In mezzo ai boschi delle montagne bavaresi, svetta il castello di Neuschwanstein che ha affascinato Walt Disney con la sua architettura fiabesca e che dal 1886 attira milioni di visitatori da tutto il mondo.

Quando si parla di Baviera, il pensiero va dritto all’Oktoberfest e alla sua Monaco, ma questa regione tedesca ha molto altro da offrire. Oltre alle tradizioni folkloristiche e alle birrerie storiche, la Baviera vanta una ricca storia culturale, paesaggi scenografici e una varietà di attrazioni turistiche da visitare almeno una volta nella vita.

Una di queste è senza dubbio alcuno il magico castello di Neuschwanstein. Magico perché non è un castello come gli altri: i suoi 65 metri di altezza e la sua particolare architettura gli conferiscono un aspetto che sembra essere stato disegnato apposta per ispirare il mondo delle fiabe. Non a caso Walt Disney lo prese come modello per il suo celebre film d’animazione, “La bella addormentata nel bosco”. Questa fortezza è inoltre presente in tutti i parchi targati Disney, al punto da essere conosciuto come il castello delle favole, fatto costruire dal re delle favole, Ludovico II di Baviera.

Alla scoperta del castello di Neuschwanstein

La posa della prima pietra avvenne nel 1869, a 1008 metri sul livello del mare, su una roccia scoscesa nella località di Schwangau.

Fu Ludovico II di Baviera a ordinarne la costruzione, investendo le sue ricchezze e contraendo debiti per la realizzazione di questa meraviglia architettonica. L’iniziativa fu guidata da un profondo desiderio personale del re, che nel 1867, dopo aver perso gran parte del suo potere politico e sentendosi limitato nel suo ruolo di sovrano, iniziò a progettare i suoi castelli al fine di crearsi un regno personale, dove sentirsi un vero re.

Il castello è stato ideato non solo come residenza ma anche come un luogo che potesse omaggiare il compositore Richard Wagner, molto amato dal Ludovico. Questo desiderio si riflette nelle opere d’arte e negli arredi delle sale interne ispirate ai suoi lavori.

Il castello venne aperto al pubblico immediatamente dopo la morte del sovrano, attirando subito una moltitudine di turisti. Oggi segna circa 1,4 milioni di visitatori all’anno ed è uno dei castelli più visitati d’Europa, specialmente durante i mesi estivi, nei quali si arriva a toccare l’alto numero di 6000 turisti al giorno.

Cosa vedere al castello di Neuschwanstein

Il Castello di Neuschwanstein si distingue per la sua struttura imponente, che comprende un vasto parco circostante, quattro piani e 200 stanze. Di queste, vogliamo segnalarne 3, le più particolari:

  • Sala del trono: doveva essere una sala destinata alle udienze, ma la sempre più marcata ritrosia del sovrano al contatto con le persone, ha fatto sì che si trasformasse in un enorme tributo alla sua regalità. Non solo: questa stanza è stata costruita per somigliare il più possibile alla leggendaria sala del santo Graal;
  • Sala del Cantori: concepita per i festeggiamenti di corte, anche questa cambiò la sua destinazione d’uso. A battezzare questa sala fu un evento commemorativo per la morte di Wagner. Al di là del suo uso, questa era una delle stanze che il re prediligeva, nonché la più importante di tutto il castello, insieme alla Sala del trono;
  • Grotta e giardino d’inverno: dal nome non sembrerebbe, ma stiamo parlando anche in questo caso di una sala all’interno del castello. Lo scenografo August Dirigl creò una grotta artificiale con stalattiti, stalagmiti e, ai tempi del re, era presente persino una cascata. Il modello era la montagna dello Hörselberg nella saga del Tannhäuser.

Informazioni su orari, biglietti e visite guidate

Prima di prenotare il volo o salire in auto o in treno in direzione Baviera, con l’intento di fare un giro all’interno del castello di Neuschwanstein, ci sono alcune cose da sapere:

  • È necessaria una guida per visitare il castello, non solo perché può essere utile per conoscerne i dettagli, ma anche perché, da soli, non è possibile entrare. Per prenotare una visita guidata, bisogna andare sul sito ufficiale del castello di Neuschwanstein e seguire le istruzioni;
  • Non si possono portare zaini ingombranti, passeggini, zainetti portabambini e oggetti simili;
  • Agli animali non è concesso l’ingresso;
  • Sono vietati foto e video e i droni non possono sorvolare il castello.

Ora che conosciamo le informazioni essenziali per accedere, vediamo quando poterlo visitare e quanto pagare.

Orari e prezzi

Per quanto riguarda gli orari per le visite, il castello è aperto tutti i giorni, fatta eccezione per il primo gennaio, il 24, il 25 e il 31 dicembre. Nel resto dell’anno, è aperto:

  • Dal 23 marzo al 15 ottobre: dalle 9:00 alle 18:00;
  • Dal 16 ottobre al 22 marzo: dalle 10:00 alle 16:00.

I biglietti possono essere acquistati direttamente al Ticket Center Hohenschwangau oppure online, tramite il sito della biglietteria. I costi variano a seconda della categoria di cui si fa parte:

  • Adulti: 20,50 €;
  • Studenti, anziani, possessori della Guestcard, persone con disabilità: 19,50 €;
  • Bambini e adolescenti, dagli 0 ai 17 anni: 2,50 €.

Come raggiungere il castello

Nonostante la Baviera abbia molte alternative per quanto riguarda gli spostamenti sostenibili, dalla mobilità elettrica al trasporto pubblico urbano, per arrivare al castello di Neuschwanstein ci sono solo due modi:

  • In auto: partendo da Monaco, la destinazione è quella di Hohenschwangau. Dopo aver imboccato l’autostrada Bundesautobahn A7, che attraversa tutta la Germania da nord a sud, bisogna uscire a Füssen;
  • In treno: partendo dalla stazione di Monaco, il treno da prendere è quello che ferma a Füssen. Da lì occorre salire sull’autobus fino alla fermata “Hohenschwangau Neuschwanstein Castles, Schwangau”.

Il viaggio, però, non finisce qui: la strada che conduce al castello non è percorribile con veicoli a motore (fatta eccezione per una navetta) e nemmeno in bici. Alla dimora di Ludovico II si arriva in tre modi:

  • A piedi: è il modo più sostenibile che ci sia, ma anche quello più faticoso. Partendo dalla biglietteria, si raggiunge il castello in circa 30-40 minuti percorrendo una strada caratterizzata da una notevole pendenza;
  • Con le carrozze trainate dai cavalli: sostenibile, ma ben poco animalista, il servizio parte dall’hotel Müller, di Hohenschwangau. Il costo del biglietto, acquistabile al punto di stazionamento delle carrozze, è di 8 € per la salita e di 4 € per la discesa. Non è possibile prenotare né ci sono orari perché partono solo su richiesta dei visitatori. Il viaggio viene comunque solamente accorciato perché le carrozze non possono raggiungere direttamente il castello: una volta scesi, servirà camminare per altri 450 metri;
  • Con il bus navetta, che porta al punto panoramico Jugend, al di sopra del castello. Da lì bisogna scendere a piedi per 500 metri, seguendo una strada con un dislivello pari al 12-19%. Il costo del biglietto, acquistabile direttamente sulla navetta, è di 3 € per la salita e di 2 € per la discesa, oppure 3,50 € per entrambe. Anche in questo caso non è possibile prenotare e non ci sono orari stabiliti. Inoltre, se le strade sono innevate o ghiacciate, il servizio non è disponibile.

Arrivare richiede un po’ di pazienza, ma lo spettacolo del panorama e le meraviglie del castello ripagano ampiamente la fatica.