L’attuazione della nuova ZTL Isola a Milano sta subendo un leggero ritardo rispetto al progetto iniziale. Tuttavia, porterà con sé cambiamenti significativi nel cuore di un quartiere ormai riconosciuto tra i più trendy della città.

Le telecamere previste ai varchi, che avrebbero dovuto essere operative già dallo scorso ottobre, verranno attivate solo a giugno 2024, con una data precisa ancora da definire a causa di alcuni ritardi.

ZTL Isola a Milano: mappa e orari

La nuova Zona a Traffico Limitato di Milano va ad aggiungersi alle precedenti limitazioni relative all’Area C e alla sosta temporanea sulle strisce blu.

L’area si estenderà per circa 5 kmq all’interno del quartiere Isola, dal Parco BAM – Biblioteca degli Alberi a Viale Stelvio e da Via Farini a Viale Zara.

Il progetto include anche la pedonalizzazione di Via Borsieri, nel tratto compreso tra Via Porro Lambertenghi e Piazzale Segrino, escludendo dalla ZTL il Cavalcavia Bussa e Via Confalonieri.

La ZTL diventerà attiva una volta completata l’installazione delle telecamere e della segnaletica, e le limitazioni al traffico saranno applicate tutti i giorni dalle 19:30 alle 6:00 del giorno successivo.

Le sfide potenziali della ZTL Isola

La creazione di una nuova ZTL a Milano è in linea con gli obiettivi di sostenibilità urbana volti a ridurre il traffico e le emissioni inquinanti, e ben si inserisce nei progetti di Città 30 e Città 15. Tuttavia, la ZTL Isola non è esente da alcune sfide che dovranno essere gestite in modo appropriato.

La prima riguarda la collocazione delle telecamere e, soprattutto, dei parcheggi esterni. L’assessorato ha previsto delle convenzioni, per permettere ad abitanti e visitatori di poter posteggiare l’auto in sicurezza prima di entrare nel quartiere. Al momento, però, le strutture individuate non sono ancora state rese note.

Un’altra sfida riguarda le ricadute economiche delle limitazioni. Dopo una riqualificazione urbana durata anni, Isola è oggi considerato uno dei quartieri più alla moda di Milano anche a livello internazionale. A renderlo così interessante sono le opere di street art, i bar e i ristoranti, i negozi e le gallerie, l’architettura delle case anni ’20. In altre parole, è il contrasto tra autenticità e modernità a richiamare in questo quartiere sia i milanesi che i turisti. Tuttavia,  l’attivazione della ZTL Isola a giugno coinciderà con l’inizio della stagione estiva, quando il quartiere vedrà un aumento di frequentatori nei suoi numerosi locali. E trattandosi di una ZTL principalmente serale e notturna, ci si chiede quanto questo inciderà sui flussi di persone verso tali attività.

Infine, gli stessi cittadini di Isola si interrogano sulle implicazioni sociali della ZTL. In particolare, i dubbi riguardano anziani bisognosi di assistenza da parte di figli non residenti, donne e minori che vivono lontano dalle fermate della metro e che potrebbero trovarsi nella condizione di dover camminare per lunghi tratti di notte. In sostanza, ci si chiede chi avrà il permesso di entrare nella ZTL e in che misura. Ciò vale anche per studenti, lavoratori e visitatori temporanei.

Di contro, la nuova zona a traffico limitato potrebbe dare un ulteriore impulso alla micromobilità elettrica e a servizi come il bike sharing e il noleggio dei monopattini.