano la degustazione di quattro eccellenti vini con la musica dal vivo curata per esaltare l’esperienza sensoriale degli assaggi, accompagnati da gustosi finger food.

Vinum Bimbi

L’evento non esclude i più piccoli, che non possono certo partecipare alle degustazioni: nell’area a loro dedicata, a ingresso gratuito, potranno divertirsi con giochi e laboratori pensati per accompagnarli nell’esperienza del territorio e del “valore del vino”, ben sapendo che loro sono i consumatori del futuro.
L’area è aperta dalle 11.00 alle 19.00 e si trova nella Sala Beppe Fenoglio presso il Cortile della Maddalena.

Gli orari e il costo dei biglietti

Vinum si è svolto dal 25 al 28 aprile e tornerà il 1°, il 4 e il 5 maggio dalle 10.30 alle 20.00.

Essendo organizzato in degustazioni ed eventi, è possibile scegliere ciò che si preferisce a seconda dei propri interessi.

Per accedere alle degustazioni è necessario acquistare un carnet degustazioni completo al costo di €35, che comprende un calice in vetro, una taschina porta-calice e 15 degustazioni, nello specifico:

  • 5 Grandi Vini Rossi delle Langhe (Barolo DOCG e Barbaresco DOCG valgono 2 degustazioni);
  • 1 Vino Bianco delle Langhe o 1 Vino della Valle d’Aosta;
  • 2 Roero DOCG e Roero Arneis DOCG;
  • 2 Vini del Monferrato;
  • 1 Gavi DOCG o Brachetto DOCG o Freisa di Chieri DOC o Collina Torinese DOC o Erbaluce di Caluso DOCG o Canavese DOC o Pinerolese DOC;
  • 1 Grappa;
  • 2 Dolcetto;
  • 1 Asti DOCG o Moscato DOCG.

Presso le casse è possibile acquistare un carnet per 8 degustazioni al costo di €20:

  • 2 Grandi vini rossi delle langhe (Barolo e Barbaresco valgono 2 degustazioni);
  • 1 Vino del Monferrato DOC o DOCG o 1 vino della Valle d’Aosta;
  • 1 Roero DOCG o Roero Arneis DOCG;
  • 1 Brachetto d’Acqui DOCG o Gavi DOCG o Freisa di Chieri DOC o Collina Torinese DOC o Erbaluce di Caluso DOCG o Canavese DOC o 1 Pinerolese DOC;
  • 1 Asti DOCG o Moscato DOCG o 1 Dolcetto;
  • 1 Grappa;
  • 1 Vini bianchi delle Langhe.

Ulteriori 4 degustazioni (libere) hanno un costo di €8.

Per quel che riguarda le esperienze, le tariffe sono le seguenti:

  • Vinum in Cantina: €45;
  • Vinum a Tavola: €120;
  • Vinum Lab: €20;
  • Corso di Cucina: €95;
  • Note di Vino: €25.

Come raggiungere Alba per partecipare a Vinum 2024

Partendo da Torino, è possibile raggiungere Alba in autostrada, imboccando l’A21 Torino – Piacenza, in direzione Piacenza / Genova, e uscendo ad Asti Est. Da qui è necessario prendere l’autostrada A33 verso Cuneo/Alba e seguire le indicazioni per Alba. Una volta in città, basterà parcheggiare l’auto e seguire la folla.