Oggi inaugura ufficialmente la sesta edizione dell’Infiorata di Taurianova, in Calabria. L’evento floreale durerà fino al 23 giugno, con mostre, musica ma anche tanto street food e un curioso percorso della birra. Scopriamo il programma.

Da oggi fino al 23 giugno 2024 sarà possibile osservare le opere floreali dell’Infiorata di Taurianova. La manifestazione – organizzata dalla Pro Loco “Taurianova nel cuore” – è ormai giunta alla sua sesta edizione. Oltre ai 23 bozzetti che decoreranno tutto corso XXIV Maggio, il programma di quest’anno include anche stand ricchi di specialità culinarie locali, musica e spettacoli di artisti di fama internazionale.
Tre giorni perfetti per festeggiare l’arrivo dell’estate con un weekend lungo alla scoperta di Taurianova e di questo splendido angolo della Calabria. Vediamo tutti i dettagli.

Infiorata di Taurianova 2024: scopri il programma

Come in tutte le grandi Infiorate – da quella di Noto a quella di Genzano – anche l’Infiorata di Taurianova avrà il suo clou con la realizzazione di un magnifico tappeto floreale, composto da migliaia di coloratissimi petali, foglie e altri materiali naturali. Ci saranno 23 quadri floreali, ognuno di 6×4 metri, per un totale di 672 mq, realizzati dalle principali associazioni di infioratori italiane e dall’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria. L’evento è coordinato da Valentina Mammana, artista e presidente dell’associazione CulturArte di Noto, con esperienza nella direzione di festival artistici internazionali. Ecco il programma completo, da oggi fino a domenica 23:

Venerdì 21 giugno 2024

  • Ore 16:00, Piazza Italia: realizzazione del bozzetto dei bambini;
  • Ore 17:00: posizionamento dei disegni sul corso;
  • Ore 18:00: inizio dei bozzetti da parte degli infioratori che durerà fino a tarda sera;
  • Ore 19:30, Piazza Italia: apertura dello street food e del percorso della birra;
  • Ore 19:45, corso XXIV Maggio: dj-set con Teodoro Inzitari e Dj Mbatò;
  • Ore 20:30: accensione delle luminarie artistiche;
  • Ore 21:30: esibizione degli Essentia Acoustic Trio;
  • Ore 23:00: Notte Karaoke con Teodoro Inzitari e Dj Mbatò.

Sabato 22 giugno 2024

  • Ore 10:00: apertura dell’Infiorata e dei tappeti floreali ai visitatori;
  • Ore 16:00: benedizione dei bozzetti con Noemi Spinetti e Giuseppe Garibaldi;
  • Ore 16:30: gala lirico “Alla stagion dei fiori” con Lorenzo Papasodero e Katerina Kotsou;
  • Ore 18:00: laboratorio con Vincenzo Ferraro;
  • Ore 20:30, villa Fava: musical “L’isola che non c’è” con Freedance;
  • Ore 22:15, Piazza Italia: Fontane danzanti di Elisa Dominicis;
  • Ore 23:00: musica e food.

Domenica 23 giugno 2024

  • Ore 10:00: “Villaggio bambini in festa” con attività e giochi per i più piccoli;
  • Ore 16:00: incontro itinerante con Noemi Spinetti;
  • Ore 16:30: spettacoli con la Mabò Band e Francisco Rojas;
  • Ore 17:00: ospite Gabriel Garko;
  • Ore 18:30: seconda parte dello spettacolo della Mabò Band;
  • Ore 20:00: presentazione dei libri “Elsa” e “Comu diciva me nonnu” con l’influencer Spinetti;
  • Ore 21:00: spettacolo con il cerchio luminoso di Francisco Rojas;
  • Ore 22:00, Piazza Italia: spettacolo piromusicale con la ditta Apocalisse;
  • Ore 23:30: conclusione con lo spallamento del tappeto floreale da parte dei bambini.

Cosa fare a Taurianova oltre all’Infiorata

Taurianova si trova in Calabria, su un terrazzo alluvionale ai piedi delle serre dell’Aspromonte. È a 210 metri sul livello del mare, circondata da paesaggi mozzafiato, tra uliveti secolari e giardini di aranci. Vicina sia al mare che alla montagna, Taurianova ha tanto da offrire anche agli amanti del turismo più culturale.

Ecco alcuni angoli e monumenti di Taurianova assolutamente da non perdere:

  • Chiesa di Santa Maria delle Grazie: dalle influenze gotiche e moresche, è stato ricostruito due volte a seguito di due terremoti nel 1736 e 1908;
  • Chiesa del Santissimo Rosario: la più antica di Taurianova, nel 1535 ospitò l’imperatore Carlo V d’Asburgo;
  • Chiesa dell’Immacolata di Radicena: qui si possono ammirare le notevoli sculture in marmo di Rinaldo Bonanno;
  • Villa Zerbi: un palazzo storico nobiliare del 1786 in stile barocco siciliano;
  • Fontana monumentale di Jatrinoli: opera dell’artista Michele Barillari inaugurata nel 1853.