Una panoramica sulla Zona a Traffico Limitato (ZTL) a Torino: tutte le informazioni su mappe, orari, esenzioni e la nuova procedura per i permessi.

Le Zone a Traffico Limitato (ZTL) di Torino rappresentano una parte significativa del tessuto urbano, migliorando la mobilità sostenibile e la vivibilità della città.

Nei mesi scorsi sono state introdotte diverse novità che meritano approfondimento, in particolare per quanto riguarda la procedura per richiedere i permessi. Ecco una guida su tutto quello che c’è da sapere sulla Ztl a Torino.

ZTL Centrale: la principale ZTL a Torino

La Zona a Traffico Limitato più importante a Torino è la ZTL Centrale, la cui mappa è ben visibile nell’apposita pagina web sul sito del Comune. L’area è suddivisa in diverse zone dotate di regolamenti specifici. Le restrizioni di accesso e circolazione variano a seconda dell’area e dell’orario, con controlli tramite telecamere per garantire il rispetto delle normative.

Gli orari della ZTL Centrale

Durante le ore di punta, dalle 7:30 alle 10:30 dei giorni feriali, nella ZTL Centrale è vietata la circolazione e la sosta di veicoli non autorizzati, a eccezione di quelli appositamente esentati. Ogni mini-ZTL sita all’interno della Zona Centrale ha regolamenti specifici per quanto riguarda gli orari di chiusura al transito e alla sosta:

  • ZTL Area Romana – Chiusa al transito e alla sosta tutti i giorni – festivi inclusi – dalle 21:00 alle 7:30 del giorno successivo. Tuttavia, piazza Emanuele Filiberto ha un orario di chiusura anticipato, dalle 19:30;
  • ZTL Trasporto Pubblico – Chiusa al transito e alla sosta dalle 0:00 alle 20:00 di tutti i giorni, inclusi i festivi;
  • ZTL Pedonale – Chiusa al transito e alla sosta dalle 0:00 alle 24:00 di tutti i giorni, sempre inclusi i festivi.

I permessi per accedere alla ZTL Centrale

A partire dal 20 marzo 2023 le domande per richiedere i permessi d’accesso alla ZTL Centrale di Torino devono essere presentate esclusivamente online attraverso l’apposita piattaforma.

Una volta effettuato l’accesso tramite SPID, i cittadini possono consultare le modalità per la presentazione delle istanze e i vari tipi di permessi disponibili. È fondamentale assicurarsi di presentare la domanda con adeguato anticipo per consentire agli uffici competenti di effettuare le necessarie verifiche.

Un’importante novità riguarda la dematerializzazione dei contrassegni. A partire dal primo rinnovo non viene più rilasciato alcun supporto cartaceo per accedere alla ZTL di Torino. Questa misura riguarda i permessi di circolazione Blu e Arancione, destinati ai possessori di aree private di sosta o posti auto nelle ZTL, e i permessi Blu A e Blu B che consentono di transitare e sostare all’interno delle zone a traffico limitato.

Tipologie di permessi

Esistono diverse tipologie di permessi per l’ingresso e/o la sosta nella ZTL Centrale per enti, associazioni, imprese e privati cittadini- in particolare se residenti, domiciliati o proprietari di un posto auto nella ZTL- e tutti i soggetti aventi diritto riconosciuti dal Comune. Per loro sono a disposizione diversi tipi di pass per accedere a diverse aree rientranti nella ZTL:

  • Permesso Blu A e Blu B – Il costo è di 201,81 euro + marca da bollo da 16,00 euro e sono validi per 2 anni;
  • Permesso Verde – Consente di accedere alle aree verdi. Costa 201,81 euro + bollo da 16,00 euro e la validità varia da 1 giorno a 2 anni per i residenti. Permette anche l’accesso all’altra ZTL, la ZTL Valentino, che vedremo più avanti;
  • Permesso Arancione, Blu, Lilla e Disco: Il costo è rispettivamente di 70, 30, 50 e 50 euro, più marca da bollo. La validità è di 1 anno.

E i veicoli elettrici e ibridi?

Per quanto riguarda le auto elettriche e ibride, esistono particolari regolamentazioni e incentivi per favorirne l’accesso alle ZTL di Torino:

  • Auto elettriche pure Fino al 31 dicembre 2024, tutti i possessori di auto full electric, anche non residenti, possono richiedere gratuitamente un permesso di transito (categoria Blu A) nella zona a traffico limitato. Questo permesso è valido per 2 anni e il costo da sostenere riguarda solo le relative marche da bollo. Tuttavia il permesso non esonera dal pagamento della sosta nelle strisce blu durante gli orari stabiliti;
  • Auto ibride elettrico/benzina – Fino alla stessa data – 31 dicembre 2024 – i possessori di auto ibride elettrico/benzina immatricolate dal 2015 e con un’emissioni di CO2 uguali o minori di 110 g/km- solo residenti nella città di Torino- possono richiedere lo stesso permesso Blu A pagando la metà della tariffa in vigore.

Quali sono i veicoli esentati?

Alcune categorie di veicoli sono esentate dall’obbligo di possedere un permesso specifico per accedere e circolare liberamente nelle ZTL di Torino, in particolare:

  • Ciclomotori e motocicli;
  • Quadricicli leggeri;
  • Motoveicoli;
  • Veicoli degli enti privati di vigilanza;
  • Veicoli di trasporto disabili;
  • Veicoli dei residenti nelle ZTL con posto auto riservato;
  • Veicoli delle forze dell’ordine e di soccorso;
  • Servizi di car sharing autorizzati a operare nelle ZTL.

La ZTL Valentino: un occhio di riguardo per il parco

Come detto, il permesso Verde è valido anche per la ZTL Valentino situata all’interno dell’omonimo parco. Questa ZTL nel cuore di Torino è completamente chiusa al transito e alla sosta dei veicoli per 24 ore tutti i giorni della settimana, compresi i festivi.

Tuttavia sono previste alcune eccezioni per consentire il carico e lo scarico merci, che è permesso dal lunedì al venerdì dalle 10:30 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 16:30, mentre il sabato dalle 10:30 alle 12:00. Inoltre, i mezzi delle forze dell’ordine e di soccorso possono accedere alla ZTL Valentino in qualsiasi momento per svolgere le proprie attività.

Questa zona a traffico limitato è stata istituita con l’obiettivo di preservare la tranquillità e la sicurezza all’interno del suggestivo Parco del Valentino, consentendo ai visitatori di goderne appieno la bellezza paesaggistica senza essere disturbati dal traffico veicolare.

ZTL a Torino: occhio alle multe

Rispettare le regole delle ZTL rende le città più vivibili e tiene i guidatori al riparo da rilevanti multe e sanzioni.

Chiunque entri nelle ZTL di Torino senza le necessarie autorizzazioni è infatti soggetto alle multe previste dall’articolo 7 del Codice della Strada. L’articolo prevede che coloro che non rispettano i provvedimenti di sospensione o divieto della circolazione possono essere soggetti alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma che varia da 87 a 345 euro.

Se poi si circola con veicoli che producono livelli di inquinamento atmosferico superiori a quelli consentiti sono previste multe che vanno da 168 a 679 euro. In caso di reiterazione della violazione entro il biennio, è prevista anche la sospensione della patente di guida per un periodo che può variare da 15 a 30 giorni.